Pubblicità

 

L'ESENZIONE DALLE SPESE SANITARIE (TICKETS)



Gli assistiti che soffrono di particolari malattie o che sono in condizioni disagiate hanno diritto a non pagare i ticket delle spese mediche.

L’esenzione dai ticket è riconosciuta:

Esenzione per malattia

Le persone che soffrono di malattie croniche o invalidanti, oppure di malattie rare hanno diritto all’esenzione dai ticket per le prestazioni sanitarie collegate alla malattia (D.M. San. 329/99 e 279/01).

CONSULTA SUL SITO DEL MINISTERO DELLA SALUTE, LA LISTA DELLE MALATTIE CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE E LE PRESTAZIONI ESENTI PER OGNI MALATTIA


L'esenzione va richiesta alla propria ASL, presentando:

Dopo aver valutato la documentazione, la ASL rilascia una tessera di esenzione, di durata permanente o limitata secondo il tipo di malattia ed i regolamenti regionali. L’eventuale rinnovo deve essere richiesto alla ASL, che può sollecitare o no ulteriore documentazione.

Per prenotare le analisi ed i controlli senza pagare il ticket è necessaria la prescrizione del proprio medico di medicina generale, sulla quale devono essere scritte le prime tre cifre del codice della malattia, indicato sulla tessera di esenzione.

 

Esenzione per reddito


Hanno diritto all’esenzione per reddito (L. 724/94 e 549/95):


Per richiedere l'esenzione per motivi di reddito, l’interessato, un suo familiare o il tutore legale deve sottoscrivere una dichiarazione sul retro della ricetta. La regolarità delle prescrizioni e la verità delle dichiarazioni di esenzione sono controllati dalla ASL. Le eventuali violazioni sono punibili secondo il codice penale.

Pubblicità

Esenzione per invalidità civile

In base alla percentuale d’invalidità, sono identificate tre classi di difficoltà cui corrispondono diversi livelli d’esenzione:

 

Pubblicità

 

Pagina aggiornata il: 4/11/2013