infezione da corallo?

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
kolomi
1 Stella
1 Stella
Messaggi: 11
Iscritto il: mar ott 19, 2004 10:09 pm

infezione da corallo?

Messaggio da kolomi » gio set 13, 2007 6:58 pm

Alla fine del mese di agosto sono stato nel mar rosso e un giorno ho preso un corallo (che era già spezzato) dal fondo del mare per vederlo più da vicino. Lo stesso è venuto a contatto con la mia pelle, e dopo poco mi ha procurato del fastidioso prurito e si è formato nella zona un po' di eritema. Passato il prurito già il giorno dopo non ci ho fatto più tanto caso. Ora noto che a distanza di 3 settimane è ancora presente nella zona un po' di eritema.
Devo fare qualcosa per eliminarlo? So che il corallo vivo può provocare anche granulomi, ma il mio che era un pezzetto già staccato (quindi morto?) poteva causare infezioni?
Per inciso nella stessa giornata, la sera, ho avuto la febbre a 39 e diarrea, io non ho pensato assolutamente che potesse essere dovuto al corallo stesso, posso essermi sbagliato?
Scusate se mi sono dilungato, spero di essere stato sufficientemente chiaro, grazie.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mar set 18, 2007 5:28 pm

I coralli sono Celenterati che vivono in colonie e sono costituiti da una struttura calcifica arborescente. Come tutti i Celenterati, sono dotati di un apparato di difesa/offesa, il nematocisti, contenente una o piu' tossine. Il contatto con il corallo puo' causare una varietà di dermatiti, non molto comuni nel mediterraneo ma piuttosto comuni nel Mar Rosso e nel Mar dei Caraibi. La superficie del corallo inoltre è ricoperta di una parte organica viva, che viene facilmente strappata via dalle strutture rigide ed abrasive sottostanti e depositata sulla abrasione o nel taglio. Questo prolunga notevolmente il tempo di cicatrizzazione e provoca frequentemente infiammazione e, occasionalmente, infezione. Queste lesioni possono impiegare settimane ed anche mesi per guarire.

Rispondi