Pubblicita'

Angostura

(Galipea Cusparia DC. -(Fam. Rutacee/Cuspariee)(Sin. – Bonplandia trifoliata Willd. – Bonplandia Angostura Rich. – Galipea otììcinalis Hancock)

Angostura- Ultimo aggiornamento pagina: 27/02/2018

Indice dei contenuti

  1. Generalità
  2. Componenti principali
  3. Proprietà farmacologiche
  4. Estratti e preparati vari
  5. Preparazioni usuali e Formule
  6. Bibliografia

Generalità

Torna ad inizio pagina

angostura

Etimologia – Angostura, antico nome di Ciudad Bolivar, città dedicata a Simone Bolivar y Ponte, el Libertador.

Galipea – dal greco gala = latte e poiew = faccio, per il lattice resinoso, di cui abbonda. Oppure da Galipon, tribù indiana della Guiana.

Cusparia – da Cuspapui, missionari sud-americani che fecero conoscere la corteccia.

Pubblicita'

Bonplandia – dedicata a Aimé Bonpland di Rochelle, compagno di viaggio di Humboldt in America, professore di Scienze Nat. a Buenos Ayres (1773-1858).

trifoliata – per le foglie a tre foglioline elittiche e lucenti.

Habitat Nelle foreste delle vicinanze di Angostura, sull’Orenoco. nel Venezuela e nella Nuova Granata (Colombia).

Albero (15-25 m).

Parti usate La corteccia.

Componenti principali

Torna ad inizio pagina

Alcaloidi 1-2%: a) cusparina (1) C19H17O3N e galipina (1) C20H21O3N : b) cusparidina C19H17O3N, galitpidina (2) C19H19O3N, la cui presenza è stata però messa in dubbio da Tròger (3) ; c) cuspareina (3a) C20H25O2N (3) ; d) galipoidina (3) C19H15O4N; e)un altro alcaloide C21H26O3N2, isomero della yohimbina (4): f) galipolina (5) C19H19O3N; g) basi minori: chinolinaa, chinaldina, 2-n-amil- chinolina, 4-metossi-2-n-amilchinolina e 1-metil-chinolone (6).

Tra questi alcaloidi i più importanti sono la cusparina e la galipina, le cui formule di struttura sono state definite (7) (8) e che appartengono al gruppo degli alcaloidi chinolinici:

Pubblicita'

angostura Figura 1

angostura Figura 2

La formula di struttura della galipoidina non è nota.

Dalla corteccia di A. è stato inoltre ottenuto l’ 1 -2 % circa di olio essenziale di odore aromatico, contenente composti sesquiterpenici (galipene e cadinene) e terpenici (pinene) ed un principio odoroso, molto instabile, identificato con un alcool sesquiterpenico, il galipolo C15H26O (14 % circa dell'olio etereo) (9).

Nella corteccia essiccata è stata trovata vitamina B1 mg 1,128% (13).

Proprietà farmacologiche ed impiego terapeutico

Torna ad inizio pagina

L’Angostura ha azione amaro-tonica aromatica e, come tutti gli amaro-tonici ed aromatici, trova impiego nella terapia delle dispepsie e nelle gastriti catarrali. Essa è a volte usata anche come astringente, sola od associata ad altre droghe che in più alto grado posseggono quest'azione.

Pubblicita'

Raimond-Hamet (10) ha messo in evidenza un’attività simpaticomimetica della cusparina e, più recentemente, Binet e Strumza (11) con esperienze eseguite sul cane cloralosato, con centri respiratori depressi o non, hanno dimostrato che gli alcaloidi totali estratti dalla corteccia di Angostura, sono dotati di attività eccito-respiratoria. Tale attività si manifesta con un aumento della frequenza e dell’ampiezza degli atti respiratori, con miglioramento della ventilazione polmonare e con un abbassamento del CO2 totale nel plasma arterioso ma senza aumento del pH ematico. La durata di tale iperattività respiratoria sarebbe però limitata ad un breve periodo che può essere prolungato iniettando dosi più elevate.

La reazione eccito-respiratoria che si manifesta dopo la soppressione delle vie riflesse polmonari, cardioaortiche e seno-carotidee, proverebbe, secondo gli AA. che tale reazione è di origine centrale e che il sistema nervoso regolatore della respirazione sembra intervenire soltanto per limitare la durata della risposta all’azione degli alcaloidi dell'Angostura.

Secondo Rabuteau (12). che la sperimentò su se stesso, l'Angostura darebbe luogo ad un aumento dell’appetito, ad una diminuzione dell’urea, senza aumento della diuresi ed, infine, ad un rallentamento del polso, azione quest’ultima che sarebbe però in contrasto con l’attività simpaticomimetica ammessa da Raimond-Hamet.

Estratti e preparati vari

Torna ad inizio pagina

Estratto fluido (g 1 = XLI gtt). Dosi; g 0.5-2 prò dose.

Preparazioni usuali e formule galeniche

Torna ad inizio pagina

Tintura

Estratto fluido angostura …………………………………. g. 20

Pubblicita'

Alcool di 60"……………………………………………………. g. 80

(1/2-1 cucchiaino pro dose)

Vino d'angostura

Estratto fluido d'angostura……………………………….. g. 12

Pubblicita'

Alcool di 95* e glicerina……………………ana g. 50

Vino bianco contenente l’ I % di acido citrico q. b. a g. 1000.

(un bicchierino prima dei pasti come amaro-tonico ed eupeptico nelle dispepsie)

BIBLIOGRAFIA

Torna ad inizio pagina

1) KORNER e BOHRINOER, Ber.. 16. 23DS, 1SS3 -(2) BECKURTS H. e NEHRINO P.. Arch. Pharm.. 229, S9I, 1S9I – (3 a) BECKURST H. e PRERICHS G., Areh. Pharm., 243, 470, I90S – (3) TROOER J., Arch. Pharm., 248, 1, 1910; 249, 175. 1911; 250. 494, 1912; 251, 247. 1913; 252, 459, 1914; 258, 250. 1920 – (4) TROGER J, Pharm. Zentrath.. 69. 209, 192g; 70, 213, 229 e 245, 1929 – (5) SPATH E. e PAPAIOANOO, Monafh., 52, 129, 1929 – (6) SPATH E. e PIKL J, Monatth., 55, 352, 1930; Bull. Soc. CUm., 52, 395, 1932 . t7) SPATH E. e BRUNNER O., Ber., 57, 1243, 1924 – (8) SPATH E. e EBERSrALLER H., Ber., 57. 1687, 1924; Bull. Soc. Chlm., 38. 113 e 339. 1925 – (9) BECKURTS H. e TROGER 1., Arch. Pharm., 235. SIS e 634, 1S97; 236. 392, 1898; GRIONARD V„ ChIrrUe Organique, XVI, 1949, p. 430- (10) RAIMOND- HAMET, C.B. Acad. Setta.. 1, 8, 15, 22, 31 maggio 1944 – (11) BINET L. e SPRUMZA M. V., Thtraple, 8, 5, 669, 1953 – (12) RABUTEAU, Citato da PIC A. e BONNAMOUR S, PhyiothérapleMtdlcamenls vétitaux p. 331 – BaHMire et FOs Fd. • Parigi 1923 – (13) CHAIKELIS A. S., }.A.Ph.A., 35, 343, 1946.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: