Pubblicità

 

SCELTA DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE E DEL PEDIATRA DI LIBERA SCELTA


Tutti i cittadini devono essere iscritti al Servizio Sanitario Nazionale ( S.S.N.) e scegliere un medico o un pediatra tra quelli disponibili nell'ambito territoriale di residenza. 

Per l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale necessitano i seguenti documenti:

Per la scelta o revoca del medico di famiglia: 

La residenza è il presupposto essenziale per l'iscrizione degli assistiti negli elenchi delle ASL e per l'assegnazione del medico di medicina generale. Chi non ha la residenza ha diritto ad eventuali analisi gratuite ma deve pagare la visita del medico di base.

Il cambio di residenza dell'assistito, anche temporaneo, comporta la revoca automatica del medico di famiglia da parte della ASL. E' da notare che se si cambia nuovamente residenza, tornando a quella originaria, la scelta del medico di famiglia va fatta di nuovo, non essendo automatica la riattribuzione del medico precedentemente scelto.

In alcuni casi è consentito scegliere un medico anche al di fuori del comune di residenza, anche se a tempo determinato (da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 1 anno). E' il caso delle seguenti categorie di cittadini:

Nei casi precedentemente elencati, per la scelta del medico curante, sono necessari:

La scelta del medico, può essere fatta personalmente, o tramite delega scritta. Il cittadino delegato, deve presentare la delega firmata dal delegante, ed il libretto sanitario del delegante.

All'atto dell'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale viene rilasciata una tessera sanitaria che da diritto all'erogazione delle prestazioni sanitarie. Su tale tessera, è indicato il nome del medico di famiglia scelto. In caso di smarrimento il duplicato della tessera va richiesta agli sportelli C.U.P.  presentando una copia della denuncia di smarrimento resa ai Carabinieri e/o al Commissariato di Pubblica Sicurezza.

La scelta del medico o del pediatra, è basata sul rapporto di fiducia. Se viene meno il rapporto di fiducia medico - paziente, sia l'assistito che il medico possono esercitare il diritto di revoca.

Per effettuare la scelta o la revoca rivolgersi agli sportelli C.U.P.

 

Pubblicità

 

Pagina aggiornata il: 14/12/2010