Candidosi o streptococco?

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
nymeria
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: gio feb 08, 2007 1:24 pm

Candidosi o streptococco?

Messaggio da nymeria » gio feb 08, 2007 11:34 am

Salve a tutti,

il mio problema è abbastanza banale ma mi perseguita da diversi anni e da una settimana il mistero s'è fatto più fitto. Mi spiego.

Circa 4 anni fa mi è stata diagnosticata una fortissima candidosi curata con le solite lavande e con lo sporanox. Dopo un lieve miglioramento la candida è tornata più forte di prima. Nuovo tampone un anno dopo, nuova diagnosi e cura e nuovo nulla di fatto.
A questo punto mi sono arresa: mi sono tenuta perdite biancastre (ma non bruciori nè pruriti) per un altro anno fino a che non mi decido a cambiare laboratorio analisi. E qui la novità: dopo l'ennesimo tampone scopro che la candida non c'è, ma ci sono colonie di streptoccocco spp di gruppo D.

La cosa mi lascia stupita perchè per anni il tampone ha mostrato la presenza di candida e ad oggi, con gli stessi sintomi (perdite biancastre), arriva lo streptococco... sono nel panico!
Due domande a questo punto: devo rifare il tampone tanto per capire dove sta la verità? E ancora, questo streptococco dove posso averlo contratto? Come si trasmette a terze persone?

Grazie mille della pazienza [:)]
-Nymeria

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » gio feb 08, 2007 12:26 pm

Lo streptococco di gruppo D (o Enterococco) è un banale germe presente abitualmente nelle feci e che saltuariamente può trovarsi in vagina dove può (ma non necessariamente) causare qualche disturbo.
Tieni presente che la flora batterica vaginale (come quella fecale) è estremamente varia e complessa: da un tampone vaginale si isolano generalmente in condizioni di normalità numerose specie batteriche diverse e un laboratorio può segnalarne una in particolare o un'altra a seconda della quantità riscontrata o del microbiologo che effettua l'esame. Quindi la presenza di enterococco in assenza di sintomi non vuol dire nulla.
Diverso il discorso per la Candida che è un fungo e si può trovare un po' dappertutto (sulla pelle, sugli oggetti e nell'ambiente). Quando facciamo una terapia antibiotica, alteriamo la flora batterica normale (vaginale, fecale ed orale) e la Candida che spesso è già presente sulle mucose, trova campo libero, si sviluppa e causa infezione.
A livello vaginale, se la cura non viene effettuata per un congruo periodo (almeno 10 giorni) e soprattutto se non viene effettuata contemporaneamente anche dal partner, l'infezione tende a recidivare spesso. Comunque, anche se viene eradicata da una terapia corretta, è sempre possibile prenderla di nuovo, magari dopo un'altra terapia antibiotica.

Ciao!

Rispondi