Pubblicità

Pubblicità

 

Timbro Approvato Verde

Fosfomicina ratiopharm
Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

INDICE DELLA SCHEDA

Pubblicità

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -Inizio Pagina

FOSFOMICINA RATIOPHARM


02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - Inizio Pagina

Una bustina di Fosfomicina ratiopharm Adulti 3 g granulato per soluzione orale contiene

principio attivo: fosfomicina trometamolo g 5,631 (pari a fosfomicina g 3,0)

Per l’elenco completo degli eccipienti vedi sezione 6.1


03.0 FORMA FARMACEUTICA - Inizio Pagina

Granulato per soluzione orale.


04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - Inizio Pagina

04.1 Indicazioni terapeutiche - Inizio Pagina

•  Cistite batterica acuta, episodi acuti di cistiti batteriche recidivanti, sindrome uretro-vescicale acuta batterica, uretrite batterica aspecifica.

•  Batteriuria significativa asintomatica (gravidanza).

•  Infezioni urinarie post-operatorie.

•  Profilassi delle infezioni del tratto urinario negli interventi chirurgici e nelle manovre diagnostiche transuretrali.


Pubblicità

04.2 Posologia e modo di somministrazione - Inizio Pagina

Posologia

Adulti

Una bustina di Fosfomicina ratiopharm Adulti (3 grammi) una sola volta, preferibilmente la sera prima di coricarsi dopo aver vuotato la vescica.

Nei casi clinicamente più impegnativi (soggetti anziani, pazienti costretti a letto, infezioni ricorrenti) oppure nelle infezioni sostenute da germi sensibili prevalentemente alle più alte concentrazioni di antibiotico (Pseudomonas, Enterobacter, Proteus indolo+) possono essere necessarie due dosi di Fosfomicina ratiopharm da somministrarsi a distanza di 24 ore una dall’altra.

Nella profilassi di infezioni urinarie in seguito a interventi chirurgici o a manovre diagnostiche transuretrali, il trattamento va attuato di norma utilizzando due dosi di Fosfomicina ratiopharm. La prima dose (1 bustina da 3 grammi) viene somministrata circa 3 ore prima dell’intervento, la seconda (1 bustina da 3 grammi) a distanza di 24 ore dalla prima.

Nelle infezioni acute delle basse vie urinarie (cistiti, uretriti non gonococciche) sostenute da germi sensibili alla fosfomicina trometamolo, una sola dose di Fosfomicina ratiopharm è in genere sufficiente a determinare la guarigione dell’episodio.

Modo di somministrazione

Fosfomicina ratiopharm si somministra come soluzione orale, a stomaco vuoto e preferibilmente prima del riposo notturno, dopo aver vuotato la vescica.

Il contenuto della bustina deve essere disciolto in mezzo bicchiere di acqua fredda o altra bevanda, agitando fino a completa dissoluzione e quindi somministrato subito dopo la sua preparazione.


Links sponsorizzati

 

04.3 Controindicazioni - Inizio Pagina

Fosfomicina ratiopharm è controindicata nei seguenti casi:

-  ipersensibilità alla fosfomicina o ad uno qualsiasi degli eccipienti;

-  pazienti con insufficienza renale grave (Clearance della creatinina <10 ml/min);

-  pazienti sottoposti ad emodialisi;

-  bambini di età inferiore a 12 anni


04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - Inizio Pagina

Prima di somministrare Fosfomicina ratiopharm è opportuno indagare nel paziente un’eventuale storia di pregresse manifestazioni di ipersensibilità alla fosfomicina (vedi sezione 4.8).

I sintomi clinici, generalmente, scompaiono dopo 2 o 3 giorni di trattamento.

L’occasionale persistenza di alcuni sintomi locali non deve essere intesa come un fallimento della terapia, ma come probabile conseguenza del processo infiammatorio.

Il pasto può ritardare l’assorbimento di fosfomicina trometamolo, con conseguente diminuzione dei picchi ematici e delle concentrazioni urinarie. Di conseguenza, si raccomanda di somministrare fosfomicina trometamolo lontano dai pasti (1 ora prima oppure 2-3 ore dopo).

Fosfomicina ratiopharm contiene saccarosio: pazienti con rara intolleranza ereditaria al fruttosio, affetti da malassorbimento glucosio-galattosio o da insufficienza di sucrasiisomaltasi non devono assumere questo medicinale. Usare con cautela in pazienti con diabete o che seguano una dieta ipocalorica.


Pubblicità

04.5 Interazioni - Inizio Pagina

La somministrazione concomitante con metoclopramide riduce l’assorbimento orale di fosfomicina trometamolo.


04.6 Gravidanza e allattamento - Inizio Pagina

Gravidanza

Studi condotti su animali con fosfomicina trometamolo non hanno mostrato alcuna evidenza di eventi avversi sul feto. Da precedenti studi effettuati sul ratto, con fosfomicina sodica e calcica, è stato possibile rilevare effetti tossici sul feto solo in seguito a somministrazione di dosi 25 volte superiori alla dose terapeutica. Nei conigli la dose minima non ha evidenziato segni di tossicità.

Sebbene i risultati di studi condotti su animali con fosfomicina trometamolo non abbiano mostrato alcun effetto teratogeno, e la somministrazione di dosi singole in gravidanza abbia determinato un effetto teratogeno ridotto rispetto al trattamento prolungato, nelle donne in stato di gravidanza il medicinale va somministrato soltanto nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Allattamento

La fosfomicina trometamolo viene escreta nel latte materno. Pertanto, durante l’allattamento il medicinale va somministrato soltanto nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.


04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchine - Inizio Pagina

Non ci sono evidenze che il medicinale possa modificare l’attenzione e i tempi di reazione.


04.8 Effetti indesiderati - Inizio Pagina

Occasionalmente si è osservata nausea, pirosi e diarrea. Meno frequentemente sono state osservate reazioni allergiche con rash cutaneo. In generale questi effetti indesiderati si risolvono spontaneamente e rapidamente, senza specifici e particolari interventi terapeutici.

Raramente sono state segnalate gravi reazioni di ipersensibilità, compresa anafilassi.


Links sponsorizzati

 

04.9 Sovradosaggio - Inizio Pagina

Non sono stati descritti effetti da avvelenamento alle dosi terapeutiche.

In caso di sovradosaggio accidentale (5-10 bustine) è sufficiente favorire l’eliminazione urinaria del medicinale mediante adeguata somministrazione di liquidi.


05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE - Inizio Pagina

05.1 Proprietà farmacodinamiche - Inizio Pagina

Categoria farmacoterapeutica: antibatterico delle vie urinarie

Codice ATC: J01XX01

Fosfomicina trometamolo, derivato dall’acido fosfonico, è un antibatterico ad ampio spettro attivo nelle infezioni delle vie urinarie.

La fosfomicina trometamolo esplica l’effetto antibatterico attraverso il blocco della sintesi della parete batterica. Il meccanismo consiste nell’inibizione specifica dell’enzima enolpiruviltransferasi, che determina l’assenza di resistenze crociate con altri antibatterici

La Fosfomicina trometamolo è attiva nei confronti di microrganismi gram-positivi e gram-negativi compresi i ceppi produttori di penicillinasi e i comuni agenti patogeni delle infezioni alle vie urinarie: Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, Enterobacter, Staphylococcus, Streptococcus e altri ceppi resistenti.


Links sponsorizzati

 

05.2 Proprietà farmacocinetiche - Inizio Pagina

Fosfomicina trometamolo, è completamente assorbita nel tratto gastrointestinale dopo somministrazione orale, raggiungendo concentrazioni urinarie terapeuticamente efficaci che persistono fino a 36 ore dopo la somministrazione di una singola dose.

Il cibo può ritardare l’assorbimento e determinare, di conseguenza, lieve riduzione dei picchi ematici e delle concentrazioni urinarie che, comunque, non pregiudicano l’attività antibatterica del medicinale.

Con la somministrazione di 2 g o 3 g di fosfomicina si raggiungono concentrazioni plasmatiche pari a 20-30 mcg/ml.

L’emivita del medicinale è di 3 ore e non è dipendente dalla dose somministrata.

Nel soggetto anziano con ridotta funzionalità renale l’emivita sierica appare lievemente prolungata; le concentrazioni urinarie tuttavia subiscono solo trascurabili modificazioni rispetto all’adulto normale tali da non suggerire aggiustamenti posologici.

La fosfomicina non si lega alle proteine plasmatiche e viene escreta immodificata principalmente attraverso le urine.

Concentrazioni urinarie elevate (circa 3000 mcg/ml) si raggiungono rapidamente entro 2-4 ore e permangono per almeno 36-48 ore.


05.3 Dati preclinici di sicurezza - Inizio Pagina

Il potenziale effetto tossico dato dalla fosfomicina trometamolo non differisce da quello della fosfomicina sodica e calcica.

Prove di tossicità sub-acuta nel ratto e cronica nel cane (dosi fino a 1000 mg/Kg) non hanno determinato eventi tossici degni di rilievo a carico dei diversi organi e apparati.

La fosfomicina non ha azione mutagena. Gli studi di teratogenesi (ratto e coniglio) di fertilità (ratto) e di tossicità peri e post-natale (ratto) non hanno evidenziato segni tossici riconducibili al medicinale.


06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - Inizio Pagina

06.1 Eccipienti - Inizio Pagina

Eccipienti

Saccarina sodica (E 954), saccarosio, calcio idrossido (E 526), aroma arancio (contiene: maltodestrina, destrosio, gomma arabica (E 414), giallo tramonto FCF (E 110), Idrossianisolo butilato BHA (E320)).


Pubblicità

 

06.2 Incompatibilità - Inizio Pagina

Nessuna per quanto noto.


06.3 Periodo di validità - Inizio Pagina

Anni 3 (tre).

La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro correttamente conservato.

Il preparato va assunto una volta allestita la soluzione.


06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - Inizio Pagina

Nessuna particolare.


06.5 Natura e contenuto della confezione - Inizio Pagina

Buste in accoppiato quadruplo carta-polietilene-alluminio- polietilene.


06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - Inizio Pagina

Non disperdere nell’ambiente dopo l’uso. Servirsi degli appositi contenitori per la raccolta differenziata dei farmaci.


07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - Inizio Pagina

Ratiopharm GmbH Graf-Arco Strasse, 3 - 89079 Ulm Germania


08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - Inizio Pagina

Fosfomicina ratiopharm 3,0 g granulato per soluzione orale, 1 bustina - AIC n. 037993019

Fosfomicina ratiopharm 3,0 g granulato per soluzione orale, 2 bustine - AIC n. 037993021


09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - Inizio Pagina

Determinazione AIC/N n. 1752 del 17/07/2009 GU n 193 del 21/08/2009


10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - Inizio Pagina

Dicembre 2009

Pubblicità

 

 

LE ULTIME NEWS DAL FORUM TORRINOMEDICA

 

Cerca nel sito:

Copyright © 2002-2015 Torrino Management s.a.s.   P.IVA: 11721381009   REA: 1323848 . Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy
cronojob