Le placche psoriasiche

a cura della


Inizio Monografia Psoriasi

 

Le placche psoriasiche si presentano a livello istologico come zone di epidermide ispessita caratterizzate da duplicazione o triplicazione dello strato basale.

Questa iperproliferazione determina un turnover epidermico accelerato di circa 10 volte rispetto alla pelle normale, una incompleta maturazione dei cheratinociti con conservazione dei nuclei nello strato corneo (paracheratosi), neovascolarizzazione tortuosa, aumento del flusso ematico, essudato proteico, vasi linfatici immaturi e infiltrazione di neutrofili polimorfi.

Anche la pelle non lesionata dei pazienti psoriasici presenta delle anormalità: infatti anche in queste zone la psoriasi viene indotta più facilmente, in risposta a vari fattori, in particolare traumatici (Fenomeno di Koebner).

Per quanto riguarda i meccanismi strettamente in grado di determinare la chiazza psoriasica essi sono suddivisi in:

E' possibile infine la concomitante anomalia dei geni implicati nella risposta alla vitamina A e D che svolgono un ruolo importante nel processo di proliferazione e differenziamento epidermico.

Inizio Pagina        Inizio Monografia Psoriasi

Istologia della placca psoriasica: Istologia


 

Inizio Pagina        Inizio Monografia Psoriasi