Urge risposta grazie CALCIFICAZIONE AORTA ADDOMIN

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
Marigna
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 9
Iscritto il: mar ago 24, 2004 5:12 pm

Urge risposta grazie CALCIFICAZIONE AORTA ADDOMIN

Messaggio da Marigna » lun mag 29, 2006 4:03 pm

Mio marito, 61 anni, è stato sottoposto a Rx colonna completa:
megapofisi trasverse di c7.condizione di spondilouncoartrosi con accentuazione osteofitosica dei corpi vertebrali e con riduzione degli spazi articolari del tratto cervicale e di L5/S1
Grossolana riduzione in altezza dei corpi vertebrali di D8, D10, edi L1 come per crollo vertebrale di natura osteoporotica.
<font color="red"><font size="6"><font face="Andale Mono"><b>Calcificazione dell'aorta addominale.</b></font id="Andale Mono"></font id="size6"></font id="red">Ha già prenotato una visita da un fisiatra Può dirmi per cortesia da chi dovrebbe andare per il problema dell'aorta e quali disturbi può causare la calcificazione? La ringrazio infinitamente.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun mag 29, 2006 8:05 pm

All'età di 61 anni, la calcificazione dell'aorta addominale è normale, purchè non vi siano placche ateromasiche che ostruiscono il lume o dilatazioni del calibro dell'aorta.

Saluti!

Marigna
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 9
Iscritto il: mar ago 24, 2004 5:12 pm

Messaggio da Marigna » mar mag 30, 2006 4:32 pm

Grazie per la risposta: ora ci sentiamo più tranquilli.
Purtroppo i problemi sono tanti: soffre di ipertensione che non si riesce a normalizzare e di colesterolo alto. Assume 2 dilatrend, 2 zanedip, 1 combisartan e 1 torvast. Ha spesso mal di schiena. Periodicamente e specie in questi ultimi giorni si sente stanco ed affaticato pur essendo a riposo. Da cosa potrà dipendere? Dai medicinali o dall'aorta calcificata? A giorni verrà sottoposto ad ecografia addominale. Speriamo bene.
Di nuovo grazie e a presto.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mer mag 31, 2006 10:06 am

La stanchezza è piuttosto comune nell'iperteso in trattamento e può anche essere un buon segno, indicando che la pressione sta diminuendo. L'organismo dell'iperteso infatti è abituato a livelli pressori elevati e quando la pressione diminuisce, anche se rimane nella norma, può dare astenia.
Per l'ipercolesterolemia non dovrebbero esservi problemi: si può aumentare il dosaggio della atorvastatina (Torvast) oppure passare ad altre statine come ad esempio la rosuvastatina (Provisacor).

Saluti

Rispondi