URGENTE

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

URGENTE

Messaggio da Guest » mer lug 28, 2004 9:45 am

Caro Dottore,
ieri mia mamma è stata male, a fine mattinata dopo aver fatto le sue solite faccende di casa ha avvertito un "battito strano" si ricorda gliene parlai in un post precedente, ha accusato un fastidio al petto le girava la testa e si sentiva svenire.
L'ho fatta sdraiare cercando di calmarla perchè si era spaventata, le ho misurato la pressione che era 200/110, visto che la situazione non migliorava l'ho portata al pronto soccorso.
[V][V][V][V][V][V][V]Non le racconto il trattamento che abbiamo avuto!!!!! In una clinica veterinaria i cani vengono trattati meglio e non parlo solo del nostro caso ma di tutte le persone che erano presenti TUTTE INDISTINTAMENTE sono state trattate malissimo, il Dottore in servizio al pronto soccorso era una persona viscida e la sua professionalità lasciava molto a desiderare.
Mi permetto di raccontarLe questa vicenda perchè mi sento davvero indignata e mi chiedo come possano far lavorare persone del genere?! [:(!][:(!][:(!][:(!]
Molte persone con le quali ho parlato non hanno una buona opinione di questo Dottore perchè hanno avuto conseguente sulla loro salute dopo essere capitate nelle "sue" mani.
Il problema non era solo il Dottore ma anche gli infermieri NO COMMENT!!!
Le sarei molto grata se Lei mi potesse dare un suo parere le trascrivo la relazione clinica dell'ospedale:
Anamnesi ed esame clinico: poco fa mentre pranzava ore 12.00 comparsa improvvisa di fugace cardiopalmo (1secondo) seguito da senso di fastidio precordiale che persiste tutt'ora. EO: vigile, presenza di evidente stato ansioso, restante obbiettività nella norma.
ore 12.30 PA 185/90 a dx e a sx. FC 110 bpm ritmico
ore 14,10 PA 130/80 FC 80 bpm
Anamnesi settembre 2002 ricovero in medicina per emisindrome dx in encefalopatia ischemica. Ipertensione arteriosa. terapia domiciliare cardioaspirin, novarsc, vasoteric, lexotan a bisogno se stato d'ansia.
Diagnosi 30000: Toracoalgia aspecifica. stato ansioso.
Terapia effettuata: Lexotan 15 gocce con beneficio (dopo 20 minuti scomparsa dello stato d'ansia e del fastidio precordiale)
Eseguito ECG all'ingresso ed alla dimissione.
Effettuati esami di laboratorio emocromo, pt inr, ptt, azotemia, glicemia, sodiemia, ast, alt, ck, mioglobina, troponina, ldh tutto nella norma.
Nel pomeriggio mia mamma è stata dimessa.
Dottore io sono preoccupatissima, adesso mia mamma è a casa sta bene ha ripreso la vita di tutti i giorni.
Quello mi lascia perplessa è il trattamento che abbiamo subito.
Mia mamma non è mai stata ansiosa, anche se nell'ultimo periodo a causa di problemi familiari ha accumulato molta tensione.
Secondo lei mettendo da parte per un secondo quello che le ho scritto sul medico del pronto soccorso, gli esami che le sono stati fatti possono farci stare tranquilli?
Grazie mille per l'attenzione che mi dedicherà
guest

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » mer lug 28, 2004 9:49 am

O meglio gli accertamenti fatti sono sufficienti per farci stare tranquilli secondo lei ?
Grazie

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » mer lug 28, 2004 11:12 am

Poco fa ha telefonato il "gentilissimo" dottore del pronto soccorso per assicurarsi che mia mamma stesse bene, ma?! Non so che dire!!! Forse non era tranquillo nell'averla fatta tornare a casa!

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mer lug 28, 2004 3:31 pm

Cara guest,

la risposta alla tua domanda è sia SI, sia NO. In questo senso: gli accertamento fatti al PS escludono sicuramente una patologia cardiaca in atto (ECG, Troponina I ecc ecc) e d'altra parte la pressione sembra normalizzarsi poco dopo. Lo stato ansioso di mamma c'era sicuramente e probabilmente era secondario alla paura insorta per le palpitazioni. Però il fatto che la sua pressione si alzi a questi livelli (200/110!!) non è affatto tranquillizzante. Mamma ha già avuto una ischemia ed è fondamentale che abbia la pressione SEMPRE sotto controllo! Un altro aspetto da valutare sono questi "battiti anomali": potrebbe avere delle crisi di aritmia (fibrillazione atriale, flutter, semplici extrasistoli, run di tachicardia sopraventricolare ecc ecc) di breve durata che le causano la debolezza, la spossatezza, il senso di vertigine.
Ti consiglierei di farle fare due semplici accertamenti (da ripetere anche più volte se la prima volta vengono negativi): l' Holter cardiaco (ECG dinamico delle 24 ore) per evidenziare eventuali aritmie di breve durata e per valutare eventualmente l'opportuna terapia, e l' holter pressorio (Monitoraggio pressorio delle 24 ore) per essere certi che la terapia le mantenga la pressione a livelli normali per tutta la durata delle 24 ore (ed in caso contrario modificare opportunamente la terapia).

Ciao!

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » mer lug 28, 2004 4:43 pm

Gentilissimo Dottore,
grazie per avermi risposto.
Sono tornata proprio ora, ho accompagnato mia mamma dal proprio medico di famiglia per metterla al corrente di ciò che è accaduto ieri.
la dottoressa le ha consigliato per un paio di giorni di prendere delle gocce di Lexotan la mattina una decina [xx(][xx(][xx(]
Come mi ha scritto Lei le ho chiesto se fosse il caso di fare degli esami approfonditi ECG dinamico delle 24 ore, Monitoraggio pressorio delle 24 ore ma mi ha risposto che non era il caso visto che sono già stati fatti al pronto soccorso degli accertamenti che possono farci stare tranquilli [?] (speriamo).
Mia mamma adesso sta meglio, si sente solo un pò frastornata credo anche per lo spavento, io sono preoccupata perchè non so come agire a chi rivolgermi, il medico curante le ha detto se avesse ancora problemi di recarsi al pronto soccorso che li avrà modo di essere sottoposta a tutti gli esami del caso [V] io mi domando ma dobbiamo aspettare che stia male ancora oppure vivere sperando che non accada più nulla? Forse sarò io catastrofica ma non so più cosa pensare!Mi scusi dottore se approfitto della sua gentilezza ma non saprei a chi altro rivolgermi.[V]

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » gio lug 29, 2004 8:48 am

Purtroppo non ho modo di seguire mamma come necessario: non ho elementi, storia clinica, esami fatti in passato e soprattuttonon l'ho mai visitata. La persona più qualificata è senz'altro il medico di famiglia. Se poi avete ancora dubbi perchè non vi rivolgete ad uno specialista (nella fattispecie un cardiologo)? Potrebbe riesaminare la situazione di mamma e verificare se sono effettivamente necessari altri esami, se la terapia effettivmente copre mamma per tutta la giornata ecc. ecc.

Cari saluti

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » gio lug 29, 2004 2:57 pm

Grazie Dottore è sempre molto gentile.

Rispondi