Pubblicità

Infezione o cosa?

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Infezione o cosa?

Messaggioda Andrea1234 » gio gen 21, 2010 1:04 am

Buonasera a tutti. Vi espongo il mio problema nella speranza di capirci qualcosa in più. Da questo agosto, quindi circa 5 mesi, non sto bene in generale. Premetto che ho avuto alcune avventure estive, una delle quali fellatio passiva non protetta. Il primo sintomo è stato un arrossamento del pene, sotto il glande. Non ci ho fatto al momento troppo caso. dopo circa 20-30 giorni, forse complice una certa preoccupazione per aver contratto qualcosa, ho iniziato ad avere dei dolori addominali e l'intestino non più in ordine, direi che evacuavo morbido e in più mi sono accorto di un certo bruciore agli occhi e un dolore al rene sinistro. Sono andato da urologo il quale non ha fatto attenzione alla malattia sessuale ma ha escluso con ecografia impedimenti renali e disgnosticato una prostatite. Mi ha ordinato di eseguire spermiocultura con antibiogramma risultato positivo a enterococcus faecalis. La cura è stata un ciclo di 10 compresse di levoflaxina 500. Il dolore alla prostata è sparito, ma è comparso un dolore al testicolo sinistro e zona del pube sinistra, con leggero gonfiore dell'area e un leggero arrossamento. La pelle del pene risulta sempre leggermente arrossata sotto il glande. A dicembre eseguo test hiv epatiti e lue, risultati tutti negativi. Seconda visita da secondo urologo, il quale constata che la prostata è piccola liscia e non dolente, ma mi diagnostica una epididimite sinistra da curare con rocefin 1g intramuscolo per 6 giorni, 4 bustine di nimesulide, mutande elastiche, riposo per 3 settimane. Fortunatamente si va in ferie di natale e posso riposarmi. In effetti le cose sembrano migliorare, adesso il testicolo va molto meglio, ma sento sempre una sensazione a volte molto presente di congestione pelvica. L'intestino si è abbastanza normalizzato, ma sento un certo malessere generale, gli occhi che mi bruciano e un dolore muscolare generalizzato. Non riesco a capire se sia il muscolo o l'articolazione che mi duole. Ho passato una visita dal venereologo il quale mi ha prescritto dopo mia insistenza un controllo per la clamidia, tramite esame degli anticorpi anticlamidia. Risultato per la clamidia pneum IgG positivo, IgM negativo, per la tracomatis IgG negativo. Ho eseguito anche coltura urine senza nessuna crescita microbiologica.
La domanda è, cosa posso avere, dato che la pelle sotto il glande continua ad essere da agosto arrossata, mi bruciano gli occhi come di stanchezza (la mattina appena alzato gli occhi vanno bene) ed ho dolori come di rattrappimento ma che durano tutto il giorno e non passano. L'esame degli anticorpi anticlamidia tracomatis IgG negativo esclude assolutamente l'infezione di questo batterio dato che l'ultimo contatto a rischio è stato oltre 5 mesi fa?
Grazie molte, non so a chi rivolgermi dato che gli specialisti che ho consultato sono propensi a pensare che non c'è niente, ma da agosto ho questo malessere generale, come febbre latente senza aver febbre.

Andrea1234
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio gen 21, 2010 12:43 am
Località: Italy

Messaggioda Carter » sab gen 23, 2010 5:47 pm

Hai senza dubbio effettuato finora tutti gli esami necessari (di cui forse qualcuno superfluo!)ad escludere una patologia venerea, e d'altronde la tua sintomatologia generale non potrebbe in ogni caso essere attribuita ad una qualsivoglia infezione!
La dolenzia che accusi molto probabilmente è dovuta ad uno stato di contrattura protratta e diffusa della muscolatura, dipendente dallo stato più o meno inconsapevole di continua tensione nervosa in cui ti trovi da quando temi di aver contratto qualche "strana" malattia.

Cerca di ritrovare la tranquillità, e sicuramente la gran parte dei tuoi disturbi passeranno!

Ciao!

Avatar utente
Carter
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: dom set 23, 2007 2:26 pm
Località:

Messaggioda Andrea1234 » dom gen 24, 2010 10:43 am

Grazie Carter del tuo supporto. Non ho una sintomtologia forte nel senso che a parte l'epididimite che era dolorosa, riesco a fare le cose di sempre. Tuttavia la preoccupazione c'è fintanto che qualcuno convincente non viene ad escludere con forza le patologie.
Questa forma di uretrite che mi accompagna da agosto da qualcosa dovrà pur essere causata. Io posso anche far finta di niente ed andare avanti, convincendomi poco a poco che non c'è niente, ma non vorrei cadere nell errore di aver trascurato il sintomo e poi successivamente di trovarmi a combattere con qualcosa di più radicato. Per questo, sono tranquillo per hiv epatiti e sifilide di cui la sierologia mi esclude il contatto con la malattia. Non riesco però a tranquillizzarmi per le altre mst che causano le uretriti.
Ti ripropongo, solo perché non mi hai risposto, la domanda sul test sugli anticorpi anticlamidia, e poi, se sai come eseguire uno screening completo di tutte le mst. Come se premessi il reset e qualcuno finalmente mi dicesse che carte alla mano, non c'è assolutamente niente. Esistono dei centri in Toscana, anche cliniche private, laboratori privati dove entrare e chiedere un test completo di tutte le malattie sessuali? Vorrei chiudere definitivamente questo capitolo che mi sta disturbando la vita.
Grazie per la tua comprensione e complimenti per il sito

Andrea1234
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio gen 21, 2010 12:43 am
Località: Italy

Messaggioda Carter » lun gen 25, 2010 7:45 am

Avendo già effettuato il dosaggio delle IgG anti Chlamydia, risultato negativo, ed essendo trascorsi quasi sei mesi dall'eventuale contagio, questa patologia è da archiviare con sicurezza matematica.

Non mi risulta che esistano su territorio nazionale centri per lo screening delle malattie veneree, proprio perchè i tests relativi sono abbastanza semplici per poter essere effettuati nei comuni laboratori di analisi ben attrezzati, e poi, d'altronde, a cos'altro stai pensando?

Il "tasto del reset" non esiste, e quindi sei soltanto tu, che, se riuscirari a fidarti ed affidarti completamente ad un esperto, potrai ritrovare la tranquillità.


Ciao!

Avatar utente
Carter
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: dom set 23, 2007 2:26 pm
Località:

Messaggioda Andrea1234 » mer gen 27, 2010 12:23 pm

Ti ringrazio nuovamente Carter. Io lo so di essere un tipo un pò macchinoso e ansioso. Sò anche di aver commesso una sciocchezza ad agosto e questo mi dà anche un senso di colpa. Ma sono però una persona grande e in qualche modo so tenere a bada l'emozione. La mia insistenza nel ricercare risposte sta appunto nel fatto che:
1) ad agosto ho avuto questo contatto a rischio
2) dopo 10-20 giorni non ricordo bene, è iniziata questa sintomatologia
per cui metto per forza in relazione le due cose.
Pensa che sono addirittura arrivato a pensare che sia anche possibile che i test possano non essere eseguiti bene (all'opsedale dove ho eseguito il prelievo, una prima volta anziché il test della lue mi hanno fatto il widal wright per la brucellosi e tifo, per cui siamo anche in possibilità di errori). Lo spermiocultura che ho fatto, l'urologo mi ha detto di mettere l'eiaculato nel barattolo sterile e poi metterlo nel frigo, mentre in rete leggo che i laboratori vogliono il materiale entro 60 minuti e mantenuto a temperatura di 15-35 gradi.
Come faccio a pensare che di sicuro non c'è nulla quando il malessere continua, come di stato infiammatorio generale, il pene è sempre arrossato, anzi dopo eiaculazione ho sensazione di bruciore e il meato si arrossa, e leggo che le analisi possono non essere state eseguite correttamente. Dovrei ripetere per scrupolo la spermiocultura? Non ho mai eseguito il tampone uretrale e non ne avrei neanche voglia. Ma non ho fatto alcun test per gonorrea, anche se non ho notato mai particolari bruciori o scolo.
Ieri, dopo giornata di convalescenza per febbre gastro intestinale, mi duolevano ambedue i testicoli. E in più dopo aver avuto un rapporto protetto con la mia compagna ho notato che la quantità dello sperma mi sembra molto diminuita rispetto a prima.
Al contrario, se non avessi più sintomi, sarei molto più propenso a vederla positivamente.
Sono veramente un pò depresso, spero che riesca quanto prima a trovare il motivo del mio disagio e se fosse di tipo psicologico, farei i salti di gioia.
Se hai qualche cosa da precisarmi e delucidarmi in merito alle cose che ti ho detto ti sarei molto grato.
In ogni caso, grazie del tuo supporto. Ti sei dimostrato molto gentile e che tu ne possa avere benefica contropartita.
Grazie
Andrea1234
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio gen 21, 2010 12:43 am
Località: Italy

Messaggioda Andrea1234 » lun mar 29, 2010 5:40 pm

Buonasera Carter.
Torno a scriverti perché purtroppo non ho risolto i miei problemi e sto ancora male fisicamente al testicolo sinistro. Il medico di base allora mi ha prescritto una ecografia ai testicoli e inguinale, già effettuata, dalla quale emerge che all'inguine sinistro (quello gonfio) sono presenti dei linfonodi ingrossati di circa 6mm.
Ciò denoterebbe una qualche infezione non eradicata.
Sulla base di quanto ti ho raccontato, mica hai qualche suggerimento, di dove possa rivolgermi, a quale specialista affidarmi, visto che ho già consultato 2 urologi e 2 dermatologi. Non credo a questo punto che mi sia inventato tutto. I linfonodi ingrossati li ha visti il dottore ecografo, non li avrà generati la mia psicosi. Il pene risulta sempre arrossato, ma la sintomatologia è lieve e non si aggrava.
grazie per una tua risposta, saluti Andrea
Andrea1234
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio gen 21, 2010 12:43 am
Località: Italy


Torna a Argomenti Medici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti



 

Cerca nel sito:

Copyright © 2002-2015 Torrino Management s.a.s.   P.IVA: 11721381009   REA: 1323848 . Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy
cronojob