LA COMPOSIZIONE CORPOREA


CALCOLA LA TUA COMPOSIZIONE CORPOREA

Di: Sandro Magnanelli



 
INSERISCI I TUOI DATI:
           
Età:   
Sesso:  M F     
Peso corporeo attuale (Kg.):   
Peso Teorico (Kg.):   
Circonferenza addominale superiore (leggi sotto):  
Circonferenza addominale inferiore (leggi sotto):   
     

 


 

E' possibile approfondire lo studio dello stato nutrizionale di un paziente, mediante la valutazione della sua composizione corporea. Il corpo umano è composto da numerosi costituenti, tuttavia la composizione corporea viene convenzionalmente espressa in due comparti principali: la massa grassa (FAT) e la massa magra (Fat Free Mass o FFM). La massa grassa è il peso del solo grasso dell'organismo (sottocutaneo e periviscerale), mentre la massa magra è il peso di tutti gli altri componenti organici e cioè: minerale osseo, glicogeno epatico, proteine muscolari, sali minerali, ma soprattutto acqua.  L'acqua infatti costituisce, in condizioni normali, circa il 73 % della FFM totale.

La determinazione della esatta composizione corporea di un soggetto, è utile al medico nei casi in cui la FFM o la FAT variano sostanzialmente dai parametri normali. Per fare un esempio lampante, è ovvio che  un culturista che si esercita regolarmente in palestra, avrà una muscolatura e quindi una FFM molto più sviluppata (e quindi molto più pesante) di un soggetto medio. Se valutiamo il peso teorico del culturista con le normali formule antropometriche, otterremo un peso teorico molto più basso di quello reale e saremo portati a ritenere che il paziente debba dimagrire, mentre invece non ha un filo di grasso in più. Ed ancora, la valutazione della composizione corporea è indispensabile per determinare lo stato di nutrizione del paziente in tutte le condizioni che alterano sostanzialmente il contenuto di liquidi dell'organismo (la gravidanza, la disidratazione, la insufficienza renale, l'uso di diuretici nella terapia dell'ipertensione arteriosa, le disfunzioni surrenaliche, gli iperaldosteronismi e gli ipoaldosteronismi, le condizioni di denutrizione ecc. ecc.).

Esistono diversi metodi per la valutazione della composizione corporea: il metodo diluimetrico, il metodo densitometrico, la BIA (Body Impedenziometric Assessment) o impedenziometria corporea. Tutti questi metodi, hanno un notevole grado di precisione, ma necessitano di materiali ed attrezzature costose e non sempre facilmente reperibili.

E' possibile tuttavia, calcolare la composizione corporea, sia pure con una certa approssimazione,  anche mediante semplici misurazioni antropometriche (Weltman A., Seip R., Tran Z., - "Practical Assessment of Body Composition in Adult Obese Males" - Human Biology, Vol. 59, n. 3, 1987, pp. 523-535).

E' sufficiente misurare due circonferenze:

  1. Circonferenza addominale superiore: è la circonferenza che passa anteriormente a metà fra lo sterno e l'ombelico, e lateralmente a metà fra la parte più bassa della gabbia toracica e la cresta iliaca
  2. Circonferenza addominale inferiore: è la circonferenza che passa attraverso l'ombelico e lateralmente a livello della cresta iliaca

Per avere poi i valori normali espressi in Kg. dei vari comparti della composizione corporea, è necessario inserire fra i propri dati anche il proprio Peso Teorico. Se non lo conoscete, potete calcolarlo nella sezione Peso Forma.

 

Pubblicità

 

Pagina aggiornata il: 14/12/2010