TASL

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
EMY1980
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: lun nov 27, 2006 11:26 pm

TASL

Messaggio da EMY1980 » lun nov 27, 2006 9:27 pm

BUONASERA SONO UNA RAGAZZA DI 26 ANNI MADRE DI DUE FIGLI E NELLA PRIMA GRAVIDANZA CHE RISALE A 5 ANNI FA MI HANNO RILEVATO IL BATTERIO DELLO STREPTOCOCCO HO FATTO UNA CURA ANTIBIOTICA E GUARI'.DA 2 ANNI SOFFRO DI DOLORI ALLO STOMACO DOVUTI DA ANSIA NERVOSA HO FATTO VARIE CURE MA NULLA DI SODDISFACENTE,QUESTI PROBLEMI MIHANNO PORTATO ANCHE AD AVERE FORTI DOLORI ALLA SCHIENA AL COLLOALLE BRACCIA, E IL MEDICO DICE CHE SONO TUTTI MUSCOLI TESI. HO PRESO ANTINFIAMMATORI CHE NON MI HANNO RISOLTO IL PROBLEMA.UN ANNO FA DOPO SEI TONSILLITI E CONTINUE CURE DI ANTIBIOTITCI SONO STATA OPERATA ALLE TONSILLE PENSANDO CHE IL PROBLEMA "GOLA" E POSSIBILI DOLORI REUMATICI FOSSERO FINITI INVECE...ORA HO FATTO GLI ESAMI DEL SANGUE E IL T.A.S.L RISULTA 684.I VALORI REUMATOIDI SONO OK.A GIORNI DEVO FARE IL TAMPONE FARINGEO+EV. ANTIBIOGRAMMA E LA VISITA DALL INTERNISTA. VORREI SAPERE COSA COMPORTA TUTTO QUESTO AL MIO ORGANISMO E COSA POSSO FARE PER STAR MEGLIO PERCHE OGNI GIORNO NE HO UNA E NON VIVO PIU'. GRAZIE MILLE.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mar dic 12, 2006 12:45 pm

Il TAS (Titolo Anti-Streptolisinico) è il dosaggio degli anticorpi anti-Streptococco beta emolitico di Guruppo A.
Il fatto di averlo elevato significa che si sono avute (anche nel passato) ripetute infezioni da questo germe. Tali infezioni sono comunissime e solo in rarissimi casi possono provocare il Reumatisco Articolare Acuto che è una malattia ben specifica e con sintomi molto caratteristici, e non semplicemente "doloretti articolari" come nei cosiddetti "reumatismi".
Dai sintomi che descrivi è assai improbabile che si tratti di RAA: seguirei i consigli del tuo medico curante.

Saluti!

robyc
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: ven dic 15, 2006 3:46 pm

Messaggio da robyc » ven dic 15, 2006 1:53 pm

Ciao a tutti,
scusate avrei una domanda da porvi circa l'ASLO o TAS.
Mia figlia (6 anni) sono ormai piu' di un paio d'anni che soffre di tonsilliti frequentemente. Ha anche problemi alle adenoidi che sono ingrossate anch'esse. Anche le tonsille sono ipertrofiche. I pediatri dicono d aspettare ma ultimamente le ho fatto fare su impegnativa di un otorino esami medici specifici.
Nei referti risulta un valore altissimo di TAS: 1028
VES regolare e tampone faringeo negativo.
Visto che non ho avito modo ancora di sentire l'otorino gradirei avere una risposta da qualcuno di competente.
Mi chiedo cosa significhe un valore di TAS cosi' alto. Occorre secondo voi un intervento urgente di tonsillectomia?
Mia figlia ha disturbi nel sonno, apnea notturna, enuresi notturna, e spesso si ammala con febbre alta e chiaramente infiammazione alla gola.
Non possiamo mica andare avanti cosi usando sempre antibiotici? Secondo me asportare tonsille e adenoidi sarebbe la soluzione di tali problemi.
Cosa ne pensate?

ciao e grazie

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » ven dic 15, 2006 2:07 pm

Cara robyc, sono d'accordo con te. Il TAS così elevato testimonia di numerose infezioni da Streptococco beta-emolitico, l'ultima delle quali sicuramente piuttosto recente. Poichè, sia pure in casi rari, lo Streptococco può portare a malattie piuttosto serie, qui le scelte sono due: o mettere la bambina in profilassi antibiotica con penicillina o derivati (cefalosporine) oppure sottoporla a tonsillectomia (e magari adenoidectomia).
Purtroppo anche in medicina si va spesso a "mode". Quando ero piccolo io (ormai molti decenni fa, ahime![V]) le tonsille si toglievano praticamente a tutti (un po' come la circoncisione presso gli ebrei), oggi si tende a non toglierle mai perchè da adulti tendono ad atrofizzarsi e quindi a cessare i problemi collegati alla loro ipertrofia.
Secondo me, come sempre, la cosa migliore è il giusto mezzo. Viste le frequenti infezioni, vista la apnea notturna, vista l'insonnia sarebbe opportuno operarla. Per l'urgenza non ti preoccupare: non esiste la "tonsillectomia d'urgenza": è un intervento che si può programmare tranquillamente e senza affanni, aspettando il momento migliore anche per la piccola.

Saluti!

Rispondi