battito "strano"

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
letta1973
1 Stella
1 Stella
Messaggi: 11
Iscritto il: gio giu 03, 2004 11:44 am

battito "strano"

Messaggio da letta1973 » lun set 20, 2004 5:10 pm

Gentile dottore,
questa volta le propongo un quesito da parte della mia collega un pò timida [:I] che non vuole scriverle direttamente! Lei si sta lamentando da qualche giorno di uno pseudo "battito del cuore" a sua detta irregolare. Soprattutto dopo i pasti dice di sentire un battito un pò più forte al centro dello sterno. Non è un battito sistemico e ripetuto... solo ogni tanto lo avverte. Questo ovviamente le causa molta ansia e secondo me (profana assoluta della medicina!!) peggiora la sua sensazione e glielo fa sentire anche quando non c'è!!!!
Cosa le consiglia??? Deve andare a farsi visitare?? potrebbe essere un qualcosa legato alla digestione o solo un fattore psicologico??
Come sempre grazie!!!!

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mer set 22, 2004 5:05 pm

Si tratta verosimilmente di una extrasistole, cioè di un battito precoce che anticipa un pò il normale ritmo cardiaco e che è seguito spesso da una pausa un pò più lunga del solito che il cuore fà per recuperare il ritmo normale. Quella che viene avvertita in realtà è la pausa un pò più lunga.
Si tratta di manifestazioni quasi sempre benigne (specie se isolate e saltuarie) che spesso sono scatenate da sostanze irritanti (caffè, sigarette, cacao e cioccolate, thè, alcoolici ecc), oppure da una eccessiva distenzione gastrica (pasto troppo abbondante) o da altre patologie abbastanza comuni come ernia iatale esofagea, gastrite, calcoli alla colecisti ecc. ecc. Spesso insorgono in conseguenza di stati di stress fisico o emotivo, specie in persone tendenzialmente ansiose.
Una piccola percentuale di extrasistoli possono essere legate ad una patologia a partenza cardiaca (specie se insorgono a coppie o a treni di diverse extrasistoli consecutive oppure se sono molto frequenti). E' quindi comunque opportuno fare degli accertamenti (ECG di base, visita cardiologica) e parlarne con il medico curante.

Saluti!

Rispondi