ictus ischemico chiarimenti su terapia

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
tiziana288
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 9
Iscritto il: mer lug 21, 2004 7:58 pm

ictus ischemico chiarimenti su terapia

Messaggio da tiziana288 » mer lug 21, 2004 7:21 pm

Mia madre,70 anni di età,ha avuto un ictus circa 2 mesi fa ed ha riportato un'emiparesi destra (viso, braccio e gamba). Attualmente è in una clinica di riabilitazione funzionale. La terapia medica è a base di tiklid 2 comp.,atenololo 50mg 1cpr, pariet 1cpr,seles beta 1 cpr e procaptan 1 cpr. Da quando ha avuto quest'ictus ha sempre la gamba destra e il piede gonfi, è piena di ematomi un pò in tutto il corpo e da una decina di giorni sotto le pieghe del seno destro e sinistro si sono formati degli arrossamenti molto evidenti con piccole bollicine. Da cosa dipende tutto ciò? forse dal dosaggio troppo alto del tiklid? Gli arrossamenti li stanno curando con una pomata cortisonica (se non ero emaderm). Dipendono anch'essi dal tiklid o dal sudore?
Grazie

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » ven lug 23, 2004 5:38 pm

Il Tiklid è senz'altro responsabile degli ematomi spontanei che tuttavia non impongono una cessazione della terapia. Non sono infatti degli "effetti indesiderati" quanto dei veri e propri effetti farmacologici del Tiklid che è un potente antiaggregante piastrinico e quindi favorisce la formazione di piccoli ematomi. Del resto è un farmaco fondamentale e non può essere sospeso.
Il gonfiore alla gamba ed al piede destro è presumibilmente dovuto ad un ridotto "ritorno venoso": il sangue cioè rallenta molto nel territorio venoso dell'arto (probabilmente perchè la paresi fa venir meno il meccanismo fondamentale della propulsione del sangue venoso che è la costante contrattura muscolare dell'arto).
Le bollicine sotto al seno sono legate alla sudorazione ed alla macerazione della pelle che spesso avviene sotto la mammella. Talvolta può complicarsi con una micosi. Il trattamento cortisonico sfiamma la zona e toglie il prurito. Se vi fossero segni anche di una micosi, dovrebbe integrare con una crema antimicotica (Diflucan gel, Sporanox ecc ecc). Importante è tenere la parte sempre pulita ed asciutta (magari mettendo un panno di cotone fresco fra la mammella ed il torace.

Saluti

Rispondi