gozzo tiroideo

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
eleton
1 Stella
1 Stella
Messaggi: 11
Iscritto il: mar mag 04, 2004 4:27 pm

gozzo tiroideo

Messaggio da eleton » mer mag 05, 2004 9:08 am

<font face="Verdana"><font size="2"><font color="purple"> Gentile dottore, ho conosciuto il vostro sito per caso cercando notizie sui formicolii alle mani (post di ieri) e devo dire che è molto bello quello che fa con questo forum. Dà una sorta di tranquillità sapere di poter contare su qualcuno del campo che all'occorrenza ti può dare dei consigli o chiarire i tuoi dubbi. Grazie! [:)] Ed oggi eccomi qui a porLe un altro quesito che mi preoccupa non poco. Si tratta di mia madre. Le hanno diagnosticato un gozzo tiroideo che, da quello che ho capito, si è sviluppato internamente alla trachea (in effetti non ha nessun rigonfiamento visibile). All'ultima visita le hanno detto che sarebbe meglio intervenire chirurgicamente togliendo la tiroide per evitare che in età più avanzata (ha 74 anni) possa darle dei problemi. Io sono molto preoccupata. Ho cercato di documentarmi in internet ma non ho trovato nulla di esauriente e, nella mia ignoranza, ho paura che togliere la tiroide possa provocare seri scompensi ormonali (ho sentito di persone con gravi problemi alla tiroide che, una volta tolta, sono state peggio). Premetto che al momento mia madre non ha particolari disturbi dovuti alla tiroide, anche a detta dell'endocrinologo che l'ha visitata. Allora mi chiedo: è il caso di andare a stuzzicare il can che dorme? Non è possibile fare una cura per ridurre le dimensioni del gozzo? Capisco che senza avere maggiori dettagli non sia possibile una risposta precisa, ma ho talmente tanta confusione [:(] che già sarebbe qualcosa se Lei potesse chiarirmi i dubbi per quanto riguarda le mie perplessità sull'eventuale intervento. Grazie mille per la Sua disponibilità.
Eleonora </font id="size2"></font id="Verdana"></font id="purple">

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » gio mag 06, 2004 6:20 pm

IN effetti i dati che mi fornisci sono un po' pochini. Per gozzo infatti si intende un aumento di volume della tiroide e si parla di "gozzo immerso" quando il volume della tiroide diventa notevole ma la ghiandola anzichè diventare prominente anteriormente (dando la classica deformazione del collo), si "immerge" in basso nel mediastino, lungo la trachea (ma sempre all'esterno e MAI dentro la trachea!). Il gozzo rappresenta sempre e comunque il risultato di un disturbo ormonale (quindi la tua paura di provocare "scompensi ormonali" non è giustificata in quanto tali scompensi già esistono) che può essere sia un Ipertiroidismo (cioè la tiroide che funziona troppo) sia un ipotiroidismo (la tiroide non funziona a sufficienza). Il gozzo può essere "tossico" se la tiroide produce troppo ormone o "non tossico" se i tassi ormonali sono nella norma, nodulare o non nodulare, oppure semplice.
Il gozzo semplice è il più diffuso ed è dovuto ad una ridotta funzione della tiroide che provoca una iperproduzione di TSH (Ormone Stimolante la Tiroide) da parte dell' Ipofisi per mettere "sotto sforzo" la tiroide e costringerla a produrre una quantità di ormone sufficiente. Nel sangue gli ormoni sono quindi nella norma, però la continua stimolazione della tiroide porta ad un aumento del volume della ghiandola, spesso con noduli (gozzo nodulare).
Ora no so quale sia la situazione di mamma, tuttavia su una tiroide cronicamente ed eccessivamente ingrandita, la terapia medica può molto poco. Se fosse un ipotiroidismo compensato si potrebbe tentare una terapia con Eutirox (l'ormone abitualmente prodotto dalla tiroide), per ingannare l'ipofisi costringendola a smettere di produrre TSH e mettendo quindi a riposo la tiroide. Questo in genere si traduce in una diminuzione di volume della ghiandola.
Devi affidarti ad un endocrinologo di fiducia perchè, come avrai capito, l'argomento è piuttosto complesso, ma non avere timore dell'intervento: una tiroide di quelle dimensioni è già sicuramente non ben funzionante!

Rispondi