Pubblicità

Meningite Meningococcica

Fonte: Ministero della Salute

Classificazione ICD-9: 036.0

Notifica: Classe II

Periodo di incubazione

Da 2 a 10 giorni, in media 3-4 giorni.

Periodo di contagiosità

Fintanto che N. meningitidis è presente nelle secrezioni nasali e faringee.

Il trattamento antimicrobico, con farmaci nei confronti dei quali è conservata la sensibilità di N. meningitidis e che raggiungano adeguate concentrazioni nelle secrezioni faringee, determina la scomparsa dell’agente patogeno dal nasofaringe entro 24 ore.

Provvedimenti nei confronti del malato

Isolamento respiratorio per 24 ore dall’inizio della chemioantibioticoterapia.

Disinfezione continua degli escreti nasofaringei e degli oggetti da essi contaminati.

Non è richiesta la disinfezione terminale ma soltanto una accurata pulizia della stanza di degenza e degli altri ambienti in cui il paziente ha soggiornato.

Provvedimenti nei confronti dei conviventi e dei contatti

Sorveglianza sanitaria di conviventi e contatti stretti per 10 giorni, con inizio immediato di appropriata terapia al primo segno sospetto di malattia, in particolare modo iperpiressia.

Nei conviventi e nei contatti stretti di casi di meningite meningococcica chemio-antibioticoprofilassi eseguita mediante impiego dei seguenti farmaci ai seguenti dosaggi:

Farmaci alternativi debbono essere utilizzati solo in caso di provata sensibilità del ceppo e in situazioni che ostacolino l’uso dei farmaci di prima scelta.

La decisione di instaurare un regime di chemioantibioticoprofilassi non deve dipendere dalla ricerca sistematica di portatori di N. meningitidis, che non riveste alcuna utilità pratica ai fini della profilassi.

 

Torna all'indice

 

Pubblicità

 

Pagina aggiornata il: 14/03/2016