Arial: a cosa serve e come si usa

Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione (Salmeterolo Xinafoato): indicazioni e modo d’uso

Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione (Salmeterolo Xinafoato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Terapia sintomatica prolungata degli stati broncospastici. Non sostitutiva della terapia patogenetica e del trattamento della crisi acuta d’asma con beta2-agonisti a rapida insorgenza d’azione. Nel trattamento dell’asma deve essere usato solo in aggiunta ai corticosteroidi.

Trattamento a lungo termine dell’ostruzione bronchiale reversibile in pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione

ARIAL va somministrato esclusivamente per via inalatoria ai seguenti dosaggi:

ASMA

Adulti:

due inalazioni (2 x 25 microgrammi di salmeterolo) due volte al giorno.

Nei pazienti con ostruzione delle vie aeree particolarmente grave nei quali persistano i sintomi, la dose può essere aumentata fino ad un massimo di 4 erogazioni (4 x 25 microgrammi di salmeterolo) due volte al giorno.

Bambini di età superiore ai 4 anni:

due inalazioni (2 x 25 microgrammi di salmeterolo) due volte al giorno.

Bambini di età inferiore ai 4 anni:

Al momento non vi sono sufficienti dati clinici sull’uso del salmeterolo nei bambini al di sotto dei 4 anni di età.

Adulti:

due inalazioni (2 x 25 microgrammi di salmeterolo) due volte al giorno.

Si raccomanda, per ottenere il massimo beneficio nella terapia delle affezioni ostruttive reversibili delle vie aeree, di usare il salmeterolo regolarmente.

L’insorgenza di una consistente broncodilatazione (miglioramento del FEV1 superiore al 15%) si verifica entro 10-20 minuti. La completa attività terapeutica si raggiunge dopo le prime dosi del farmaco.

L’effetto broncodilatatore si mantiene per circa 12 ore con particolari vantaggi per il controllo dei sintomi notturni dell’asma, della BPCO e per le crisi asmatiche indotte dall’esercizio fisico.

Dato che con questa classe di farmaci, a dosaggi elevati, possono comparire effetti indesiderati, il dosaggio e la frequenza delle inalazioni devono essere variati solo su indicazione del medico; pertanto nel caso si rendesse necessaria una immediata broncodilatazione addizionale non è consigliabile superare il dosaggio massimo indicato di salmeterolo, ma ricorrere ad un beta 2-agonista inalatorio a più breve durata d’azione.

Nei pazienti con scarsa capacità di coordinamento dei movimenti possono essere impiegati opportuni apparecchi distanziatori oppure si può ricorrere all’uso della formulazione in polvere (ARIAL Polvere per inalazione in inalatore DISKUS).

Popolazioni speciali

Non sono necessari aggiustamenti del dosaggio nei pazienti anziani o nei pazienti con funzionalità renale ridotta.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione per quanto riguarda la gravidanza:

Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione: si può prendere in gravidanza?

Gravidanza

Gli studi sull’animale non indicano effetti dannosi, diretti o indiretti relativamente alla tossicità riproduttiva, con l’eccezione di evidenze di alcuni effetti dannosi sul feto a dosi molto elevate (vedere paragrafo 5.3).

Non ci sono studi adeguati e controllati sul salmeterolo in donne in gravidanza.

Come misura precauzionale è preferibile evitare l’uso di salmeterolo durante la gravidanza. Allattamento

I dati a disposizione di farmacodinamica e di tossicologia nell’animale hanno mostrato escrezione di

salmeterolo nel latte. Non può essere escluso un rischio per il bambino che viene allattato al seno.

La decisione se interrompere l’allattamento al seno o interrompere/sospendere la terapia con salmeterolo deve essere presa tenendo in considerazione il beneficio dell’allattamento al seno per il bambino e il beneficio della terapia con salmeterolo per la donna.

Studi sul propellente HFA-134a non hanno rivelato alcun effetto sulla performance riproduttiva e sulla lattazione di adulti e sulle due successive generazioni di ratti e sullo sviluppo fetale di ratti o conigli .

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione in caso di sovradosaggio.

Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione: sovradosaggio

Sintomi e segni

I sintomi ed i segni attesi di sovradosaggio del salmeterolo sono quelli tipici di una eccessiva stimolazione beta2-adrenergica, inclusi vertigini, tremore, cefalea, tachicardia, aumenti della

pressione arteriosa sistolica.

Inoltre può verificarsi ipokaliemia e per questo i livelli sierici di potassio devono essere monitorati e deve essere presa in considerazione la terapia sostitutiva di potassio.

Trattamento

Nel caso di sovradosaggio, il paziente deve essere trattato con misure di supporto e, se necessario, essere monitorato. Ulteriori trattamenti devono adeguarsi alle appropriate indicazioni cliniche o alle raccomandazioni del centro nazionale veleni, ove disponibili.

Arial 25 mcg/erogazione sospensione pressurizzata per inalazione: istruzioni particolari

Medicinale per esclusivo uso inalatorio, leggere attentamente le seguenti istruzioni prima dell’uso.

I pazienti devono essere istruiti sul corretto uso del medicinale raccomandando di leggere attentamente il foglio illustrativo.

Controllo dell’inalatore:

Al primo utilizzo o se il contenitore sotto pressione non viene utilizzato per una settimana o per un periodo di tempo superiore, togliere il cappuccio stringendolo leggermente ai lati, agitare energicamente l’inalatore e rilasciare due erogazioni a perdere per assicurarsi che funzioni.

Impiego dell’inalatore:

1. Togliere il cappuccio protettivo del boccaglio, stringendolo

Figura 1

Figura 2

leggermente ai lati.

Controllare l’interno e l’esterno dell’inalatore compreso il boccaglio per escludere la presenza di corpi estranei.

Agitare energicamente l’inalatore per assicurarsi di rimuovere corpi estranei eventualmente presenti e che il contenuto dell’inalatore sia miscelato in modo uniforme.

Tenere l’inalatore con il pollice e l’indice come nella fig. 1 senza premere (l’indice deve appoggiare sul fondo del contenitore sotto pressione).

Espirare completamente, quindi collocare il boccaglio saldamente tra le labbra (v. fig.2), evitando di morderlo.

Effettuare quindi una inspirazione profonda e premere una sola volta con l’indice sul fondo del contenitore sotto pressione continuando ad inspirare profondamente. E’ importante che l’inspirazione venga iniziata lentamente un istante prima di azionare l’inalatore.

Trattenere il respiro il più a lungo possibile, allontanare il boccaglio ed espirare lentamente.

Attendere almeno mezzo minuto nel caso si debba effettuare una successiva inalazione, ripetendo quindi le operazioni da 3 a 7.

Dopo l’uso reinserire sempre il cappuccio per proteggere il boccaglio da polvere e lanugine.

Rimettere il cappuccio protettivo al boccaglio, premendolo fino ad udire lo scatto.

Importante: non eseguire in modo affrettato le operazioni indicate ai punti 5, 6 e 7. E’ importante iniziare ad inspirare il più lentamente possibile subito prima di azionare l’inalatore.

I pazienti dovrebbero utilizzare per le prime volte il medicinale davanti ad uno specchio per verificare un’eventuale fuoriuscita di materiale nebulizzato al di sopra dell’inalatore o dai lati della bocca. Tale fuoriuscita indica che l’inalazione non è stata effettuata correttamente; ripetere quindi le operazioni dal punto 2.

Accertarsi di tanto in tanto, agitando il contenitore, del livello di esaurimento del preparato che è predisposto solo per 120 erogazioni (60 dosi).

Bambini

I bambini possono aver bisogno di aiuto nell’utilizzo dell’inalatore. Incoraggiare il bambino ad espirare ed azionare l’inalatore appena all’inizio dell’atto inspiratorio. Esercitarsi insieme sulla tecnica. I bambini più grandi o le persone con mani deboli devono tenere l’inalatore con entrambe le mani. Mettere i due indici sul fondo della bomboletta erogatrice ed entrambi i pollici sulla base sotto il boccaglio.

Pulizia dell’inalatore:

La pulizia dell’inalatore deve essere effettuata almeno una volta alla settimana come di seguito riportato:

togliere il coperchio del boccaglio

pulire il boccaglio dentro e fuori ed il contenitore con un panno asciutto reinserire il coperchio sul boccaglio.

Non staccare il contenitore dall’erogatore durante la pulizia.

NON IMMERGERE IL CONTENITORE SOTTO PRESSIONE NELL’ACQUA.

pulire il boccaglio dentro e fuori ed il contenitore con un panno asciutto reinserire il coperchio sul boccaglio.

Non staccare il contenitore dall’erogatore durante la pulizia.

NON IMMERGERE IL CONTENITORE SOTTO PRESSIONE NELL’ACQUA.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco