Infezione da HPV+CIN1

Dedicato a chi ha bisogno di aiuto su argomenti di vario genere
Rispondi
elena.c
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: lun mar 05, 2007 11:49 pm

Infezione da HPV+CIN1

Messaggio da elena.c » mar mar 06, 2007 12:06 am

Egregi Dottori,

Spero di essere nel posto giusto per la seguente domanda.

Sono una ragazza sposata di 26 anni e vorrei avere il mio primo figlio nei prossimi mesi, a Novembre a seguito di una visita ginecologica di controllo, ho eseguito un Pap Test dal quale è risultato il seguente esito:

Classificazione: Anomalie Epiteliali:
Lesione intraepiteliale squamosa di basso grado (LSIL)
comprendente HPV/Displasia lieve/CIN1
Commento:
Infezione da HPV +CIN1
(PARACHERATOSI ATIPICA)
(SIL LOW GRADE)

Ho ripetuto a Febbraio il test ed è risultato uguale.

Il Medico mi ha consigliato di ripetere fra 3 mesi.
Io sono preoccupata, perchè vorrei risolvere il problema, inoltre vorrei avere dei figli mentre il medico mi ha detto di aspettare ancora.

Premetto che soffro da 7-8 anni di CANDIDA almeno 3 volte all'anno per una quindicina di giorni. Per il resto godo di buona salute anche se a causa dello stress spesso ho un abbassamento delle difese immunitarie nell'apparato genitale.
Spero mi possiate dare un consiglio e mi aiutate a capire il problema.
Grazie
Elena

Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 538
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Messaggio da sanmag » gio mar 15, 2007 2:44 pm

CIN sta per Cervical Intra-epithelial Neoplasia (Neoplasia Cercicale Intraepiteliale) ed è distinto in 3 gradi a seconda della diffusione. Il grado CIN 1 anche detto L-SIL (Lesione Intraepiteliale di Basso Grado) indica che sono state individuate cellule ASSOLUTAMENTE NON TUMORALI (!!) ma che col tempo POTREBBERO subire trasformazione. Le lesioni di alto grado (CIN 2-3) vanno sicuramente asportate chirurgicamente. Le lesioni di BASSO GRADO possono tranquillamente essere "monitorate" nel tempo senza dover distruggere nulla, ma controllando periodicamente il loro stato. Ciò consente di evitare trattamenti invasivi su di un organo così importante come il collo dell’utero anche ai fini della gravidanza e del parto. Se però un trattamento deve essere effettuato (ad esempio con l’ansa termica), ciò non compromette la fertilità futura della donna, né ha conseguenze sul parto.

Per completezza, ti riporto le linee guida della Società Italiana di Colposcopia:


quote:
--------------------------------------------------------------------------------




Linee Guida della Società Italiana di Colposcopia e Patologia Cervico-Vaginale.

ASCUS e SIL di basso grado (L-SIL) o CIN 1:



A) Ripetere il pap-test e passare alla colposcopia solo se il pap-test ripetuto è anormale.

La ripetizione avviene ogni 6 mesi per 1-2 anni sino a quando 3 pap-test consecutivi

B) Associazione del pap-test con la tipizzazione virale.

Le pazienti con ASCUS ed HPV di basso rischio vanno controllate in follow-up, le donne con HPV ad alto rischio vanno inviate in colposcopia.


C) Fare subito una colposcopia

I vantaggi di questa ultima scelta sono numerosi:

- riduzione drastica del rischio di non diagnosticare CIN e Carcinoma invasivo

- riduce il rischio di perdita al follow-up

- consente di effettuare la biopsia mirata

- rassicura immediatamente la paziente sulle sue condizioni di normalità

- permette un primo orientamento circa la eventuale successiva terapia.



--------------------------------------------------------------------------------




Ciao!

elena.c
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: lun mar 05, 2007 11:49 pm

Messaggio da elena.c » mer mar 21, 2007 11:25 pm

Grazie per la risposta,tutto molto chiaro.
Ho parlato con più Dottori, dal momento che vorrei provare ad avere un figlio,aspetto ancora 3 mesi, ripeto l'esame e se non è a posto eventualmete eseguo una colposcopia e la bruciatura.
grazie e saluti
Elena

Rispondi