Extrasistoli

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

Rispondi
Heise IT-Markt [Crawler]

Extrasistoli

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun apr 05, 2004 8:15 am

Paola ci scrive:

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote">

scrivo questo messaggio dopo aver visitato il sito, che ho trovato molto interessante e sinceramente il primo a disposizione dei propri pazienti, cosa che non sono io, ma spero che abbia la possibilita' di rispondere anche a me; se la cosa le dovesse recare disturbo , le chiedo scusa anticipatamente e cestini il messaggio.
E' un periodo che avverto delle fastidiose extrasistole che mi appesantiscono il torace e affaticano il respiro; insieme a questo pero' c'è anche mal di stomaco, bruciori, gonfiore, nausea, da premettere che circa 5 anni fa ho fatto la gastroscopia, dalla quale è risultata una esofagite da reflusso senza elicobatery (non so come si scrive) e che circa un anno fa ho messo l'holter per valutare le extrasistole che avevo anche allora e dal quale esame non è risultato nulla di rilevante.
A novembre ho fatto una cura per lo stomaco, ma non col pantoprazolo e non so dirle cosa mi aveva dato il mio medico; fatto sta che non ho avuto benefici tanto che a febbraio ho chiesto di nuovo la cura al dottore, il quale mi ha dato il pantoprazolo, ma credo di averne preso poco, in quanto ho utilizzato un campione, quindi 4 compresse e ho finito una confezione che avevo in casa gia' aperta; giovedi scorso ho chiesto di nuovo consigli al dottore, il quale telefonicamente mi ha detto di prendere il pantoprazolo di nuovo pero' di fare anche una gastroscopia.
Sul suo sito invece ho letto che se si deve fare la gastroscopia, bisogna sospendere l'uso di suddetta medicina da almeno una settimana. Questa compressa io la prendo la sera dopo cena, come mi era stato detto; oggi è la quarta compressa che prendo e sinceramente mi sento molto gonfia con dei dolori anche addominali e le extrasistole sono molto soffocanti....che dire...non posso negare il mio allarmismo, considerato il fatto che sono anche un soggetto un bel po' ansioso.
Spero di aver esplicato al meglio il mio problema e che lei abbia la possibilita' di rispondermi appena le sara' possibile.
Nel frattempo le invio i miei piu' cordiali saluti.
<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun apr 05, 2004 8:15 am

Cara Paola,

mi sembra che il tuo medico abbia centrato appieno il problema. Infatti nella donna in età fertile, le extrasistoli (cioè battiti cardiaci precoci seguiti spesso da una pausa cardiaca un pò più lunga del normale) sono quasi sempre dovute non a patologie cardiache ma ad altre patologie che possono "irritare" il cuore.
Fra queste le più comuni sono l'ernia iatale gastrica, la esofagite da reflusso, i calcoli alla colecisti, l' ansia. Non bisogna poi dimenticare il ruolo del fumo, degli alcoolici, caffè, thè, cioccolato, ed altre sostanze eccitanti.
E' giustissimo quindi, in considerazione anche i tuoi sintomi gastrici, effettuare una gastroscopia. La sospensione del Pantoprazolo non è obbligatoria (l'ernia iatale si vede comunque e l'esofagite scompare solo dopo diversi giorni di trattamento), tuttavia sarebbe consigliabile perchè se c'è qualche lesione erosiva della mucosa, con la terapia con pantoprazolo scompare (sia pure temporaneamente) e la gastroscopia non la rileva.
Se poi la gastroscopia rilevasse una patologia di questo tipo, la cura va fatta assolutamente (se il pantoprazolo ti dà fastidio esistono numerosi altri farmaci analoghi ed altrettanto efficaci) e per un periodo congruo (almeno 4 settimane).

Cari saluti,

Rispondi