cisti di naboth

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
emanuela
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 3
Iscritto il: gio apr 06, 2006 4:37 pm

cisti di naboth

Messaggio da emanuela » gio apr 06, 2006 3:45 pm

Che cosa sono di preciso le cisti di naboth,come si formano, sono gravi? e l'epitelio sottile bianco nel collo dell'utero da cosa e dovuto ed è grave?<font size="2"></font id="size2"><font size="3"></font id="size3"><font color="green"></font id="green"><font face="Arial Black"></font id="Arial Black">

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » ven apr 07, 2006 7:51 am

Le cisti di Naboth sono delle semplici "cisti da ritenzione" delle ghiandole cervicali: il contenuto liquido di queste ghiandole, non viene secreto all'esterno e si accumula all'interno formando una raccolta di nessun significato patologico.

Per quanto riguarda invece l' "epitelio bianco sottile", si tratta di un'area visibile in colposcopia sull’ esocervice, con aspetto biancastro, opaco, pianeggiante e regolare, a significato patologico, facente parte dell’ ANTZ G1, termine usato nella classificazione colposcopica per descrivere quadri patologici ("ANTZ = Zona di Trasformazione Atipica", G1 è il grado di atipia che va da G0 a G2).

Il protocollo prevede che in presenza di ANTZ G1 o G2 sia effettuata una biopsia. Se la biopsia mostra un quadro LSIL( o CIN1) (Lesione intraepiteliale Squamosa di Basso Grado), si farà un controllo a 3 mesi e poi un follow-up ogni 6 mesi, se invece la biopsia dimostrasse una lesione HSIL (o CIN2- CIN3)(Lesione intraepiteliale squamosa di alto grado), si procederà ad una escissione cilindrica diagnostica (conizzazione) e ad eventuale protocollo oncologico adeguato in caso di conferma della diagnosi.

Saluti!

Rispondi