Pubblicita'

Balsamo del Tolù

(Myroxylon toluiferum DC. oleoresina del – Fam. Leguminose/Soforee)

(Sin. – Myroxylon toluifera Humb. et Bonpl. – Myrospermum toluiferum

  1. Rich. – Toluifera balsamum L. – Myroxylon Balsamum var. a-genuinum Baili.)

Balsamo del Tolù- Ultimo aggiornamento pagina: 27/02/2018

Indice dei contenuti

  1. Generalità
  2. Componenti principali
  3. Proprietà farmacologiche
  4. Estratti e preparati vari
  5. Preparazioni usuali e Formule
  6. Bibliografia

Generalità

Torna ad inizio pagina

balsamotolu

Etimologia – Myroxylon dal greco muron = olio odoroso, profumo e xulon = legno, legno odoroso, per il balsamo che da esso stilla.

Pubblicita'

toluiferum – che dà il Tolù (da Tholù, città della costa nord della Columbia).

Myrospermum, dal greco muron= c. s. e crtrtppia = seme: seme odoroso.

Habitat Nuova Granata, Venezuela, Columbia, Costa di S. Salvador. Coltivato alle Antille e nell’America Centrale.

Grande albero sempre verde.

Parti usate L’oleoresina che trasuda, per incisione della corteccia (Balsamum tolutanum F.U.). (Vedi etimologia del Balsamo del Perù),

Componenti principali

Torna ad inizio pagina

Resina sino all’ 80 %, costituita prevalentemente da esteri benzoici e cinnamici di un tannolo – toluresinotannolo – (1); 36 % di acidi totali, di cui 8 % di acido benzoico e 12 % di acido cinnamico in forma libera (2) ; vaniglina (3) : olio essenziale (1,5-79 %), contenente terpeni, esteri benzilici degli acidi benzoico e cinnamico (4) e l’alcool sesquiterpenico farnesolo C16H26O (5) (6).

balsamotolu Figura 1

L’alcool sesquiterpenico aciclico primario farnesolo, contenente tre doppi legami, consta di una miscela dei due isomeri, la cui struttura è indicata sopra. Secondo Ruzicka (7), ciascuna delle due forme può essere una miscela di quattro modificazioni stereoisomere teoricamente possibili, cosicché il farnesolo potrebbe essere costituito da otto isomeri.

Proprietà farmacologiche ed impiego terapeutico

Torna ad inizio pagina

Balsamico espettorante nei catarri bronchiali cronici; antisettico nelle cistiti ed uretriti. Esternamente è usato in pomate sedative.

Estratti e preparati vari

Torna ad inizio pagina

a) Estratto fluido F.U. (g 1 = XXX gtt.).

Dosi: g 1-2 pro die.

b) Estratto fluido per sciroppo (g 1 = XXXIII gtt).

Dosi: g 1-2 pro die.

Preparazioni usuali e formule galeniche

Torna ad inizio pagina

Sciroppo F.U.

Estratto fluido balsamo tolù F.U…………………………………… g 12

Sciroppo semplice F.U………………………………………………… g 88

(g 30-60 pro die)

Pozione balsamica

Estratto fluido balsamo tolù per sciroppo…………………….. g 5

Acqua lauroceraso………………………………………………………. g 5

Tintura aconito…………………………………. -………………………. g 1

Sciroppo ipecacuana composto………………………………….. g 60

Estratto fluido arancio dolce alcool-idrosolubile………….. g 1

Sciroppo semplice F.U………………………………………………… g 30

(a cucchiaini)

BIBLIOGRAFIA

Torna ad inizio pagina

(l)TSCHIRCH e OBERLANDER, Arch. Pharm., 599. 1894 – 12) COCKING e KErfLE, Fharm. 1918; The DIspensatary of thè United States of America, 1955, p. 1440 â–  (3) VAN LTALLIE e HARMSMA, Pharm. fVeekbl.. 62. 893, 1925 – (4) OILDEMEISTER E. e HOFFMANN F., Aetherische Oele, Ed. Schimmel, p. S77 – (5) ELZE M. F., Chem. 2tg„ 34. 857, 1910 – (6) OUENTHER E., The Essential Otis, 1952, voi. V, 22 – (7) RUZICKA, Hetv. Chim. Acta. 6, 495, 1923.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: