Pubblicita'

Actilyse Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Actilyse


Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Actilyse 20 mg polvere e solvente per soluzione iniettabile e per infusione Actilyse 50 mg polvere e solvente per soluzione iniettabile e per infusione

Alteplase

Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

– Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o all’infermiere.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o all’infermiere. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

  1. Che cos’è Actilyse e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di ricevere Actilyse
  3. Come è somministrato Actilyse
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare Actilyse
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Che cos’è Actilyse e a cosa serve

    Il principio attivo di Actilyse è alteplase. Appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati agenti trombolitici. Questi medicinali agiscono sciogliendo i coaguli di sangue che si sono formati nei vasi sanguigni.

    Actilyse 10, 20 o 50 mg è utilizzato per trattare un numero di condizioni causate dalla formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni, inclusi:

    • attacchi cardiaci causati da coaguli di sangue nelle arterie del cuore (infarto miocardico acuto)
    • coaguli di sangue nelle arterie dei polmoni (embolia polmonare acuta massiva)
    • ictus causato da un coagulo di sangue in un’arteria del cervello (ictus ischemico acuto).

  2. Cosa deve sapere prima di ricevere Actilyse Non deve ricevere Actilyse

    • se è allergico (ipersensibile) al principio attivo alteplase, alla gentamicina (un residuo in tracce

      del processo produttivo), alla gomma naturale (chiamata anche lattice, contenuta nel materiale di confezionamento) o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6)

    • se soffre o ha recentemente sofferto di una malattia che aumenta il rischio di sanguinamento,

      incluso:

      • alterazioni della coagulazione o tendenza al sanguinamento
      • sanguinamento grave o pericoloso in qualsiasi parte del corpo
      • sanguinamento all’interno del cervello o del cranio
      • pressione del sangue molto alta, non controllata
      • infezione batterica o infiammazione del cuore (endocardite) o infiammazione delle membrane che circondano il cuore (pericardite)
      • infiammazione del pancreas (pancreatite acuta)
      • ulcera gastrica o intestinale

      • vene varicose nell’esofago (varici esofagee)
      • anomalie dei vasi sanguigni, come un rigonfiamento localizzato di un’arteria (aneurisma)
      • alcuni tumori
      • grave malattia epatica
    • se sta assumendo medicinali per “diluire” il sangue (anticoagulanti orali), a meno che appropriati test non abbiano confermato l’assenza di un’attività clinicamente rilevante di quel medicinale
    • se è mai stato sottoposto ad intervento chirurgico al cervello o alla colonna vertebrale
    • se è stato sottoposto ad un intervento chirurgico maggiore o ha avuto una lesione grave negli ultimi 3 mesi
    • se è stato sottoposto ad una puntura recente di grosso vaso sanguigno
    • se è stato sottoposto a massaggio cardiaco esterno negli ultimi 10 giorni
    • se ha partorito negli ultimi 10 giorni.

      Il medico inoltre non utilizzerà Actilyse per il trattamento di attacchi cardiaci o di coaguli di sangue nelle arterie dei polmoni

    • se ha o ha mai avuto un ictus causato da sanguinamento a livello del cervello (ictus emorragico)
    • se ha o ha mai avuto un ictus causato da una causa sconosciuta
    • se ha avuto recentemente (negli ultimi 6 mesi) un ictus causato da un coagulo di sangue in un’arteria del cervello (ictus ischemico), a meno che non si tratti dell’ictus per il quale sta per essere trattato.

      Inoltre il medico non utilizzerà Actilyse per il trattamento di un ictus causato da un coagulo di sangue in un’arteria del cervello (ictus ischemico acuto)

    • se i sintomi dell’ictus sono insorti da più di 4,5 ore o se è possibile che i sintomi siano insorti da

      più di 4,5 ore, poiché non sa quando siano iniziati

    • se l’ictus sta causando solo sintomi molto lievi
    • se sono presenti segni di sanguinamento nel cervello
    • se ha avuto un ictus negli ultimi 3 mesi
    • se i sintomi stanno rapidamente migliorando prima di assumere Actilyse
    • se ha un ictus molto grave
    • se si sono verificati spasmi (convulsioni) quando l’ictus è cominciato
    • se il tempo di tromboplastina (un test che si effettua sul sangue per verificare il grado di coagulazione) è anormale. Questo test può essere anormale se lei ha assunto eparina (un medicinale utilizzato per diluire il sangue) nelle precedenti 48 ore
    • se è diabetico e ha mai avuto un ictus in precedenza
    • se il numero di piastrine (trombociti) del sangue è molto basso
    • se ha la pressione del sangue molto alta (superiore a 185/110) che può essere ridotta solo con medicinali somministrati per iniezione
    • se la quantità di zucchero (glucosio) nel sangue è molto bassa (inferiore a 50 mg/dl)
    • se la quantità di zucchero (glucosio) nel sangue è molto alta (superiore a 400 mg/dl)
    • se ha meno di 16 anni. (Per adolescenti di età pari o superiore a 16 anni vedere il paragrafo “Il medico farà particolare attenzione con Actilyse”).

      Il medico farà particolare attenzione con Actilyse

    • se ha avuto una qualsiasi reazione allergica diversa da una reazione allergica improvvisa pericolosa per la vita (ipersensibilità grave) al principio attivo alteplase, alla gentamicina (un residuo in tracce del processo produttivo), alla gomma naturale (chiamata anche lattice, contenuta nel materiale di confezionamento) o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6).

    • se soffre o ha recentemente sofferto di qualsiasi altra condizione che aumenti il rischio di sanguinamento, come:

      • piccole lesioni
      • biopsia (una procedura per prelevare un campione di tessuto)
      • puntura di un vaso maggiore
      • iniezione intramuscolare
      • massaggio cardiaco esterno
    • se è mai stato trattato in precedenza con Actilyse.
    • se ha più di 65 anni.
    • se ha più di 80 anni, può avere un esito sfavorevole indipendentemente dal trattamento con Actilyse. Tuttavia, in generale il beneficio-rischio di Actilyse in pazienti di età superiore a 80 anni è positivo e l'età da sola non rappresenta un ostacolo al trattamento con Actilyse.
    • se è un adolescente di età pari o superiore a 16 anni il beneficio rispetto ai rischi sarà

      attentamente valutato su base individuale per il trattamento dell'ictus ischemico acuto.

      Altri medicinali e Actilyse

      Informi il medico se sta assumendo o ha recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, compresi quelli senza prescrizione medica. È particolarmente importante che dica al medico se sta assumendo o ha recentemente assunto:

    • qualsiasi medicinale utilizzato per “diluire” il sangue, inclusi:

    • alcuni medicinali utilizzati per trattare la pressione del sangue elevata (ACE inibitori).

      Gravidanza, allattamento e fertilità

      Chieda consiglio al medico prima di prendere qualsiasi medicinale. Il medico le somministrerà Actilyse solo se il possibile beneficio è superiore al possibile rischio per il bambino.

      Actilyse può contenere gentamicina come residuo in tracce del processo produttivo; il confezionamento contiene gomma naturale (lattice).

  3. Come è somministrato Actilyse

    Actilyse sarà preparato e somministrato dal suo medico o da un operatore sanitario. Non è indicato per l’auto-somministrazione.

    Il trattamento con Actilyse deve essere iniziato il prima possibile dall’insorgenza dei sintomi. Vi sono tre diverse condizioni per le quali può essere somministrato questo medicinale: Attacco di cuore (infarto miocardico acuto)

    La dose somministrata dipende dal peso corporeo. La dose massima di Actilyse è di 100 mg, ma sarà più bassa in caso di peso corporeo inferiore a 65 kg.

    Può essere somministrata in due differenti modi:

    1. Schema di somministrazione in 90 minuti, per i pazienti trattati entro 6 ore dall’insorgenza dei sintomi.

      Esso consiste in:

      • un’iniezione iniziale di parte della dose di Actilyse in una vena

      • infusione della parte restante della dose nei successivi 90 minuti.

    2. Schema di somministrazione in 3 ore, per i pazienti trattati nelle 6 – 12 ore successive all’insorgenza dei sintomi.

    Esso consiste in:

    • un’iniezione iniziale di parte della dose di Actilyse in una vena
    • infusione della parte restante della dose nelle successive 3 ore.

      In aggiunta ad Actilyse il medico le somministrerà un altro medicinale per fermare la coagulazione del sangue, che le sarà somministrato il prima possibile dopo l’inizio del dolore al torace.

      Coaguli di sangue nelle arterie dei polmoni (embolia polmonare massiva acuta)

      La dose somministrata dipende dal peso corporeo. La dose massima di Actilyse è di 100 mg, ma sarà più bassa in caso di peso corporeo inferiore a 65 kg.

      La somministrazione solitamente consiste in:

    • un’iniezione iniziale di parte della dose in una vena
    • infusione della parte restante della dose nelle successive 2 ore.

      Dopo il trattamento con Actilyse, il medico inizierà (o riprenderà) la terapia con eparina (un medicinale per “diluire” il sangue).

      Ictus causato da un coagulo di sangue in un’arteria del cervello (ictus ischemico acuto)

      Actilyse deve essere somministrato entro 4,5 ore dai primi sintomi. Prima riceve Actilyse, maggiore è il beneficio che può trarre dal trattamento e minore è la probabilità che si verifichino effetti collaterali dannosi. La dose somministrata dipende dal peso corporeo. La dose massima di questo medicinale è di 90 mg, ma sarà più bassa in caso di peso corporeo inferiore a 100 kg.

      La somministrazione consiste in:

    • un’iniezione iniziale di parte della dose in una vena
    • infusione della parte restante della dose nei successivi 60 minuti.

      Nelle 24 ore successive al trattamento con Actilyse per un ictus non deve essere assunto acido acetilsalicilico. Se necessario il medico può praticarle un’iniezione di eparina.

      Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di Actilyse, si rivolga al medico o all’operatore sanitario.

  4. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Gli effetti indesiderati sotto descritti si sono verificati nelle persone trattate con Actilyse:

    Molto comune (si verifica in più di 1 paziente su 10 trattati con il medicinale)

    • insufficienza cardiaca – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • sanguinamento nel cervello (emorragia cerebrale) dopo il trattamento di un ictus causato da un coagulo di sangue in un’arteria del cervello (ictus ischemico acuto) – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • liquidi nei polmoni (edema polmonare)
    • sanguinamento del vaso sanguigno danneggiato (come ematoma)
    • bassa pressione del sangue (ipotensione)
    • dolore al torace (angina pectoris)

      Comune (si verifica in meno di 1 paziente su 10 trattati con il medicinale)

    • ulteriore attacco cardiaco
    • sanguinamento nel cervello (emorragia cerebrale) dopo il trattamento di attacchi cardiaci (infarto miocardico) – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • interruzione del battito cardiaco (arresto cardiaco) – può essere necessaria l’interruzione del

      trattamento

    • shock (pressione del sangue molto bassa) dovuto a insufficienza cardiaca – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • sanguinamento della gola
    • sanguinamento dello stomaco o dell’intestino, incluso vomito di sangue (ematemesi) o sangue nelle feci (melena o emorragia rettale), sanguinamento delle gengive
    • sanguinamento nei tessuti dell’organismo che causa lividi color porpora (ecchimosi)
    • sanguinamento dal tratto urinario o dagli organi riproduttivi, che può determinare la presenza di sangue nell’urina (ematuria)
    • sanguinamento o livido (ematoma) dove è stata effettuata l’iniezione

      Non comune (si verifica in meno di 1 paziente su 100 trattati con il medicinale)

    • sanguinamento a livello dei polmoni, come muco macchiato di sangue (emottisi) o sanguinamento nel tratto respiratorio – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • sanguinamento del naso (epistassi)
    • battito del cuore irregolare dopo che è stato ripristinato l’apporto di sangue al cuore
    • danno alle valvole del cuore (rigurgito mitralico) o alla parete che divide le zone del cuore (difetto del setto ventricolare) – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • ostruzione improvvisa di un’arteria nei polmoni (embolia polmonare), nel cervello (embolia

      cerebrale) e in tutte le altre aree del corpo (embolia sistemica)

    • sanguinamento a livello dell’orecchio
    • diminuzione della pressione del sangue

      Raro (si verifica in meno di 1 paziente su 1.000 trattati con il medicinale)

    • sanguinamento nel sacco membranoso che circonda il cuore (emopericardio) – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • sanguinamento interno nella parte posteriore dell’addome (sanguinamento retroperitoneale) –

      può essere necessaria l’interruzione del trattamento

    • formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni che possono muoversi verso altri organi (embolia). I sintomi dipenderanno dagli organi interessati
    • reazioni allergiche, per es. orticaria ed eruzione cutanea, difficoltà a respirare fino all’asma

      (broncospasmo), liquido sotto la pelle e le mucose (angioedema), bassa pressione del sangue o shock – può essere necessaria l’interruzione del trattamento

    • sanguinamento negli occhi (emorragia oculare)
    • mal di stomaco (nausea)

      Molto raro (si verifica in meno di 1 paziente su 10.000 trattati con il medicinale)

    • reazione allergica grave (per es. anafilassi pericolosa per la vita) – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • eventi che interessano il sistema nervoso centrale come:

      • crampi (convulsioni, attacchi convulsivi)
      • disturbi del linguaggio
      • confusione o delirio (confusione molto grave)
      • ansia accompagnata da irrequietezza (agitazione)
      • depressione

      • pensieri alterati (psicosi)

        Questi disturbi si verificano spesso in associazione ad un ictus causato da un coagulo di sangue o sanguinamento nel cervello.

        Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

    • sanguinamento degli organi interni, per es. sanguinamento a livello del fegato (emorragia epatica) – può essere necessaria l’interruzione del trattamento
    • formazione di coaguli di cristalli di colesterolo che possono muoversi verso altri organi

      (embolizzazione di cristalli di colesterolo). I sintomi dipenderanno dagli organi interessati – può essere necessaria l’interruzione del trattamento

    • emorragia che necessita di una trasfusione di sangue
    • vomito
    • aumento della temperatura corporea (febbre)

    Morte o invalidità permanente possono verificarsi in seguito a sanguinamento nel cervello o ad altri episodi gravi di emorragie.

    Segnalazione degli effetti indesiderati

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o all’infermiere. Può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una- sospetta-reazione-avversa. Segnalando gli effetti indesiderati può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  5. Come conservare Actilyse

    Di norma non le verrà chiesto di conservare Actilyse perché le sarà somministrato dal medico. Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non conservare a temperatura superiore ai 25°C. Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

    Actilyse non deve essere utilizzato dopo la data di scadenza che è riportata sull’etichetta del flaconcino e sulla scatola. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Soluzione ricostituita

    La stabilità della soluzione ricostituita è stata dimostrata per 24 ore a 2°C – 8°C e per 8 ore a 25°C.

    Da un punto di vista microbiologico, il prodotto deve essere utilizzato immediatamente dopo la ricostituzione. Se non utilizzato immediatamente, i tempi e le condizioni di conservazione dopo la ricostituzione prima dell’uso sono responsabilità dell’utilizzatore e normalmente non dovrebbero superare le 24 ore a 2°C – 8 °C.

  6. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Actilyse

    • Il principio attivo è alteplase. Ogni flaconcino contiene 20 mg (corrispondenti a 11.600.000 UI) o 50 mg (corrispondenti a 29.000.000 UI) di alteplase. Gli altri componenti sono arginina, acido fosforico (per l’aggiustamento del pH) e polisorbato 80.
    • Il solvente è acqua per preparazioni iniettabili.
    • Il tappo di gomma del materiale di confezionamento contiene gomma naturale (lattice).

      Descrizione dell’aspetto di Actilyse e contenuto della confezione

      Actilyse è una polvere e un solvente per soluzione iniettabile e per infusione.

      Ogni confezione contiene un flaconcino con la polvere e un flaconcino con il solvente.

      Actilyse è disponibile nelle seguenti confezioni:

    • Un flaconcino di polvere con 20 mg di alteplase, un flaconcino con 20 ml di solvente ed una cannula di trasferimento.
    • Un flaconcino di polvere con 50 mg di alteplase, un flaconcino con 50 ml di solvente ed una

cannula di trasferimento.

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate. Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio Boehringer Ingelheim Italia S.p.A.

Via Lorenzini, 8

20139 Milano

Produttore

Boehringer Ingelheim Pharma GmbH & Co. KG Birkendorfer Strasse 65

D-88397 Biberach/Riss Germania

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

—————————————————————————————————————————

Le informazioni seguenti sono destinate esclusivamente ai medici o agli operatori sanitari:

Tracciabilità

Per migliorare la tracciabilità dei medicinali biologici, devono essere chiaramente registrati nella cartella clinica del paziente il nome commerciale ed il numero di lotto del prodotto somministrato.

Ricostituzione

Per la ricostituzione alla concentrazione finale di 1 mg di alteplase/ml tutto il solvente fornito deve essere trasferito nel flaconcino contenente Actilyse polvere liofilizzata. A questo scopo è fornita nella confezione da 20 mg e da 50 mg una cannula di trasferimento.

Per la ricostituzione alla concentrazione finale di 2 mg di alteplase/ml deve essere utilizzata solo la metà del solvente fornito (come da tabella seguente). In questi casi si deve sempre utilizzare una siringa per trasferire la quantità necessaria di solvente nel flaconcino contenente Actilyse polvere liofilizzata.

Il contenuto di un flaconcino per uso iniettabile di Actilyse liofilizzato (10 mg o 20 mg o 50 mg) va disciolto, in condizioni asettiche, con acqua per preparazioni iniettabili secondo una delle seguenti modalità per ottenere una concentrazione finale di alteplase 1 mg/ml o alteplase 2 mg/ml:

Actilyse liofilizzato

20 mg

50 mg

(a) Volume di acqua sterile per preparazioni iniettabili da aggiungere al liofilizzato

20 ml

50 ml

Concentrazione finale:

1 mg/ml alteplase

1 mg/ml alteplase

(b) Volume di acqua sterile per preparazioni iniettabili da aggiungere al liofilizzato

10 ml

25 ml

Concentrazione finale:

2 mg/ml alteplase

2 mg/ml alteplase

La soluzione ricostituita deve quindi essere somministrata per via endovenosa. La soluzione ricostituita da 1 mg/ml può essere ulteriormente diluita con una soluzione sterile di sodio cloruro 9 mg/ml (0,9%) iniettabile fino ad una concentrazione minima di 0,2 mg/ml dal momento che non è possibile escludere la comparsa di torbidità nella soluzione ricostituita. Una ulteriore diluizione della soluzione ricostituita da 1 mg/ml con acqua sterile per preparazioni iniettabili o in generale, l’uso di soluzioni di carboidrati per infusione, ad es. destrosio, non sono raccomandati a causa dell’aumento della formazione di torbidità nella soluzione ricostituita. Actilyse non deve essere miscelato con altri medicinali nello stesso flaconcino per infusione (neanche con eparina).

Per le condizioni di conservazione, vedere paragrafo 5 di questo foglio illustrativo.

La soluzione ricostituita è esclusivamente per uso singolo. La soluzione non utilizzata deve essere eliminata.

Istruzioni per la ricostituzione di Actilyse

1

Ricostituire immediatamente prima della somministrazione.

<.. image removed ..>

2

Rimuovere la capsula di protezione presente sui due flaconcini contenenti acqua sterile e Actilyse liofilizzato, sollevandola con il pollice.

<.. image removed ..>

<.. image removed ..>

3

Pubblicita'

Tamponare la parte superiore in gomma di ciascun flaconcino con un batuffolo imbevuto di alcool.

<.. image removed ..>

4

Estrarre la cannula di trasferimento dalla confezione. Non disinfettare né sterilizzare la cannula di trasferimento in quanto è sterile. Rimuovere uno dei cappucci.

<.. image removed ..>

5

Posizionare il flaconcino di acqua sterile in posizione verticale su una superficie stabile. Posizionandosi subito sopra, forare il tappo di gomma verticalmente al centro con la cannula di trasferimento, premendo delicatamente ma con decisione, senza ruotare.

6

Tenere saldamente il flaconcino di acqua sterile e la cannula di trasferimento con una mano, utilizzando le due alette laterali.

Rimuovere il secondo cappuccio in cima alla cannula di trasferimento.

<.. image removed ..>

7

Tenere saldamente il flaconcino di acqua sterile e la cannula di trasferimento con una mano, utilizzando le due alette laterali.

Tenere il flaconcino di Actilyse liofilizzato sopra la cannula di trasferimento e posizionare la punta della cannula di trasferimento precisamente nel centro del tappo.

Direttamente dalla posizione precedente spingere il flaconcino con il liofilizzato verso il basso sulla cannula di trasferimento, perforando verticalmente il tappo di gomma, delicatamente ma con decisione, senza ruotare.

<.. image removed ..>

<.. image removed ..>

8

Invertire i due flaconcini e permettere all’acqua di defluire completamente nel liofilizzato.

<.. image removed ..>

9

Rimuovere il flaconcino dell’acqua vuoto insieme alla cannula di trasferimento.

Questi possono essere eliminati.

10

Prendere il flaconcino con Actilyse ricostituito e ruotarlo delicatamente per sciogliere eventuali residui di liofilizzato, senza agitare perché si avrebbe la formazione di schiuma.

Se sono presenti bolle, lasciare riposare la soluzione per alcuni minuti per farle scomparire.

<.. image removed ..>

<.. image removed ..>

11

La soluzione consiste di Actilyse 1 mg/ml. Deve essere trasparente, da incolore a giallo chiaro e non deve contenere particelle.

12

Prelevare la quantità necessaria utilizzando un ago e una siringa.

Per evitare perdite, non utilizzare il punto forato con la cannula di trasferimento.

<.. image removed ..>

13

Utilizzare immediatamente. Eliminare la soluzione non utilizzata.

Posologia e modo di somministrazione

Infarto miocardico acuto

Posologia

  1. Regime di somministrazione in 90 minuti (accelerato) nei pazienti con infarto miocardico acuto, nei quali il trattamento può essere iniziato entro 6 ore dall'insorgenza della sintomatologia:

    Nei pazienti con peso corporeo ≥ 65 kg:

    Volume da somministrare in base alla concentrazione di alteplase

    1 mg/ml

    2 mg/ml

    15 mg come bolo endovenoso, immediatamente seguito da

    15 ml

    7,5 ml

    50 mg come infusione endovenosa a velocità costante nei primi 30 minuti, immediatamente seguita da

    50 ml

    25 ml

    35 mg come infusione endovenosa a velocità costante nei successivi 60 minuti, fino alla dose massima totale di 100 mg

    35 ml

    17,5 ml

    Nei pazienti con peso corporeo < 65 kg la dose totale va aggiustata come segue:

    Volume da somministrare in base alla concentrazione di alteplase

    1 mg/ml

    2 mg/ml

    15 mg come bolo endovenoso, immediatamente seguito da

    15 ml

    7,5 ml

    0,75 mg/kg peso corporeo come infusione endovenosa a velocità costante nei primi 30 minuti, immediatamente seguita da

    0,75 ml/kg peso corporeo

    0,375 ml/kg peso corporeo

    0,5 mg/kg peso corporeo come infusione endovenosa a velocità costante nei successivi 60

    0,5 ml/kg peso corporeo

    0,25 ml/kg peso corporeo

    minuti

  2. Regime di somministrazione in 3 ore, per i pazienti con infarto miocardico acuto, nei quali il trattamento può essere iniziato nel periodo compreso tra 6 e 12 ore dopo l'insorgenza della sintomatologia:

Nei pazienti con peso corporeo ≥ 65 kg:

Volume da somministrare in base alla concentrazione di alteplase

1 mg/ml

2 mg/ml

10 mg come bolo endovenoso, immediatamente seguito da

10 ml

5 ml

50 mg come infusione endovenosa a velocità costante nella prima ora, immediatamente seguita da

50 ml

25 ml

40 mg come infusione endovenosa a velocità costante nelle successive 2 ore, fino ad una dose massima totale di 100 mg

40 ml

Pubblicita'

20 ml

Nei pazienti con peso corporeo <65 kg:

Volume da somministrare in base alla concentrazione di alteplase

1 mg/ml

2 mg/ml

10 mg come bolo endovenoso, immediatamente seguito da

10 ml

5 ml

un’infusione endovenosa a velocità costante nelle successive 3 ore fino ad una dose massima totale di 1,5 mg/kg di peso corporeo

1,5 ml/kg peso corporeo

0,75 ml/kg peso corporeo

Terapia aggiuntiva: La terapia antitrombotica aggiuntiva è raccomandata in accordo alle attuali linee guida internazionali di trattamento relative alla gestione dei pazienti con infarto miocardico con elevazione del tratto ST.

Modo di somministrazione

La soluzione ricostituita deve essere somministrata per via endovenosa ed è per uso immediato. Embolia polmonare acuta massiva

Posologia

Nei pazienti con peso corporeo ≥ 65 kg:

Una dose totale di 100 mg di alteplase deve essere somministrata in 2 ore. La maggior parte dell'esperienza di impiego del farmaco si riferisce al seguente regime di somministrazione:

Volume da somministrare in base alla concentrazione di alteplase

1 mg/ml

2 mg/ml

10 mg come bolo endovenoso nei primi 1-2 minuti, immediatamente seguito da

10 ml

5 ml

90 mg come infusione endovenosa a velocità costante nelle

90 ml

45 ml

successive due ore fino alla dose massima totale di 100 mg

Nei pazienti con peso corporeo <65 kg:

Volume da somministrare in base alla concentrazione di alteplase

1 mg/ml

2 mg/ml

10 mg come bolo endovenoso nei primi 1-2- minuti, immediatamente seguito da

10 ml

5 ml

un’infusione endovenosa a velocità costante nelle successive 2 ore fino ad una dose massima totale di 1,5 mg/kg di peso corporeo

1,5 ml/kg peso corporeo

0,75 ml/kg peso corporeo

Terapia aggiuntiva: Dopo trattamento con Actilyse, la terapia con eparina deve essere iniziata (o ripresa) quando i valori dell’aPTT sono inferiori al doppio del limite superiore normale. L'infusione deve essere regolata per mantenere l’aPTT fra 50 – 70 secondi (da 1,5 a 2,5 volte il valore di riferimento).

Modo di somministrazione

La soluzione ricostituita deve essere somministrata per via endovenosa ed è per uso immediato. Ictus ischemico acuto

Il trattamento deve essere effettuato esclusivamente sotto la responsabilità ed il controllo di un medico addestrato ed esperto nella cura delle patologie neurovascolari, vedere i paragrafi 4.3 controindicazioni e 4.4 avvertenze speciali/precauzioni di impiego del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto.

Il trattamento con Actilyse deve essere iniziato il prima possibile entro 4,5 ore dall'insorgenza dei sintomi (vedere paragrafo 4.4 del RCP). Oltre le 4,5 ore dall’insorgenza dei sintomi dell’ictus, il rapporto beneficio/rischio associato alla somministrazione di Actilyse è negativo e pertanto non deve essere somministrato (vedere paragrafo 5.1 del RCP).

Il trattamento con Actilyse deve essere iniziato il prima possibile entro 4,5 ore dall'insorgenza dei sintomi (vedere paragrafo 4.4 del RCP). Oltre le 4,5 ore dall’insorgenza dei sintomi dell’ictus, il rapporto beneficio/rischio associato alla somministrazione di Actilyse è negativo e pertanto non deve essere somministrato (vedere paragrafo 5.1 del RCP).

Posologia

La dose raccomandata totale è di 0,9 mg di alteplase/kg peso corporeo (massimo di 90 mg), iniziando con il 10% della dose totale come bolo endovenoso iniziale, immediatamente seguito dal resto della dose totale somministrata come infusione endovenosa per 60 minuti.

TABELLA POSOLOGICA PER L’ICTUS ISCHEMICO ACUTO

Utilizzando la concentrazione standard raccomandata di 1 mg/ml, il volume (ml) da somministrare è uguale al dosaggio raccomandato (mg)

Peso (kg)

Dose totale (mg)

Dose in bolo (mg)

Dose di infusione* (mg)

40

36,0

3,6

32,4

Pubblicita'

42

37,8

3,8

34,0

44

39,6

4,0

35,6

46

41,4

4,1

37,3

48

43,2

4,3

38,9

50

45,0

4,5

40,5

52

46,8

4,7

42,1

54

48,6

4,9

43,7

56

50,4

5,0

45,4

58

52,2

5,2

47,0

60

54,0

5,4

48,6

62

55,8

5,6

50,2

64

57,6

5,8

51,8

66

59,4

5,9

53,5

68

61,2

6,1

55,1

70

63,0

6,3

56,7

72

64,8

6,5

58,3

Pubblicita'

74

66,6

6,7

59,9

76

68,4

6,8

61,6

78

70,2

7,0

63,2

80

72,0

7,2

64,8

82

73,8

7,4

66,4

84

75,6

7,6

68,0

86

77,4

7,7

69,7

88

79,2

7,9

71,3

90

Pubblicita'

81,0

8,1

72,9

92

82,8

8,3

74,5

94

84,6

8,5

76,1

96

86,4

8,6

77,8

98

88,2

8,8

79,4

100+

90,0

9,0

81,0

*somministrata nella concentrazione di 1 mg/ml per 60 min come infusione a velocità costante.

Terapia aggiuntiva: La sicurezza e l’efficacia di questo schema terapeutico con la somministrazione contemporanea di eparina o di inibitori dell’aggregazione delle piastrine come l’acido acetilsalicilico entro le prime 24 ore dall’insorgenza dei sintomi non sono state sufficientemente valutate. Pertanto, la somministrazione di eparina per via endovenosa o di inibitori dell’aggregazione delle piastrine come l’acido acetilsalicilico deve essere evitata nelle prime 24 ore dopo il trattamento con Actilyse per il maggior rischio di emorragia. Se l’eparina è richiesta per altre indicazioni (per esempio prevenzione della trombosi venosa profonda), la dose non deve eccedere le 10.000 UI al giorno, e deve essere somministrata per via sottocutanea.

Modo di somministrazione

La soluzione ricostituita deve essere somministrata per via endovenosa ed è per uso immediato.

Popolazione pediatrica

Vi è un’esperienza limitata sull’uso di Actilyse nei bambini e negli adolescenti. Actilyse è controindicato per il trattamento dell’ictus ischemico acuto nei bambini e negli adolescenti di età inferiore a 16 anni (vedere paragrafo 4.3 del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto). La dose per gli adolescenti di età compresa tra 16 e 17 anni è uguale a quella utilizzata per gli adulti (vedere il paragrafo 4.4 del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto per le raccomandazioni relative alle tecniche di imaging da utilizzare in precedenza).

Gli adolescenti di età pari o superiore a 16 anni devono essere trattati in accordo alle istruzioni previste per la popolazione adulta dopo esecuzione di imaging mediante tecniche appropriate per escludere altre patologie che possono mimare l’ictus e per confermare l'occlusione arteriosa relativa al deficit neurologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: