Home Schede Tecniche Poliovaxin: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Poliovaxin: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Poliovaxin

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Poliovaxin: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Poliovaxin: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

POLIOVAX IN

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Ogni dose da 1 ml contiene:

– Poliovirus inattivato di tipo 1 40 UD*

– Poliovirus inattivato di tipo 2 8 UD*

– Poliovirus inattivato di tipo 3 32 UD*

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Sospensione iniettabile.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Immunizzazione attiva contro la poliomielite.

Il vaccino poliomielitico inattivato è anche raccomandato per tutti i soggetti per i quali è controindicata la vaccinazione con vaccino poliomielitico vivo attenuato di tipo Sabin:

– soggetti con immunità compromessa non ancora vaccinati o parzialmente vaccinati;

– soggetti sintomatici o asintomatici con infezioni HIV;

– familiari di soggetti immunocompromessi, compresa l’infezione da HIV;

– adulti non immunizzati o parzialmente immunizzati con OPV e IPV, con rischio di

esposizione;

– adulti con rischio di esposizione alla poliomielite, che siano stati regolarmente

vaccinati con IPV.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

L’immunizzazione deve essere effettuata in bambini e adulti mediante iniezione intramuscolare o sottocutanea profonda. Nei bambini la sede preferita è la faccia anterolaterale della coscia. Negli adolescenti ed adulti il vaccino dovrebbe essere somministrato nel deltoide.

Se la vaccinazione primaria viene effettuata con solo vaccino poliomielitico inattivato iniettabile (IPV), la schedula di vaccinazione è la seguente:

prima dose nel terzo mese di vita,

seconda dose a distanza di almeno 6-8 settimane dalla prima,

terza dose 6-12 mesi dopo la seconda.

Una dose supplementare (richiamo) deve essere somministrata nel 3° anno di vita ad almeno 12 mesi di distanza dall’ultima somministrazione del ciclo di base.

Se la vaccinazione viene effettuata in modo sequenziale somministrando le prime due dosi di vaccino poliomielitico inattivato iniettabile (IPV) e successivamente il vaccino vivo attenuato per via orale (OPV), la schedula di vaccinazione è la seguente:

prima dose con vaccino poliomielitico inattivato iniettabile nel terzo mese di vita,

seconda dose a distanza di 6-8 settimane con vaccino poliomielitico inattivato iniettabile,

terza dose con il vaccino vivo attenuato per via orale nel corso del 11°-12° mese di vita.

Una dose supplementare (richiamo) deve essere somministrata nel 3° anno di vita ad almeno 12 mesi di distanza dall’ultima somministrazione del ciclo di base con il vaccino vivo attenuato per via orale.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità riconosciuta verso uno dei componenti del vaccino.

Reazioni gravi conseguenti ad una vaccinazione precedente con lo stesso vaccino.

L’immunizzazione deve essere rimandata nei pazienti con malattie acute febbrili. Affezioni minori (come raffreddore o infezioni delle vie aeree superiori, dermatosi, eczema e infezioni cutanee localizzate) o trattamento con farmaci (antibiotici e cortisonici a basso dosaggio per uso locale o sistemico) non costituiscono controindicazione, anche temporanea, alla vaccinazione.

Nel vaccino potrebbero essere presenti tracce di neomicina, streptomicina e polimixina B; non somministrare POLIOVAX-IN a soggetti allergici a questi antibiotici.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Come per tutti i vaccini iniettabili, un appropriato trattamento e controllo medico devono essere sempre prontamente disponibili nel caso di una rara reazione anafilattica conseguente alla somministrazione del vaccino.

Il vaccino POLIOVAX-IN non deve in nessuna circostanza essere somministrato per via intravascolare.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

POLIOVAX-IN può essere somministrato contemporaneamente ad altri vaccini purchè vengano usate siringhe e sedi di inoculo diverse.

Il vaccino può essere somministrato a pazienti immunocompromessi o in trattamento con farmaci immunodepressori. Inquesti casi la risposta immunologica può essere ridotta.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Nell’uomo, fino ad oggi, i dati sono inadeguati per valutare il rischio teratogeno e fetotossico durante la gravidanza. In gravidanza, nelle pazienti ad alto rischio, i possibili rischi dell’infezione devono essere valutati rispetto ai possibili rischi della vaccinazione. Il vaccino POLIOVAX IN può essere usato durante l’allattamento.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

E’ improbabile che il vaccino POLIOVAX IN determini effetti sulla capacità di guidare e di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Reazioni locali: arrossamento, tumefazione, dolore, edema.

In casi molto rari sono state segnalate reazioni più gravi nel sito di somministrazione e orticaria.

Reazioni sistemiche: febbre, cefalea, malessere.

Tali effetti sono, nella maggior parte dei casi, di lieve entità e durata.

Come per tutti i prodotti biologici non è da escludere la possibilità, seppure rara, di reazioni di ipersensibilità, compresa la reazione anafilattica.

POLIOVAX-IN può essere somministrato contemporaneamente ad altri vaccini e, in questo caso, le reazioni sistemiche evidenziate non possono essere attribuite ad un vaccino specifico.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non sono conosciuti sintomi da sovradosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Nell’uomo la sieroprotezione si ottiene generalmente dopo 1 o 2 dosi. La somministrazione della seconda dose induce una risposta di tipo secondario caratterizzata da un rapido aumento del livello anticorpale che indica l’instaurarsi della memoria immunologica.

Nessun virus poliomielitico è escreto dopo la somministrazione di POLIOVAX-IN.

POLIOVAX-IN non causa paralisi associate al vaccino poliomielitico.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Non applicabile

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Non applicabile

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

2-fenossietanolo 5 mg

formaldeide 25 mcg

Terreno 199 q.b. a 1 ml

06.2 Incompatibilità

Indice

Non si conoscono incompatibilità.

06.3 Periodo di validità

Indice

La data di scadenza è indicata sull’etichetta e sull’astuccio.

La validità è di 24 mesi.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Il prodotto deve essere conservato in frigorifero a temperatura compresa tra +2°C e +8°C. Non congelare. Proteggere dalla luce.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

1 fiala, contenente 1 ml di sospensione. Confezione monodose.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Il vaccino contiene rosso fenolo come indicatore di pH e generalmente appare come un liquido limpido di colore rosa, con variazioni dal giallo-rosa al rosa intenso.

Il vaccino non deve essere usato se presenta una colorazione decisamente gialla o viola scuro

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Chiron S.p.A, Via Fiorentina 1, SIENA, Italia

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

Fiala dil ml: AIC Numero 034440014

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

ottobre 1999

10.0 Data di revisione del testo

Indice

ottobre 1999

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

    Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983