sindrome di gilbert

Tutto quello che riguarda le diete: dimagranti, ingrassanti, speciali per varie patologie.
lat782000
2 Stelle
2 Stelle
Messaggi: 32
Iscritto il: mar lug 27, 2004 11:07 am

sindrome di gilbert

Messaggio da lat782000 » ven set 10, 2004 11:21 am

salve da quando sono nata ho come eredità la sindrome di gilbert.E non posso fare diete particolari perchè sto subito male.
Volevo sapere se c'è qualche dieta particolare che posso fare essendo 1.60 di altezza x 57 Kg. di peso[:I]
aiutatemi altrimenti mi faro' un bidoncino

franc
3 Stelle 1/2
3 Stelle 1/2
Messaggi: 66
Iscritto il: lun set 13, 2004 10:07 pm

Messaggio da franc » lun set 13, 2004 10:23 pm

le rispondo anche se non sono ancora medico (ma stia tranquilla, studio medicina a milano!)
come dovrebbe sapere, la sindrome di gilbert è una "malattia" del fegato, familiare, da difetto congenito della cellula epatica, che comporta la presenza di valori di bilirubina totale ed indiretta modicamente al di sopra della norma
non e' assolutamente pericolosa, i valori di Bilirubina posssono oscillare intorno ad un valore medio di circa 3-4, che può alzarsi in condizioni di stress fisico dell'organismo. può comportare un "subittero sclerale", cioè una colorazione un pò gialla delle sclere e qualche difficoltà digestiva, che si accentuano o diventano evidenti quando la bilirubina oscilla verso i valori un pò alti
personalmente, credo che la sua "dieta" sia quella che tutti dovrebbero fare, pochi condimenti (limitando quelli di origine animale) e non piu' di 250/300 grammi di carboidrati al giorno
le ricordo che il digiuno aumenta i livelli di bilirubina indiretta e steroidi, sulfonamidi, barbiturici, propiltiouracile, allopurinolo, antibiotici, pigmenti biliari, caffeina, teofillina, indometacina possono fare aumentare i livelli di bilirubina
arrivederci

lat782000
2 Stelle
2 Stelle
Messaggi: 32
Iscritto il: mar lug 27, 2004 11:07 am

Messaggio da lat782000 » mer set 15, 2004 11:34 am

grazie dott. franc per la sua risposta
se avro' bisogno la contattero'

arrivederci
laura [;)]

cast
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: ven set 08, 2006 6:51 pm

Messaggio da cast » ven set 08, 2006 6:55 pm

Casualmente facendo delle analisi del sangue all'età di 15 anni mi hanno riscontrato la sindrome di gilbert ora ho i seguenti valori:
Bilirubina totale: 2.98
Bilirubina diretta: 0.51
Bilirubina indiretta: 2.47

Vorrei sapere se in futuro potrò avere dei disturbi al fegato.
Attendo al più presto possibile una risposta.

Grazie

ele73
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: gio apr 12, 2007 11:38 am

Messaggio da ele73 » gio apr 12, 2007 11:39 am

ciao, ho 34 anni e scoperto che forse ho la sindrome di gilbert solo adesso. Sentendo lat782000, devo dire che ultimamente anche io mi sono "tenuta un po a dieta" e volevo sapere se le due cose siano connesse e penso di si.
O meglio, magari avevo la sindrome ma non era evidente dagli esami, ora che stavo "attenta alla dieta", la bilirubina è salita sino a livelli evidenti (non molto poi).
Allora due domande:
-per lat782000, in che modo stai male quando fai diete?
-per franc, dopo la mia "dietina" (solo pochi carboidrati e dolci, aumento di verdura e frutta e acqua, carne bianca invece che rossa, piu palestra e jogging) che ha dato pochi risultati (solo perso 1,5 kg in 2mesi..) può essere che appunto non abbia funzionato x via di questa bilirubina che mi fa funzionare meno il fegato??
grazie

luigina
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 3
Iscritto il: gio mar 01, 2007 1:35 pm

Messaggio da luigina » gio apr 12, 2007 11:26 pm

x ele73..io ho scoperto di avere la sindrome di gilbert 1 mese fa..e ho 42 anni..ora capisco i mie problemi di digestine le sclere degli occhi gialle,i problemi digestivi e anche stanchezza generale dopo limitata attività fisica...spero di non avere mai problemi di linea xchè ho letto che digiunare aumenta i livelli della bilirubina...x il resto cmq non dovrebbero esserci ripercussioni sulla salute anche se bisogna fare degli esami priodici,ma questo lo si dovrebbe fare tutti..saluti Isa

ele73
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: gio apr 12, 2007 11:38 am

Messaggio da ele73 » ven apr 13, 2007 12:13 pm

grazie luigina della tua risposta.
io fortunatamente non ho ancora i problemi alla digestione o altro, ma volevo informarmi su tutto.
ciao

agatus
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: dom apr 29, 2007 4:32 pm

Messaggio da agatus » dom apr 29, 2007 4:41 pm

Salve a tutti,
gradirei informazioni più dettagliate in merito alla sindrome di gilbert visto che anch'io ce l'ho ed ultimamente ho fatto le analisi ed il valore della totale è arrivato a 4, non era mai successo fino ad ora e questo mi provoca un tremendo prurito in tutto il corpo spesso insopportabile, mi sono documentato in internet ed il prurito è una conseguenza del valore in eccesso della bilirubina, inoltre ho letto che non vi sono medicine per far abbassare tale valore e con una giusta dieta non si risolve il problema, quindi quali possibili soluzioni?

pam
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 7
Iscritto il: gio giu 07, 2007 9:08 am

Messaggio da pam » gio giu 07, 2007 9:21 am

ciao a tutti ho scoperto qualke mese fa di avere la sindrome di gilbert, perkè stavo male, mi sentivo sempre stanca, mi veniva da svenire, mi stancavo facilmente. quando mel'hanno detto mi sono un pò preoccupata, ma ora visto ke poi non è niente di grave, mi sono tranquillizzata. ora però non bevo alcolici, non prendo efferalgan nè tachipirina perkè possono alzare la bilirubina (la takipirina solo se ho la febbre molto alta), non bevo caffè e cerco di mangiare poco e spesso perkè mi hanno detto ke è un piccolo accorgimento per non fare alzare la bilirubina. mi capita a volte di sentire lo stomaco chiuso, spesso verso l'ora di pranzo e se mi sono stancata in mattinata, mi viene sonnolenza e se mangio mi sento male, ogni tanto poi ho dei doloretti molto lievi dalla parte del fegato,anke se ho fatto ,l'ecografia e va tutto bene. può dipendere dalla cistifellea perkè è lì che si trova la bilirubina.un'altra cosa c'è pericolo ke si alzi troppo la bilirubina ed in tal caso cosa si fà? <font color="purple"></font id="purple"><font color="purple"></font id="purple">

Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 542
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Messaggio da sanmag » ven giu 08, 2007 2:00 pm

Mi sembra che ci siano idee un po' confuse sulla Sindrome di Gilbert. Proviamo a fare chiarezza:

nella Sindrome di Gilbert, la sola alterazione significativa è una forma lieve di iperbilirubinemia di tipo non coniugato (indiretta), che non comporta alcun sintomo. L'alterazione, probabilmente congenita, può interessare dal 3% al 5% della popolazione ed è il più delle volte osservata nei soggetti giovani per controlli casuali. Ne possono essere affetti alcuni membri della stessa famiglia, ma spesso è difficile stabilire un chiaro quadro genetico.

La bilirubina deriva per l' 80% dall’emoglobina dei globuli rossi invecchiati (250-300 mg. di pigmento prodotto nelle 24 ore) e per il 20% dal catabolismo di emoproteine diverse (mioglobina, citocromo, catalasi, perossidasi).

E' una molecola non idrosolubile e quindi non puo' essere eliminata nella bile cosi' com'e': deve essere legata a sostanze idrosolubili (processo di coniugazione); la coniugazione che avviene tramite l’enzima glicuronil-trasferasi, in presenza di acido uridin-difosfo-glicuronico (UDPGA), la trasforma in monoconiugati e diconiugati e la rende idrosolubile.

Le Sindromi di Gilbert e di Crigler-Najjar si hanno quando vi è un difetto dell’enzima glucuronil-trasferasi: la ridotta coniugazione porta all'accumulo nel sangue di bilirubina non coniugata (o "indiretta").

I sali biliari, invece, che sono responsabili del prurito presente negli itteri, hanno un meccanismo di escrezione diverso e quindi nella Sindrome di Gilbert sono normali, mentre la bilirubina plasmatica solitamente oscilla tra i 2 e i 5 mg/dl (34-86 mmol/l) e tende ad aumentare con il digiuno e con altri stress.

La sindrome di Gilbert può essere facilmente differenziata dall'epatite per i valori normali dei test di funzionalità epatica, per l'assenza di pigmenti biliari nelle urine e per la predominanza della bilirubina non coniugata. Si differenzia dall'emolisi per l'assenza di anemia o di reticolocitosi. L'esame istologico del fegato è normale, ma non è necessaria la biopsia per la diagnosi.

E chiaro quindi che si tratta di una caratteristica genetica (e non di una reale malattia), assolutamente priva di sintomi e di evoluzione e quindi non necessita di terapia ne' di diete particolari.

Il prurito non è un sintomo della S. di Gilbert e se presente, deve fare sospettare altre cause ed approfondire le indagini.

Saluti a tutti!

1986
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: gio nov 22, 2007 12:37 pm

Messaggio da 1986 » gio nov 22, 2007 2:58 pm

con bilirubina indiretta 2.0 , la diretta0.0 e la totale2.0 c'e da preoccuparsi

mariro
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 3
Iscritto il: ven nov 23, 2007 8:25 pm

Messaggio da mariro » ven nov 23, 2007 8:35 pm

Da due settimane oramai ho delle macchioline rossastre dietro il collo, sul seno e dietro la schiena, con un leggero prurito. Il medico di famiglia (mi conosce superficialmente, e da soli due anni) mi ha diagnosticato, solo visitandomi, senza farmi fare analisi<b> sindrome di Gilbert</b>, prescrivendomi Zirtec, da assumere per dieci giorni dopo il pasto serale e mi ha consigliato Polaramin crema, per alleviare il prurito. Ho assunto già 7 compresse, ma tutto è come prima. Mi sa che la diagnosi è stata troppo frettolosa...?!

isabella
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: lun nov 26, 2007 7:12 pm

Messaggio da isabella » lun nov 26, 2007 7:23 pm

Da aprile mio marito ha i valori di sideremiada da 177 a 220,birilubina totale da 131 a 170.Il medico ci ha detto che si tratta della sindrome di gilbert,anche perche'l'anno scorso ha fatto un'eco addominale con risultato negativo. Ultimamente e' molto stressato ma puo' incidere l'uso del caffe' in cialde ,almeno 2 al di', e all'uso di fruttosio?GRAZIE.

Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 542
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Messaggio da sanmag » lun nov 26, 2007 7:58 pm

Per Mariro: probabilmente ti sei confusa. Il tuo medico ti ha diagnosticato la Pitiriasi rosea di Gibert (senza la L) che è una malattia dermatologica di probabile origine virale che si diagnostica solo clinicamente (non ci sono accertamenti da fare) e che passa spontaneamente dopo 4-8 settimane.
Stai tranquilla e continua la terapia che ti ha prescritto l tuo medico.

Per isabella: il caffè in eccesso è sempre da evitare (puo' peggiorare ipertensione, gastrite, cardiopatie ecc. ecc.), ma per quanto riguarda la Sindrome di Gilbert, non ha nessuna rilevanza.

Ciao!

mariro
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 3
Iscritto il: ven nov 23, 2007 8:25 pm

Messaggio da mariro » lun nov 26, 2007 9:03 pm

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Originariamente inviato da sanmag</i>

Per Mariro: probabilmente ti sei confusa. Il tuo medico ti ha diagnosticato la Pitiriasi rosea di Gibert (senza la L) che è una malattia dermatologica di probabile origine virale che si diagnostica solo clinicamente (non ci sono accertamenti da fare) e che passa spontaneamente dopo 4-8 settimane.
Stai tranquilla e continua la terapia che ti ha prescritto l tuo medico.

<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">

Sicuramente un po' di confusione c'è stata... grazie mille per ora mi sento più tranquilla anche se il prurito non accenna a diminuire, anzi si scatena di notte e quando sudo.

Rispondi