Paresi Facciale

Forum di discussione sui nostri problemi sanitari. Il confronto e l'incontro con altri che possono essere nelle nostre stesse condizioni ci puo' aiutare a capire meglio e a superare i dubbi e le difficolta'.

alfredomeola
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 3
Iscritto il: ven lug 01, 2005 12:51 pm

Paresi Facciale

Messaggio da alfredomeola » ven lug 01, 2005 12:04 pm

Salve,
mi è stata diagnosticata una leggera paresi facciale. i disturbi che ho sono i seguenti:
-Labbro appena un pò abbassato lato sx
-Orecchio sx che si tappa di continuo
-Leggerissimo dolore lato sx che va dalla tempia al collo
-Sensibilità leggermente ridotta lato sx della faccia (avverto quasi un leggerissimo formicolio sulla guancia e sull'orecchio)
-Sensibilità alle correnti d'aria (finestrino auto)

Se prendo una bustina di nimesulide sto bene per un pò.

Ho combattuto con un ascesso dentale un paio di volte in passato usando antibiotici. Ora il dente non mi fa male più ma un leggero indolenzimento c'è.

Mi è stato prescritto SOLDESAM fiale 4mg 1 fiala x 6gg.

Vorrei chiederle un parere in generale e sapere se la terapia è adeguata, se i sintomi della paresi regrediranno ed avere qualche consiglio, grazie.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun lug 04, 2005 5:07 pm

La paralisi del nervo facciale ("Paralisi di Bell") è una paresi o paralisi acuta unilaterale della faccia dovuta a disfunzione del VII nervo cranico o nervo facciale, senza cause evidenti. Altri sintomi possono essere dolore all’interno e dietro l’orecchio talvolta irradiato alla regione occipitale o cervicale, torpore nel lato colpito della faccia, iperacusia e alterazione del gusto nella parte anteriore della lingua dallo stesso lato del disturbo motorio facciale. La paralisi di Bell colpisce uomini e donne in egual modo, con un picco di incidenza fra i 10 e 40 anni di età. Colpisce con la stessa frequenza i 2 lati della faccia, la causa non è chiara. Infezione virale, ischemia vascolare, disturbi infiammatori autoimmuni e ereditarietà sono stati suggeriti come cause. Una possibile origine virale è stata proposta dopo l’isolamento del virus dell’herpes simplex di tipo 1 dal liquido endoneurale del nervo facciale in soggetti colpiti da paralisi di Bell. Oltre 2 terzi dei soggetti colpiti dalla paralisi di Bell guariscono completamente in modo spontaneo. Gli studi più numerosi di individui affetti che non avevano ricevuto terapia specifica hanno mostrato i primi miglioramenti entro 3 settimane dall’insorgenza nell’85% dei casi, nel restante 15% qualche miglioramento si è riscontrato dopo 3-6 mesi. Sempre nello stesso gruppo il 71% dei soggetti ha riacquistato la funzionalità normale della faccia, il 13% ha presentato postumi di scarsa entità , mentre nel rimanente 16% è stata riscontrata una riduzione funzionale permanentecon disfunzioni autonomiche, sincinesie e spasmo post-paralitico. Questi dati sono molto simili a quelli riportati in altri studi in cui i pazienti non avevano ricevuto un trattamento specifico. Questo fa capire come in realtà i vari trattamenti proposti non siano comprovatamente efficaci. In genere si somministrano cortisonici (ma la loro utilità è attualmente messa in discussione) da soli o associati ad un antivirale (Acyclovir), ma i risultati, come già detto, sono spesso sovrapponibili a quelli ottenuti senza alcuna terapia.

Saluti!

alfredomeola
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 3
Iscritto il: ven lug 01, 2005 12:51 pm

Messaggio da alfredomeola » lun lug 04, 2005 6:10 pm

La ringrazio per la sua risposta, dottore.
Le aggiungo una novità, dopo tre o quattro settimane di disturbi al lato sx, da ieri si è aggiunto un Herpes al centro del labbro superiore ed ho l'impressione di avere un linfonodo sotto la mascella a sx che è gonfio e fa un pò male. Vuol dire qualcosa? Devo prendere qualche antibiotico?

Saluti

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun lug 04, 2005 6:18 pm

Alla luce dei nuovi sintomi, sarebbe allora opportuno valutare una terapia antivirale con acyclovir: rivolgiti al tuo medico.

Saluti!

liliane
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: mar mar 20, 2007 5:33 pm

Messaggio da liliane » mar mar 20, 2007 3:52 pm

Dopo un dolore forte per artrosi cervicale , ho avuto una parese del VI nerve dell'occhio destro , per 3 o 4 giorni ho sofferto pure di diplopia ho fatto TAC Rmn eco dopler ect .. è tutto normale , l'oculista mi ha detto che ci vorrà tempo per rivedere bene ,ho occhiali nuovi , pero fuori non riesco a vedere bene , e non posso andare da sola .

Vorrei sapere se davvero la mia vista tornerà normale ?? e cosa ci potrebbe essere da fare ?

GRAZIE

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mer mar 21, 2007 11:59 am

Ti consiglierei anche una visita neurologica. Potrebbe infatti trattarsi dells sindrome di Tolosa-Hunt, una patologia che interessa il III, IV e VI paio dei nervi cranici e comincia con dolore e poi paresi dei nervi cranici che causa diplopia.
E' una sindrome benigna, che risente molto della terapia con il cortisone (migliora già dopo i primi giorni di terapia) e che se non trattata può però durare anche 2 mesi. In ogni caso, il recupero è totale.

Ciao!

liliane
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: mar mar 20, 2007 5:33 pm

Messaggio da liliane » mer mar 21, 2007 12:14 pm

La ringrazio molto , ho fatto anche la visita neurologica .. sono una persona con anxietà terribile , mi ha datto dei calmanti , pero iò le sopporto male ... prendo gocce di :tiglio-valeriana-passiflorae biancospino , e anche ALPRAZIG ( il meno possibile ),mi ha datto vitamine +MSM , e mezza compressa la mattina di enalapril 20mg .
La mia anxietà mi fa salire la pressione sanguina .. magari dipende anche di questo .
Purtroppo ho avuto diversi CHOC .. nella mia vita , che attualmente non riesco a superare facilmente , ovviamente il fatto di vedere male non mi aiuta .

Ancora grazie , e i miei più cordiali saluti .

cinzia masella
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: sab nov 15, 2008 1:19 pm

Messaggio da cinzia masella » sab nov 15, 2008 11:21 am

Sono una donna di 32 anni. Circa un mese fa sono stata colpita da paresi del VII nervo facciale con fenomeno di Bell sul lato destro del viso. All'età di sei anni avevo avuto una emiparesi facciale sul lato sinistro non completamente guarita (erano rimasti dei lievi segni visibili solo quando sorridevo).
Da 10 giorni ho terminato la cura a base di cortisone. Sto facendo anche riabilitazione mediante fisioterapia (ho già fatto 15 sedute). Non c'è stato però alcun miglioramento a parte un lieve incremento della tonificazione del lato colpito.
Durante i primi giorni di malattia, ho specificato ad un dottore che spesso in passato ho sofferto di herpes in forme molto acute, ma lui mi ha detto che non potevo assumere zovirax insieme al cortisone perchè i due farmaci sarebbero andati in contrasto.
Una settimana fa, avendo qualche linea di febbre ho fatto una visita infettivologica e delle analisi da cui sono risultata positiva all'herpes 6-8. Sto prendendo lo zovirax.
Se fosse stato l'herpes a provocare la paralisi, è possibile una guarigione anche se ho assunto il farmaco dopo così tanto tempo dall'insorgenza della malattia?
Per quanto tempo può essere assunto lo zovirax? Per quanto tempo è consigliabile fare fisioterapia se non insorgono miglioramenti?
Grazie
C.M.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » lun nov 17, 2008 8:11 am

In circa il 15-20% dei casi di Paralisi di Bell (paralisi periferica idiopatica del nervo faciale), i miglioramenti possono aversi a distanza anche di sei mesi, quindi devi avere pazienza e continuare con la fisioterapia.
Per quanto riguarda la terapia, in realtà c'è poco da fare: sia i cortisonici che gli antivirali, da soli, si sono dimostrati inefficaci. Si è dimostrato qualche piccolo beneficio dalla terapia in associazione ad alte dosi effettuata precocemente, ma il recupero è in pratica quasi esclusivamente spontaneo.
Ti riporto per completezza le linee guida terapeutiche tratte da Clinical Evidence 2001:

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote">

• Steroidi
Le evidenze disponibili non mostrano significativi benefici dal trattamento con gli steroidi nella Bell’s palsy nel favorire il completo recupero motorio dell’emivolto e evitare lo sviluppo di sincinesie motorie e disfunzioni autonomiche. ( Evidenza 1) 15
Non se ne raccomanda l’uso (Raccomandazione di grado A).

• Aciclovir
Le evidenze disponibili non mostrano significativi benefici dal trattamento con l’aciclovir nella Bell’s palsy nel favorire il completo recupero motorio dell’emivolto e evitare lo sviluppo di sincinesie motorie e disfunzioni autonomiche. (Evidenza 1) 17
Non se ne raccomanda l’uso (Raccomandazione di grado A).

• Associazione di steroidi e aciclovir
Le evidenze disponibili mostrano un piccolo, ma significativo beneficio dal trattamento associato di steroidi e aciclovir rispetto al trattamento con soli steroidi in termini di superiore outcome funzionale con un maggior recupero di movimento muscolare volontario correlato alla prevenzione della degenerazione del nervo. (Evidenza 2 B) 5, 2
Se ne consiglia l’uso con le seguenti precisazioni prescrittive (Raccomandazione di grado B).

• La terapia medica consigliata è da somministrare entro 3 gg dall’esordio della paralisi.
• La terapia medica consigliata è da somministrare ai pazienti con più di 18 anni in buone condizioni di salute generale determinate dall’EO e dall’anamnesi in assenza di controindicazioni alla assunzione di steroidi e acyclovir (storia di diabete mellito, ulcera peptica, disfunzioni renali o epatiche, malattie del tessuto connettivo, ipertensione maligna, sindrome da immunodeficienza acquisita o immunosoppressione) e a donne non gravide.
• Il dosaggio di steroidi prevede la prescrizione orale di 1 mg/Kg di peso corporeo di prednisone die per i primi 5 gg da assumere in 2 dosi egualmente divise al mattino e alla sera per passare poi a 10 mg die (5 mg al mattino e 5 mg alla sera) durante i successivi 5 gg.
• Il dosaggio di aciclovir (Zovirax) prevede la prescrizione orale di 2000 mg (400 mg 5 volte die) per 10 gg.

Nota: gli effetti collaterali più frequentemente osservati sono stati i disturbi gastrointestinali; tali disturbi di entità lieve o moderata non hanno richiesto alcun tipo di trattamento specifico.



<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">


Ciao!

cinzia masella
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: sab nov 15, 2008 1:19 pm

Messaggio da cinzia masella » mer nov 19, 2008 4:23 pm

Salve!
Tre giorni fa, continuando le analisi virologiche,hanno trovato gli ANTICORPI Igm anti Borrelia positivo.
Il neurologo sostiene che dovrei prendere degli antibiotici perchè ho dei sintomi tipici della borrelia (paresi facciale, febbre non elevata, dolori alle articolazioni). Il virologo dice di no perchè il test non è attendibile. Io vorrei seguire il consiglio del neurologo che non sa però consigliarmi un antibiotico idoneo.
Con il medico di famiglia ne abbiamo individuati alcuni.
E' meglio prendere, secondo voi, la doxiciclina 100mg(ovvero il bassado) oppure la claritromicina (ovvero il Macladin 500 mg).
Grazie
C.

Heise IT-Markt [Crawler]

Messaggio da Heise IT-Markt [Crawler] » mer nov 19, 2008 4:26 pm

Io personalmente sceglierei il Macladin 500 (ovviamente in assenza di controindicazioni in atto) perchè dà meno effetti indesiderati della Doxiciclina.

Ciao!

sakuntala
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: ven gen 02, 2009 11:19 pm

Messaggio da sakuntala » ven gen 02, 2009 9:41 pm

salve, circa 10 anni fà mi è stata diagnosticata paralisi facciale sx, ho fatto la cura cortisonica e anche la ginnastica facciale per un mese, il tutto sembrava risolto è rimasto solamente un angolino della bocca.
Con il passare degli anni la situazione non è migliorata in seguito mi si è gonfiato l'occhio sx tanto che è più piccolo di quello dx, continuo ad avere dolori alla nuca nella parte sx, l'orecchio mi fa male sia esternamente che internamente e la parte sx della faccia è più gonfia rispetto a quella dx, sento disturbi sotto la gola e l'orecchio e l'occhio è pesante ,mi lacrima e certe volte ho come la nebbia e vedo l'immagine doppia e sento la narice sx più asciutta. Preciso che ho fatto visite neurologiche, effettuato tac alle rocche petrose, risonanza con liquido di contrasto, tutto rientra nella norma, io non so più dove andare, il medico curante dice che non sa cosa farmi fare ma io sto male questa situazione mi butta giù anche perchè la situazione facciale è evidente, quando lavo i denti sembro una maschera, mi aiuti almeno a trovare la strada giusta un grazie di cuore. Antonella

carlo dainelli
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: mar feb 24, 2009 9:38 am

Messaggio da carlo dainelli » mar feb 24, 2009 8:11 am

buon giorno a tutti
sono nuovo,ma ho un problema simile a tanti che sono nel forum.
Sono ormai una ventina di giorni che tutte le mattine,quando mi alzo,ho dei distubi di sensibilità alla faccia lato six.Non ho un dolore,ma una sensazione come se un capello mi svolazzi sulla guancia,a volte anche sul naso e sull'occhio.Ho cercato di capire se la sensibilità della parte sx era minore di quella dex,secondo me è uguale.Avendo due radiche di denti ho fatto un panoramica ,non ci sono accessi.Ho anche un carie,che non sapevo di avere, ma questa non mi ha fatto nessun dolore "mai".Sono un vecchio paziente di emicrania a grappoli ma ,fortunatamente,sono almeno quattro anni che non si manifesta più Dottore da cosa può derivare questo problema.Mi dimenticavo durante il giorno qualche volta sparisce.CARLO DAINELLI

sarainverso
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: mar giu 30, 2009 1:45 pm

Messaggio da sarainverso » mar giu 30, 2009 1:03 pm

buongiorno,
sono un ragazzo di 20 anni.
ho una paralisi facciale al lato destro da ormai 4 mesi, e nel tempo non vi è stato alcun miglioramento.
al pronto soccorso, il giorno dopo essermi accorto della paralisi, mi hanno detto che è un semplice colpo d'aria e mi hanno dato tre giorni di malattia (considerando che io faccio un lavoro all'aria aperta e piuttosto faticoso...).
non riscontrando alcun miglioramento, mi sono rivolto ad altri specialisti e neurologhi, ricevendo solo consigli contrastanti. nessuno mi ha saputo spiegare il motivo della paralisi. inoltre, alcuni mi hanno detto che dovrei guarire presto, altri che la paralisi potrebbe non migliorare.
per ora sto prendendo delle vitamine e sali minerali per aiutare a rigenerare il nervo; ho interrotto i cortisonici dopo 10 giorni.

spero mi possa aiutare, o almeno darmi qualche consiglio.

ciluzzi
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: ven dic 18, 2009 5:57 pm

Messaggio da ciluzzi » ven dic 18, 2009 4:05 pm

salve a tutti,mi chiamo Antonio ed ho 50anni.
da 3 anni soffro di paresi facciale lato sinistro che appare solamente nel periodo invernale.ho problemi riguardo la chiusura dell occhio sinistro,al labbro e alla lingua però quest anno ho riscontratato un altro problema cioè mi sono reso conto che la mia mano sinistra(dito medio,anulare e mignolo)ha un formicolio quando apro e chiudo la mano come se fossero addormentate.vorrei sapere se quest altro problema è dovuto alla paresi facciale e se c è un rimedio per evitare tutto ciò.
la ringrazio per l ascolto...
Aspetto una sua risposta...Antonio!!

Rispondi