Urgenza OTITE

Dedicato a chi ha bisogno di aiuto su argomenti di vario genere
Rispondi
lisetta
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: gio ott 07, 2004 12:53 pm

Urgenza OTITE

Messaggio da lisetta » gio ott 07, 2004 1:06 pm

Sono una mamma disperata!
Ho un bambino di 5 anni, a cui ripetutamente si è perforata la membrana del timpano. Da circa due anni ha spesso l'otite. Abbiamo chiesto l'aiuto di uno specialista, ma purtroppo non è cambiato molto. Adesso in 10/15 gg. 3 perforazioni ha avuto il mio bimbo.
La terapia attuale è: TINSET-TROCAFLU BUSTINE-LINFOIODINE (20gg al mese x tre mesi). Tutto questo per la prevenzione. Ma possibile che davvero non possa prevenire le otiti e/o le perforazioni? Il pediatra ci ha consigliato di immetterlo nel programma istituito dalla regione Lombardia, che riguarda la profilassi antibiotica (che se ho capito bene durerebbe circa 6 mesi). Ce ne davvero bisogno? Questo aiuterà il mio "piccolino"? Cosa posso fare per non vedere mio figlio soffrire continuamente[:(][:(]
Ringrazio anticipatamente per le risposte! Saluti

Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 542
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Messaggio da sanmag » ven ott 08, 2004 11:54 am

Le perforazioni timpaniche non traumatiche nel bambino sono dovute quasi sempre ad una otite batterica dell'orecchio medio (la cavità compresa fra la membrana del timpano e l'osso temporale). Questa a sua volta è spesso causata dalla chiusura della "tuba di Eustachio" che è quel piccolo condotto che mette in comunicazione l'orecchio medio con il faringe e che consente sia di bilanciare la pressione dell'aria contenuta nell'orecchio medio con quella atmosferica garantendo una buona vibratilità della membrana timpanica, sia di drenare le secrezioni della mucosa dell'orecchio medio all'esterno.
Qualunque infezione o infiammazione della faringe (faringite, tonsillite, raffreddore, sinusite ecc ecc) su base infettiva o anche su base allergica, infiamma anche la tuba di Eustachio e aumentando lo spessore della mucosa che la riveste, la occlude più o meno completamente.
A questo punto le secrezioni dell'orecchio medio si accumulano (otite catarrale) e spesso si infettano con batteri presenti nella mucosa che possono moltiplicarsi liberamente. Il pus che si forma a seguito dell'infezione non può essere drenato all'esterno perchè la tuba è chiusa, la pressione provocata dall'aumento del pus e delle secrezioni all'interno dell'orecchio medio aumenta causando dolore intenso, poi alla fine la membrana timpanica cede, si perfora, il pus fuoriesce ed il dolore scompare.

Ti ho voluto spiegare in grandi linee cosa accade per farti capire che sarebbe opportuno da una parte indagare sul perchè tuo figlio abbia spesso l'occlusione della tuba (tonsille grandi? sinusite? allergia? malformazioni della faringe? decorso anomalo della tuba?...) e questo è compito dell' otorino e del medico curante (se ha tonsille grandi o adenonidi vanno assolutamente tolte!), D'altra parte è comunque indispensabile la terapia antibiotica o preventiva (fatta periodicamente anche in assenza di sintomi) oppure immdiatamente all'insorgenza dei primi sintomi (in genere dolore).

Saluti!

lisetta
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: gio ott 07, 2004 12:53 pm

Messaggio da lisetta » mar ott 12, 2004 2:47 pm

Gentilissimo Dottore,
La ringrazio per la sua esauriente e velocissima risposta.
Le chiederei un altra cosa in merito: che ne dice dell'insufflazione. Mi hanno parlato di un apparecchio "OTODENT", con cui si potrebbe avere buoni risultati. è vero?
Non ce ne possibilità di pervenire le infiammazioni? Per ultimo: secondo Lei mio figlio può frequentare la piscina?
Saluti

Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 542
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Messaggio da sanmag » mer ott 13, 2004 10:29 am

L'insufflazione è un buon metodo alternativo per mantenere la pervietà della tuba, va però fatta accuratamente altrimenti non si riesce ad insufflare l'interno del condotto.
Per cercare di ridurre le infiammazioni delle prime vie aeree (oltre ovviamente ad effettuare se indicata una tonsillectomia con adenoidectomia) si possono utilizzare dei farmaci immunostimolanti. Io generalmente utilizzo Ismigen 1 cp da mettere sotto la lingua al giorno per 10 giorni al mese, per 3 mesi consecutivi. Chiedi al tuo medico di prescriverti questo o un farmaco analogo (ce ne sono molti).
Per quanto riguarda la piscina, forse è lo sport meno indicato... se non ha una paricolare passione potrebbe fare qualcos'altro (basket, pallavolo, tennis ecc ecc).

Saluti!

Rispondi