Uso di canapa indiana

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
ReverendaManson
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: gio mar 02, 2006 6:06 pm

Uso di canapa indiana

Messaggio da ReverendaManson » gio mar 02, 2006 4:13 pm

Ciao a tutti...sarò molto breve ma spero che qualcuno mi possa in qualche modo aiutare!!!il dottore mi ha detto che ho un infezione vaginale e che devo fare l'esame dell'urina e fin qua ci siamo..e volevo sapere:Se si fà uso di canapa indiana nell'esame dell'urine si vede[?]e se è sì,dopo la mia ultima sigaretta di canpa indiana quanto bisogna aspettare in modo che nelle analisi non riusulti la presenza di cannabinoidi?é vero che con il limone e il latte si può far sparire questa presenza?

Vi prego qualcuno mi dia delle risposte!

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun mar 06, 2006 8:58 am

A causa della loro elevata liposolubilità, il D-9-tetraidrocannabinolo (THC) ed i suoi metaboliti si accumulano nei tessuti adiposi e vengono eliminati dall'organismo molto più lentamente rispetto ad altre sostanze. Il principale metabolita, il 11-nor-D-9-THC-acido carbossilico, può essere rilevato nelle urine per 4-6 giorni dopo un uso acuto di cannabis e per 20-30 giorni dopo un uso cronico. Quindi se la tua sigaretta è stata una fumata occasionale, dopo una settimana non dovrebbe più esservi traccia nelle urine, altrimenti deve passare un mesetto.
Di latte e limone non ho mai sentito parlare...

Ciao!

Rispondi