Pubblicita'

Rubeola infantum (Sesta Malattia): incubazione, trasmissione e diagnosi

Rubeola infantum (Sesta Malattia): scheda riassuntiva di notifica e profilassi


Classificazione ICD-9: 058.1

Tipo di Notifica: Nessuna

Periodo di incubazione: Da 5 a 15 giorni.

Periodo di contagiosità: Soprattutto durante la fase febbrile della malattia, quindi prima o contemporaneamente alla comparsa delle manifestazioni cutanee

Pubblicita'

Sintomi e segni: Caratteristica scomparsa della febbre alta e simultanea apparizione dell’eruzione nei lattanti e bambini in età prescolare; rischio di convulsioni

ESANTEMA (eruzione cutanea)

Esordio e durata: Circa 4 giorni dopo l’inizio dei sintomi, compare l’eruzione e la temperatura torna bruscamente alla norma; durata 1-2 gg

Sede: Torace e addome, con moderato interessamento di viso e arti

Caratteristiche: Maculare o maculopapulare diffusa

Provvedimenti nei confronti del malato: Nessuno

Provvedimenti nei confronti dei conviventi e dei contatti: Nessuno

 

Generalità

La Rubeola infantum o Roseola infantum o sesta malattia è un’infezione virale esantematica che colpisce i bambini molto piccoli e che si manifesta solitamente in primavera e in autunno, con febbre elevata ed un esantema simile a quello della Rosolia (da cui il nome) che compare propri nel momento in cui il bambino sfebbra.

È causata da un virus del gruppo Herpes: herpesvirus umano di tipo 6B (HHV-6B) che, oltre alla sesta malattia, può causare, nei soggetti immunodepressi, alcune patologie del sistema nervoso centrale (SNC).

Sintomatologia

L’incubazione è di circa 5-15 giorni.

La febbre, che può raggiungere i 39,5 – 40,5 °C, inizia all’improvviso e dura circa 3-5 giorni senza alcun sintomo o segno particolare.

Nonostante la febbre elevata il bambino è di solito vigile e attivo, ma la febbre elevata può fa insorgere convulsioni febbrili.

Sesta malattia: esantema
Sesta malattia: esantema

I linfonodi laterocervicali e auricolari posteriori spesso sono aumentati di volume.

Raramente si verificano encefalite o epatite.

In genere la febbre scende rapidamente nel corso del 4° giorno, e contemporaneamente si osserva la comparsa di un esantema maculare o maculo-papulare, prevalentemente sul torace e sull’addome e, in minor misura, su viso e arti.

L’esantema della sesta malattia dura da alcune ore a 2 giorni e qualche volta, nei casi lievi, può passare inosservato.

Diagnosi della sesta malattia

La sesta malattia va sospettata quando un bambino di età compresa fra 6 mesi e 3 anni sviluppa una febbre improvvisa senza alcun segno di localizzazione dell’infezione (mal di gola, tosse ecc.).

Tipicamente, nella sesta malattia la caratteristica eruzione cutanea si verifica in occasione dello sfebbramento.

I test di laboratorio sono raramente necessari, ma la diagnosi può essere confermata mediante analisi colturale o test sierologici.

Terapia della sesta malattia

La terapia è solo sintomatica, non essendovi farmaci antivirali che abbiano dimostrato una qualche utilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: