carcinoide

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
Luca
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: lun set 13, 2004 2:49 pm

carcinoide

Messaggio da Luca » lun set 13, 2004 2:09 pm

buongiorno, scrivo queste righe con difficoltà, un po perchè non mastico i termini tecnici un po perchè sono molto spaventato....

ebbene,
sono nato nel 1970, nel 1991 nell'operazione di appendicectomia (appendicite) nell'analisi del materiale asportato mi è stato trovato un carcinoide.

Ho effettuato tutti gli esami del caso nei 3 anni successivi al S.Matteo di Pavia, tutti gli esami hanno dato esito negativo, l'esame più importante mi hanno sempre detto che era quallo delle urine delle 24 ore mischiate con acidoacetico.

Premetto che da 1995 ho sempre avuto dolori a livello della coleciste e dell'addome che mi hanno portato 4 volte all'ospedale per coliche, tutti gli esami del caso hanno portato esito negativo.

Oggi sono molto preoccupato, perchè negli ultimi 2 anni ho avuto 5 leggere bronchiti ed ho spesso giramenti di testa, dolori addominali e sensazioni di vomito.

negli ultimi 6 mesi fa ho fatto gli esami del sangue classici e tutti i valori erano nelle medie, poi una ecografia alla colecisti che non ha portato nessun riscontro negativo, una COLONSCOPIA risoltasi senza il ritrovamento di polipi od altro, una gastroscopia risoltasi positivamente,

Fatto sta che io ho sempre problemi, ora il mio medico mi ha detto che mi fa fare gli esami per i markers tumorali, a questo punto chiedo consiglio a VOI per sapere che esami devo fare per non avere più dubbi e paure, praticamente vorrei la conferma di non aver nessuna ripresentazione di carcinoide o metastasi.

SINCERAMENTE ho passato i miei ventanni con la paura di non compiere i trenta,
non vorrei passare gli altri con la paura di non vedere crescere dei figli.

Mi scuso per la pochezza dei dati che vi ho fornito, ma chiedetemi cosa vi serve e ve li fornirò.

GRAZIE PER QUALSIASI RISPOSTA MI DARETE
Luca B.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mer set 15, 2004 3:56 pm

Caro Luca,

da quello che mi racconti, mi sento di poterti tranquillizzare.

Innanzitutto, di tutti i tumori neuroendocrini, quelli che originano nell’appendice sono i più benigni, in quanto raramente danno metastasi a distanza. Fra l'altro sono estremamente comuni i reperti casuali di carcinoidi nelle appendicectomie: se ne reperta casualmente 1 ogni 200-300 appendici rimosse chirurgicamente.

La maggior parte di questi tumori producono delle sostanze (serotonina, bradichinina e cromogranina-A, sostanza P, la neurotensina, il polipeptide pancreatico, la neurochinina-A) che possono essere dosate nel sangue per porre una diagnosi.
Tra gli esami umorali, fra l'altro, è molto utile il dosaggio sierico e urinario (nelle urine delle 24 ore) dell’acido 5-idrossiindoloacetico (5HIAA), un prodotto di degradazione della serotonina. Un valore più elevato della norma è indicativo di iperproduzione di serotonina e indirettamente della presenza di un tumore neuroendocrino.

Un marcatore sierico tipico dei tumori neuroendocrini (carcinoidi ed altri) è la Cromogranina A (CgA) che è un indicatore della massa tumorale, ossia maggiore è il suo valore sierico, più grande è il tumore. Esso è anche un fattore di prognosi poiché alti livelli ematici all’esordio della malattia corrispondono ad una prognosi meno favorevole. La CgA permette, inoltre, di valutare l’efficacia delle terapie: infatti, il suo valore si riduce contestualmente alla riduzione della massa tumorale.

Un altro marcatore sierico dei tumori neuroendocrini è l’Enolasi neuronespecifica (NSE), anch’esso importante marker prognostico, indicatore di massa e di trattamento.

Fra gli esami strumentali, il più indicato è l’Octreoscan. Si tratta di una scintigrafia con un analogo marcato della somatostatina, l’111In.Octreotide. Questa metodica presenta il vantaggio di evidenziare anche lesioni piccolissime e si basa sul fatto che oltre l’ 80% dei Tumori Neuroendocrini esprime recettori per la somatostatina.

Tale tecnica è molto utile sia per localizzare un tumore già diagnosticato, sia per diagnosticare il tumore quando i tests standard sono risultati negativi. Una positività all’octreoscan in genere predice anche una buona risposta al trattamento con octreotide.

Tenendo quindi sempre a mente che i sintomi di carcinoide sono assolutamente aspecifici e sono gli stessi di qualunque colite (compresa la cosiddetta "colite spastica" che è diffusissima), se proprio vivi nell'ansia e vuoi toglierti qualunque dubbio, ti consiglierei il dosaggio di serotonina, Cromogranina-A, Acido 5-idrossiindoloacetico (5HIAA), Enolasi neuronespecifica e l'effettuazione dell' Octreoscan. Se tutti questi esami sono negativi puoi tranquillamente escludere la presenza di ulteriori carcinoidi o tanto più di metastasi.

Ciao!

Luca
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: lun set 13, 2004 2:49 pm

Messaggio da Luca » gio mar 03, 2005 2:05 pm

<b><font face="Arial">ho eseguito i seguenti esami:

esame sangue:

- acido.5-OH-indolacetico = risultato 5,1 mg/24h (normale 0,5-8,2)
SEROTONINA = RISULTATO 9,2 mg/24h (NORMALE 0-5 mg/24h)

- cromogranina-A (CgA)= risultato 5 U/L (normale <20 / metodo elisa)

- enolasi neuronespecifica (NSE)= risultato 6,6 ng/mL (normale <15,0 / metodo immunoradiometrico)


AIUTATEMI A CAPIRE perchè della serotonina alta.

COSA DEVO FARE????
è possibile sia ancora malato di carcinoide?</font id="Arial"></b>

antifra
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 353
Iscritto il: ven ott 29, 2004 12:39 pm

Messaggio da antifra » ven apr 22, 2005 10:19 am

caro amico normalmemte quando i valori della serotoniona sono alti
potrebbe dico... pobrebbe dipendere da un carconoide, ancge se spessom le cause possono essere tante cmq. non avvilirti aa tutto cè rimedio ti consiglierei un consulto piu approfondito.
ti saluto

Rispondi