Pubblicità

Morbillo

Fonte: Ministero della Salute

Classificazione ICD-9: 055-055.9

Notifica: Classe II

Periodo di incubazione

Da 7 a 18 giorni, mediamente 10-14 giorni.

Periodo di contagiosità

Da poco prima dell’inizio del periodo prodromico fino a 4 giorni dopo la comparsa dell’esantema.

Sintomi e segni

Macchie di Koplik (piccole macchie biancastre all'interno della bocca); febbre, raffreddore, tosse, congiuntivite, fotofobia, di solito lieve prurito

ESANTEMA (eruzione cutanea)

Esordio e durata: 3-5 gg dopo l’inizio dei sintomi; dura 4-7 gg

Sede: Insorge attorno alle orecchie, su viso e collo, per diffondere poi a tronco ed arti, che restano intatti nei casi lievi.

Caratteristiche: Maculopapulare, di colore rosa-marrone e irregolarmente confluente nei casi gravi in cui può essere addirittura petecchiale; non confluente nei casi lievi

Provvedimenti nei confronti del malato

Isolamento domiciliare per 5 giorni dalla comparsa dell’esantema. In caso di ricovero ospedaliero, isolamento respiratorio per analogo periodo.

Provvedimenti nei confronti dei conviventi e dei contatti

Sorveglianza sanitaria per la ricerca di soggetti suscettibili, cui va offerta la vaccinazione antimorbillosa (o antimorbillo-parotite-rosolia).

La vaccinazione, effettuata entro 72 ore dall’esposizione, ha efficacia protettiva.

Possibile anche la somministrazione di immunoglobuline specifiche che va effettuata, previa acquisizione di consenso informato, tassativamente entro 6 giorni dall’esposizione: la somministrazione di immunoglobuline oltre il terzo giorno del periodo di incubazione non è in grado di prevenire la malattia.

Anche se non sono previste restrizioni o particolari condizioni per la frequenza scolastica e dell’attività lavorativa di conviventi e contatti suscettibili di un caso di morbillo, se ne raccomanda la vaccinazione per controllare e prevenire epidemie nell’ambito di collettività.

 

Torna all'indice

 

Pubblicità

 

Pagina aggiornata il: 14/03/2016