ovaia policistica

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

ovaia policistica

Messaggio da Guest » ven lug 16, 2004 4:34 pm

Egregio Dottore,
sono stata da un nuovo ginecologo per il problema dello spotting premestruale.
Dall'ecografia pelvica ha potuto osservare che la mia ovaia sinistra è policistica ( lo è sempre stata da un paio d anni a questa parte solo che il mio ex-ginecologo non mi aveva mai tenuta informata sulla cosa) ecco scoperto la causa dello spotting premestruale, l'acne e la dermatite.
Secondo lui non dovrei più continuare con la cura di progesterone (provera g) e non è il caso di fare esami approfonditi per valutare la possibilità di dosaggi ormonali, mi spiegava che se il mio obbiettivo fosse quello di avere un bambino dovrei iniziare con una cura credo a base di progesterone per preparare il "terreno".
La soluzione a tutti questi fastidi sarebbe la pillola anticoncezionale [xx(] ed io non posso assumerla a causa del mio colesterolo che tende a salire.
Il ginecologo mi ha consigliato di non prendere nulla e tenermi i "fastidi" dello spotting e compagnia bella.
Avrei una domanda il problema dell'ovaia policistica si può eliminare con la chirurgica?
Visto che non posso assumere la pillola anticoncezionale per via del colesterolo, il ceretto da poco uscito in commercio potrebbe far al caso mio?

Grazie

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » dom lug 18, 2004 5:29 pm

La sindrome dell'ovaio policistico è una patologia abbastanza comune. Le caratteristiche della sindrome sono una aumentata produzione di ormoni androgeni (fra cui il Testosterone totale, il Testosterone libero, il Delta 4 Androstenedione, il DHEA-S, il 17 OH progesterone), aumentati livelli ematici dell'ormone ipofisario LH, rapporto LH/FSH maggiore di 2, diminuzione della SHBG (la globulina che trasporta nel sangue gli ormoni sessuali), possibile iperinsulinemia, possibile lieve aumento della prolattina, irsutismo (aumento dei peli corporei), acne, irregolarità mestruali, infertilità.

Il punto chiave nella sindrome è la aumentata produzione di ormoni androgeni da parte dell'ovaio (ma talvolta anche dal surrene). L'aumento di questi ormoni, stimolato tra l'altro dall'LH che risulta anch'esso aumentato, altera la funzionalità ovarica ed agisce negativamente sulla cute.

Viene inoltre alterata l'ovulazione che consiste nella liberazione dell'ovocita nella cavità peritoneale una volta giunto alla maturazione. Le conseguenze sono alterazioni del ciclo mestruale (ritardi più o meno marcati -oligomenorrea-) ed infertilità; quest'ultima deriva dal fatto che essendo alterate follicologenesi ed ovulazione non sempre l'ovocita risulta disponibile per l'incontro con gli spermatozoi.

L'ovaio assume, all'ecografia, un aspetto caratteristico con presenza di piccole aree cistiche (<b>da non confondere con le cisti ovariche che sono una patologia completamente diversa e che richiedono spesso terapia chirurgica</b>); da qui il nome della sindrome.

Gli effetti degli androgeni sulla cute sono responsabili della comparsa di irsutismo ed acne (entrambi da forme lievi a forme più severe).

Non esiste una terapia chirurgica per la sindrome, nè una terapia "globale"; pertanto la terapia differisce a seconda del tipo di sintomi che vogliamo controllare.

Le irregolarità mestruali vengono generalmente trattate con contraccettivi estro-progestinici (la "pillola") non a bassissimo dosaggio, possibilmente in formulazioni che abbiano anche effetti benefici per l'eventuale acne e/o irsutismo associato.

Quindi sarebbe opportuno (se la diagnosi è veramente questa e non solo la presenza di alcune cistio variche) che prendessi la pillola estroprogestinica classica, a meno che non vi siano controindicazioni assolute: fra queste, che mi risulti, non c'è l'ipercolesterolemia (ma poi che valori dicolesterolo hai?).

Parlane al tuo medico!

Ciao!

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » lun lug 19, 2004 12:14 pm

Gentilissimo Dottore,
per farLe capire meglio la situazione Le trascrivo qui di seguito i valori degli esami del sangue fatti finora:
28/11/00 prima d'iniziare ad assumere la pillola anticoncezionale Fedra i miei valori erano: colesterolo totale <b>193mg/dl</b> (valori riferimento Inf. 200) HDL 63mg/dl (valori riferimento 27-91)Trigliceridi 110mg/dl (val.riferimento 50-170).
In data 3/12/2002 esattamente dopo due anni dall'inizio dell'assunzione della pillola anticoncezionale ( da quando avevo iniziato a prendere Fedra non avevo mai fatto esami del sangue) i valori erano i seguenti: colesterolo totale <b>294md/dl</b> (valore di rif. 150-200) Hdl 77 mg/dl (valori di riferimento superiore a 60) trigliceridi 115 Mg/dl (valori di riferimento 60-220). Il Dottore mi ha ordinato di smettere di prendere la pillola.
Successivamente mi sono messa un pò a dieta (non che ne avessi bisogno sono alta1,52 per 42Kg) limitando i cibi che contenevano tanto colesterolo e in data 27/03/2003 il colesterolo totale era pari a <b>220mg/dl</b> (val.rif. 150-200) hdl 67mg/dl (val.rif. sup.60) trigliceridi 78mg/dl (val.rif. 60-220).
Il mio medico a distanza di sei mesi mi ha fatto rifare gli esami ed in data 18/09/2003 il mio colesterolo totale era pari a <b>232mg/dl</b> hdl 66mg/dl trigliceridi 99mg/dl.
L'ultimo esame che ho fatto del sangue è stato il 4/03/2004 colesterolo totale <b>214mg/dl</b> hdl 70mg/dl trigliceridi 64mg/dl da notare che il giorno prima del prelievo del sangue fatto presso il laboratorio analisi della mia città mi sono recata presso una farmacia dove si potevano verificare i valori del colesterolo e lì il colesterolo totale era pari a 187).
Questo è stato il mio ultimo controllo.
Ne avevo parlato sia con il mio medico curante che con il ginecologo sulla possibilità di iniziare nuovamente ad assumere la pillola ma entrambi me l'hanno sconsigliata.
Le riscrivo il riepilogo della visita ginecologica fatta pochi giorni fa:
V.G. g.e. indenni. Vagina regolare indenne. Collo in sede regolare indenne. Eco T.V. Utero in asse di forma volume ed ecostruttura regolari con mucosa in fase secretiva. Ovaio Dx con follicoli disposti in sede sottocorticale.Ovaio sx con corpo luteo.
Cosa ne pensa? Secondo lei a 25 anni dovrei tenermi lo spotting premestruale l'acne e la dermatite?
Grazie nuovamente per l'attenzione prestatami.
Distinti saluti.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun lug 19, 2004 1:35 pm

Fossi in te, farei un nuovo tentativo con la pillola contraccettiva osservand molto attentamente una dieta a basso contenuto di colesterolo (non necessariamente ipocalorica, anzi...). Questo perchè acne e dermatite sono dovute ad un eccesso relativo di androgeni che si instaura nella sindrome dell'ovaio policistico. Ci sono solo 2 modi per combatterle: o aumenti gli estrogeni o blocchi gli androgeni. Questo secondo approccio tuttavia (la terapia con antiandrogeni) è riservato ai casi gravi e va effettuata sotto stretto controllo medico; gli antiandrogeni più usati sono l' Androcur ed il Casodex.
Poichè il colesterolo elevato esplica la sua azione patogena nell'arco di decenni, puoi tranquillamente fare la prova per uno o due mesi perchè se per caso stando a dieta il colesterolo rimane intorno a 200 anche con la pillola questa è una soluzione sicuramente più maneggevole.

Ciao!

tiziana
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: ven set 03, 2004 12:09 am

Messaggio da tiziana » gio set 02, 2004 11:43 pm

Io veramente so ke nei casi gravi l'ovaio policistico si può curarare anche con la chirurgia laparoscopica ovvero il drilling ovarico.

rita
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: dom set 18, 2005 10:35 pm

Messaggio da rita » mar set 20, 2005 8:07 pm

Salve dottore,mi è stata diagnosticata un'ovaia policistica che è la causa della mia acne persistente.La terapia che sto seguendo da un anno consta di due farmaci: etinilestradiolo e androcur da assumere per 21 giorni al mese; qualche miglioramento lo sto notando da poco.Desidererei sapere se lei condivide la terapia prescrittami e se esiste una soluzione alternatva e definitiva al problema.
La ringrazio anticipatamente qualora voglia rispondermi.

lucia
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: mer gen 25, 2006 9:01 pm

Messaggio da lucia » mer gen 25, 2006 7:02 pm

Volevo sapere come si svolge un'ecografia pelvica tv oligomenorrea. Grazie

soniczzzz
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: ven mar 09, 2007 11:51 am

Messaggio da soniczzzz » ven mar 09, 2007 9:51 am

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Originariamente inviato da tiziana</i>

Io veramente so ke nei casi gravi l'ovaio policistico si può curarare anche con la chirurgia laparoscopica ovvero il drilling ovarico.
<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">

soniczzzz
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: ven mar 09, 2007 11:51 am

Messaggio da soniczzzz » ven mar 09, 2007 10:16 am

egregio dottore
Ho 29 anni e da tempo (4 anni) mi hanno diagnosticato ovaio policistico all'ovaio destro ma mi sono sempre rifiutatata di prendere la pillola tollerando persino l'acne e i dolori durante l'ovulazione. Ho fatto un dosaggio ormonale da cui è emerso un alto livello di Delta 4 androstenedione 406 (v. normali 46-340) e di dhea libero 25.4 (v. n. premenopausa 2.5 - 11). Poichè il dhea solfato rientra nei valori normali 256 (v. n. 50-300), la mia ginecologa mi ha riferito che la produzione eccessiva è di origine ovarica e mi ha consigliato di prendere la pillola "Diane" ("per tenere a riposo le ovaie per un pò").questa pillola però ha degli effetti terribili! La domanda è questa: Non mi interessa eliminare il problema dei brufoli che di tanto in tanto compaiono, vorrei solo sapere se, non prendendo la pillola, rischio di non poter un giorno rimanere incinta. In questo caso con una pillola più leggera, interromperei comunque l'ovulazione! Mi dia un consiglio sono molto preoccupata. Grazie

lori
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: gio giu 07, 2007 11:55 am

Messaggio da lori » gio giu 07, 2007 10:56 am

mi sposo il 6 luglio ed oggi, 6 giugno è il primo giorno del ciclo mestruale;volevo sapere se c'è un farmacoin grado di posticipare il ciclo di qualche giorno (3 o 4).
Grazie

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » gio giu 07, 2007 1:34 pm

x Lori: il farmaco per posticipare il ciclo è la pillola anticoncezionale che si puo' prendere anche continuativamente senza fare la pausa. Rivolgiti al tuo ginecologo che, se non hai controindicazioni, te la prescrivera'.

Ciao e tanti auguri! [:D]

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » gio giu 07, 2007 1:42 pm

La sindrome dell' ovaio policistico è una patologia cronica che non passa definitivamente. Gli approcci terapeutici sono diversi a seconda delle necessità della donna. Una ragazza giovane che non vuole gravidanze e che non ha acne ma solo disturbi del ciclo, non necessita di alcuna terapia. Se vi sono significativi sintomi di iperandrogenismo (acne, isrutismo ecc.) e non si cerca una gravidanza è indicata la terapia ormonale con estroprogestinici (pillola). La donna che invece desidera una gravidanza potra' sottoporsi o a cicli di terapia di induzione dell'ovulazione o in alternativa al "drilling ovarico". Il drilling ovarico è una procedura in laparoscopia che elimina alcune delle microcisti ovariche mediante l’utilizzo di cauterizzazione con corrente monopolare al fine di ottenere una normalizzazione del ciclo mestruale. La percentuale di successo e' alta (circa il 90%), ma i risultati sono comunque temporanei e quindi va utilizzata quando la coppia decide di avere figli.

Ciao!

lola
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: sab dic 22, 2007 3:42 am

Messaggio da lola » sab dic 22, 2007 1:50 am

Caro dottore, ho 33 anni, un moderato problema di irsutismo (peli sul mento), il ciclo è solo leggermente in ritardo da sempre (in media una settimana ma mai doloroso), il mio peso è nella norma, ho il colesterolo da sempre alto (da 250 in su, fino a 290). Il mio medico curante e il mio ginecologo non mi hanno mai posto preoccupazioni. E' il caso di effettuare esami, in particolare per l'ovaio polecistico?
Grazie

alyssa
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: mar set 15, 2009 12:36 pm

Messaggio da alyssa » mar set 15, 2009 11:45 am

Caro Dottore desidero ricevere alcune risposte se è possibile.
Sono in cura da anni da un endoclinologo in quanto avevo delle ovaie policistiche. Il medico mi aveva prescritto la Fedra, l'Eulexin e poi degli integratori minerali come il Medium in quanto avevo notato un'eccessiva caduta di capelli.
Ora attraverso gli esami, le microcisti sono scomparse, ma ho ancora problemi di ritardo mestruale, i valori non sono appieno nella norma e se smettessi la cura, i peli ricompaierebbero.
Non so quindi come mai abbia ancora questi sintomi se cmq le ovaie policistiche non le ho più, forse è un fatto ereditario xkè anke le sorelle di mio padre avevano questi squilibri ormonali.
Ora ciò ke mi preme è la caduta dei capelli.
Prima di tutto vorrei capire se i medicinali che prendo, causino quest'eccessiva perdita di capelli e se è il caso di sostituirli eventualmente.
Cosa posso usare affinchè possa arrestare tale caduta? Sto davvero male psicologicamente vorrei un aiuto grazie.

nanà
1 Stella
1 Stella
Messaggi: 19
Iscritto il: mar giu 02, 2009 11:54 am

Messaggio da nanà » mar set 15, 2009 9:02 pm

Buona sera,scrivo per avere anch'io maggiori info. Da sempre so di avere le ovaia micropolicistiche(cambia dall'ovaio policistico?),ma solo ieri un ginecologo mi ha consigliata dicendomi se voglio avere figli di non aspettare troppo. Ma questa patologia che percentuale ha di rischio infertilità? il mio ciclo è sempre in ritardo di circa 10 gg. a volte anche di più. Con un ciclo quasi sempre presente posso stare tranquilla o dovrei comunque preoccuparmi? io ho 29 anni e nessuna gravidanza mai cercata però l'idea di avere figli c'è.Attendo info. Grazie Anna

Rispondi