urinocoltura info

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

urinocoltura info

Messaggio da Guest » mer nov 03, 2004 9:36 pm

Gentile Dottore,
oggi ho ritirato gli esiti degli esami delle urine (esame colturale) risultate positive [}:)].
Le trascrivo il commento dell'esame:
Carica batterica: 1.000.000 UFC/ml
Microrganismo: Escherichia coli (escol)
Antibiotics: escol

Risultata sensibile a: amikacina, amoxicillina/A.CLAV., aztreonam, cetofaxime, ceftazidine, ceftriaxone, cefalotina, ciprofloxacina, gentamicina, imipenen, piperacillina, ticarcillina/A.CLAV., tobramicina, trimetoprim/Sulfam., levofloxacin.

Il dottore non mi ha spiegato molto anzi nulla [xx(] mi ha solo detto di assumere per cinque giorni una volta al giorno una compressa di Ciproxin da 500 mg.
Vorrei sapere cos'è questo microrganismo Escherichia coli? Da cosa viene causato? Come si prende?
Possono essere associati a questo problema il dolore ai reni che ogni tanto mi viene oltre al bruciore (non sempre però) quando faccio pipì e urine maleodoranti?
Per prevenire questi tipi di disturbi cosa posso fare?
Grazie in anticipo per l'attenzione.
guest

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » ven nov 05, 2004 10:05 am

Cara guest,

l' Escherichia coli è un germe ubiquitario (si trova ovunque) e fa parte della flora batterica normale del nostro intestino.
Capita abbastanza spesso che, in talune condizioni, l'E. coli possa passare, attraverso i vasi linfatici, dall'intestino alla vescica dove può determinare una banale infezione (cistite). Talvolta l' E. coli può raggiungere la vescica dall'esterno, attraverso l'uretra che nella donna è piuttosto corta (circa 1 cm.)
I disturbi che descrivi possono essere senz'altro causati da una cistite (e la terapia prescritta dal tuo medico è perfettamente corretta).
La prevenzione si fà solamente se hai una o due episodi di cistite al mese e comunque consiste semplicemente nel prendere gli antibiotici con periodicità fissa, senza aspettare i sintomi. Nel tuo caso credo sia meglio prendere gli antibiotici quando iniziano i disturbi!

Saluti!

Guest
6 Stelle
6 Stelle
Messaggi: 174
Iscritto il: mer feb 25, 2004 9:51 pm

Messaggio da Guest » ven nov 05, 2004 11:21 am

Dopo quanti giorni dal termine dell'assunzione dell'antibiotico dovrò effettuare una nuova urino coltura?

Bere molta acqua aiuta a prevenire dusturbi di questo tipo?
E quanta acqua è corretto bere al giorno?

Quando si prendono antibiotici è vero che dopo è buona regola assumere integratori vitaminici tipo Supradyn?

Mille grazie per la sua disponibilità.

guest

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun nov 08, 2004 9:42 am

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote">Dopo quanti giorni dal termine dell'assunzione dell'antibiotico dovrò effettuare una nuova urino coltura?
<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">

Dopo almeno 3-4 giorni

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote">
Bere molta acqua aiuta a prevenire dusturbi di questo tipo?
E quanta acqua è corretto bere al giorno?
<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">

Bere acqua non previene l'infezione, ma sicuramente è molto utile per diluire tutte le sostanze escrete dal rene, soprattutto i sali minerali che se non diluiti a sufficienza possono precipitere sotto forma di cristalli e formare, col tempo dei calcoli renali.

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote">
Quando si prendono antibiotici è vero che dopo è buona regola assumere integratori vitaminici tipo Supradyn?
<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">

Questo in realtà era vero una volta, quando le terapie antibiotiche duravano 15 - 20 giorni e la flora batterica intestinale che produce alcune vitamine a noi indispensabili, veniva decimata. Oggi, con terapie antibiotiche brevi (5 - 7 giorni), prendere le vitamine può essere superfluo se si segue una alimentazione corretta.


Ciao!

Rispondi