Bufferin: effetti collaterali e controindicazioni

Bufferin (Acido Acetilsalicilico) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Quelle tipiche dell’acido acetilsalicilico anche laddove sia necessario seguire trattamenti protratti nel tempo e con elevate posologie:

– terapia sintomatica dell’influenza, delle malattie da raffreddamento e febbrili

– reumatismo articolare acuto

Pubblicità

– artrite reumatoide e sue varietà

– artropatie degenerative

– reumatismo articolare, mialgie, sciatalgie, nevralgie, radicoliti, nevralgie cervico-brachiali, nevralgie del trigemino.

Bufferin: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Bufferin ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Bufferin, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Bufferin: controindicazioni

Ipersensibilità ai salicilici, diatesi emorragica, malattia ulcerosa gastroduodenale.

Bufferin: effetti collaterali

Nel corso del trattamento con BUFFERIN possono manifestarsi, per lo più in pazienti gastrosensibili, disturbi a livello locale (dolore). Fenomeni di ipersensibilità (eruzioni cutanee ecc.). In casi del tutto sporadici si possono verificare episodi emorragici (epistassi, gengivorragia, ecc.), disturbi oto-vestibolari (ronzii, ecc.).

Bufferin: avvertenze per l’uso

L’impiego pre-operatorio può ostacolare l’emostasi intraoperatoria. In caso di affezioni virali quali influenza o varicella consultare il medico prima di somministrare il prodotto a bambini e ragazzi. Se durante il trattamento compaiono vomito prolungato e profonda sonnolenza, interrompere la somministrazione.

Utilizzare con prudenza in casi di asma e gotta.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.