Ecocolordoppler e cardioaspirina

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
njiko06
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: gio nov 09, 2006 4:18 pm

Ecocolordoppler e cardioaspirina

Messaggio da njiko06 » gio nov 09, 2006 2:20 pm

Ho 51 anni e per motivi di instabilità e senso di sbandamento che avverto ormai da 16 anni, il mio medico curante mi ha consigliato di fare una ecocolordoppler il cui risultato è il seguente:

Profili velocimetrici sisto-diastolici compatibili con quadro di più che iniziale angiosclerosi.
Ispessimenti intimali di modesta entità.
Normale l’emergenza dei TSA.
A destra: carotide comune, interna ed esterna pervie e prive di lesioni stenosanti.
A sinistra: presenza piccola placca fibrosa presso la parete posteriore del bulbo carotideo determinante stenosi del 5-10 % circa.
Interna ed esterna pervie nel tratto indagabile.
Arterie vertebrali a flusso encefalopeto corretto.

Tutti gli esami del sangue e delle urine sono perfetti: Colesterolo Tot, HDL, LDL ecc.
Svolgo quotidianamente attività fisica.

Sempre il mio medico curante, avendo letto i risultato di cui sopra, mi ha consigliato di prendere ogni giorno una cardioaspirina da 100.
Vi chiedo: è lecito prendere questa medicina , a vita, per il problema evidenziato dall’ecocolordoppler?
Ci sono controindicazioni per tale medicina?

Grazie e cordiali saluti

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » ven nov 10, 2006 7:49 am

La terapia con cardioaspirina è indicata nella prevenzione primaria (cioè prima che si instauri un danno a qualche organo o al sistema arterioso) quando il rischio cardiovascolare (calcolabile con appositi programmi presenti anche in questo sito) è superiore al 20 % a 10 anni; è poi indicata sempre nella prevenzione secondaria e cioè quando è già presente un danno d'organo, per prevenirne uno più grave.
La tua situazione ricade in questa seconda indicazione in quanto una placca ateromasica carotidea, sia pure ancora non emodinamicamente significativa, rappresenta un "danno s'organo" vero e proprio.
E' giusta quindi la scelta del tuo medico curante. D'altra parte la cardioaspirina corrisponde ad 1/5 di compressa di aspirina normale e l'unico effetto collaterale da considerare è la possibilità di gastrite erosiva che può portare anche ad emorragia gastrica. E' tuttavia sufficiente segnalare al medico ogni sintomo gastrico (bruciore, dolore) perchè è possibile trattare facilmente la gastrite da FANS con appositi prodotti.
Considera comunque che il tuo rischio cardiovascolare è superiore al rischio di effetti coolaterali.

Saluti!

francesco1976
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: lun mag 11, 2009 9:08 am

Messaggio da francesco1976 » lun mag 11, 2009 8:15 am

salve volevo sapere se con il ventricolo sinistro funzionante il 20% dopo aver fatto ecodopler volevano subito andare a conclusioni di mettere un defribrillatore interno o pure un teismeicker volevo sapere se c'e una cura alternativa o e cosi tato grave la mia patologia e cardiopatia dilatativa si puo curare o no ma sono in panne chiedo aiuto

Rispondi