Pagina 1 di 1

antiaggregante tiklid

Inviato: mar nov 16, 2004 5:45 pm
da sailing
<font face="Verdana"></font id="Verdana"><font color="navy"></font id="navy">

Ormai sono già 4 anni abbondanti che assuno il tiklid, tutto è successo così di fretta che non ho realizzato subito quello che mi stava succedendo, so solo che devo prenderlo e la mia vita è condizionata da questo farmaco. Scrivo perchè cerco delle risposte semplici, pratiche. Inizialmente mi hanno somministrato 2 pastiglie al giorno di tiklid, quando andavo a comperarle il farmacista mi guardava sgomento, lì avevo iniziatoa capire che c'era qualche cosa di serio, o meglio da dover stare attenta, si, ma quanto attenta? Prima domanda: sono una subacquea da più di 20 anni, 2 anni fa dopo un'immersione dai 20/25 mt regolare, quando sono uscita mi sono ritrovata con dei lividi ENORMI, mi sono spaventata, perchè? Allora non le posso più fare? La stessa cosa mi è successa dopo un'esposizione al sole di qualche ora calda. Possibile che non possa farci nulla, mi vergogno sono sempre una femminuccia che amo prendere il sole, fare sport e.... portare le gonne. Ormai sembra un utopia che io possa indossare una gonna senza lividi, si, perchè nè ho diversi,piccoli ma ci sono sempre.
Seconda domanda: se volessi far togliere una vena morta in superficie x un incidente in motorino, e togliere qualche vena ( con sclerosanti? Non credo di poterlo fare vero?) Cosa e dove posso fare qualche cosa per le mie gambe?(vivo a Roma) Debbo essere segnata a vita x ogni cosa?
Terza domanda: molti anni fa assumento l'AULIN, scoprii che forse ero intollerante o allergica perchè mi portarono all'ospedale con le mani che si gonfiavano come salsicce e prurito, possibile che già allora c'era stato un segno di qualche cosa che non era "giusto"? La stessa cosa l'ho vissuta dopo un intervento chirurgico in anestesia locale con la spinale, al risveglio della parte addormentata bè..... mancava un pezzo, il piede non lo sentivo più, e così x qualche giorno, mi diagnosticarono una flebite da intervento. Anche lì un segnale non visto?
Quarta domanda: faccio spesso viaggi anche intercontinentali, devo o non devo prenderla la pastiglia prima del viaggio? Meglio lasciarla perdere visto la presurizzazione oppure al contrario ne devo prendere una in più?
Perdonate il "poema", ma le queste domande servono solo x tranquillizzarmi un pò visto che x una semplice piccola pastiglia, ci sono così tanti dubbi ( e tanti altri ancora).
Grazie x avermi letto, buon lavoro

Inviato: mar nov 16, 2004 7:05 pm
da Heise IT-Markt [Crawler]
Cara Sailing,

per risponderti avrei bisogno di sapere perchè prendi il Tiklid, cosa ti è stato diagnosticato, quanti anni hai, quali esami hai fatto per arrivare alla diagnosi...fammi sapere!

Ciao!

Inviato: dom dic 12, 2004 5:37 pm
da Heise IT-Markt [Crawler]
Cara Sailing, preferisco risponderti sul forum, altrimenti perdo il filo...

Dunque ti è stato diagnosticato uno "stato trombofilico"...perdonami, ma è una diagnosi sintomatica che non vuol dir nulla: è come dire che ti è stata diagnosticata uno "stato infettivo"...si, ma da che? tifo? colera? influenza? morbillo?...[?]La terapia che segui è giustificata nel caso di forte rischio di trombosi venose profonde oppure nel rischio di trombosi arteriosa...ma non mi è chiaro in cosa consiste il tuo "stato trombofilico", visto e considerato anche che affermi di non aver mai avuto alcun disturbo...

Mi dispiace, ma servirebbero dei dati un po' più precisi.
In ogni caso, se hai dei dubbi, perchè non consulti un secondo (...o terzo) ematologo?

Saluti!