piastrine basse URGENTE

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

piastrine basse URGENTE

Messaggio da Guest » lun feb 19, 2007 10:33 am

Dottore Buongiorno
cinque mesi fa feci un normale controllo del sangue dall emocromo risultò che il numero delle piastrine sull emocromo era bassissimo 20migliaia/mmc quando il minimo dovrebe essere 150.
Mi prese un infarto il medico curante mi mandò immediatamente a rifare l esame pensando che si trattasse di un errore di laboratorio.
Il giorno dopo le piastrine risultarono ancora più basse 15migliaia/mmc, ero in uno stato di disperazione e terrore più assoluto feci che andare direttamente al pronto soccorso.
Non avevo sintomi particolari se non la mia ansia perenne con annesso batticuore ne tanto meno emorragie.
Al pronto soccorso mi fecere tutta una serie di esami del sangue dall emocromo risultò che il conteggio delle piastrine era di 64migliaia/mmc sempre basso visto che il minimo è 150.
Mi fecero un esame che si chiama emocromo citrato ringraziando il cielo il risultato fu di 230 migliaia/mmc risultato normale.
Prendevo la pillola Yasmine in quel periodo così il dottore del pronto soccorso ipotizzò che il problema potesse venire da lì avendo quel tipo di pillola una componente diuretica che in qualche modo pova aver influito sulle piastrine.
Parlai con l ematologo il quale mi spiegò che il problema nasceva dal modo in cui veniva fatto l esame, infatti la conta piastrinica risultò corretta perchè nella provetta vi era questo componente chimico il citrato appunto che non permetteva al mio sangue di seccarsi velocemente e dunque falsare l emocromo normale.
Da allora sono sempre stata attenta a ogni più piccolo segnale non ho mai avuto sanguinamenti strani ne mestruazioni abbondanti quando mi taglio il sangue si blocca in pochi secondi mi sanguinano ogni tanto le gengive quando mi lavo i denti ma solo dai denti che hanno dei problemi (alcuni sono in attesa di essere incapsulati dal dentista).
Ho dovuto rifare gli esami del sangue per la preparazione all intervento a cui dovrò essere sottoposta (cisti endometriosa) ed ecco di nuovo le piastrine basse ora dovrò rifare l esame in citrato.
Dottore lei cosa ne pensa?
Nemmeno a dirlo sono molto preoccupata per questa cosa.
Prima d ora non mi era mai capitata una cosa del genere pensi che prima di andare al pronto soccorso andai in due diversi laboratori per avere la controprova.
Spero di leggera prestissimo.
Grazie in anticipo per il tempo che mi dedicherà.
S

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » lun feb 19, 2007 2:14 pm

L esame del conteggio delle piastrine in citrato bisogna farlo prevalentemente a digiuno oppure il risultato non viene influenzato da questo?
Le chiedo questo perchè in ospedale dove ho fatto gli esami pre operatori mi hanno detto di andare a fare questo emocromo in citrato anche durante la giornata però leggendo in rete su tutti i siti c'è scritto di farlo a digiuno.
Secondo lei è meglio farlo a digiuno?

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » dom feb 25, 2007 6:45 pm

Il conteggio delle piastrine, anche se ormai è un esame di routine, è comunque un esame delicato e soggetto a diverse variabili. Ad esempio le piastrine aderiscono velocemente al vetro ed alcuni anticoagulanti molto usati nei laboratori (come ad esempio l' EDTA) non sono spesso sufficienti ad impedire l'aggregazione piastrinica. Inoltre il tempo che passa dal prelievo al conteggio è critico perchè in ogni caso le piastrine tendono ad aggregarsi. Il Citrato di Sodio è l'anticoagulante migliore per il conteggio delle piastrine, perchè le mantiene per un tempo più lungo in sospensione non aggregate.
Un buon conteggio quindi va effettuato raccogliendo 4,5 ml di sangue in una provetta di plastica contenente 0,5 ml di Citrato di Sodio ed effettuando l'esame il più presto possibile (almento entro 3-4 ore).
Se le piastrine che ti sono state contate con il citrato sono normali, non ti devi preoccupare. D'altra parte se non hai sintomi (emorragie, petecchie ecc. ecc. è difficile che le piastrine siano 15.000/mmc !
Per quanto riguarda il digiuno, non è necessario perchè si contano delle particelle e non si dosano sostanze che sono contenute negli alimenti (come colesterolo, glucosio ecc. ecc)

Ciao!

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » gio mar 01, 2007 10:31 am

Grazie mille Dottore per questa sua esauriente delucidazione.

Rispondi