Pubblicità

Mycetin Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Mycetin


Foglietto Illustrativo

MYCETIN® “0,25% collirio, polvere e solvente per soluzione” Cloramfenicolo

Composizione:

Flac. Polvere: Cloramfenicolo mg 25.

Eccipienti: Polivinilpirrolidone; Acido borico; borace.

Flac. Solvente: Sodio etilmercuriotiosalicilato; Acqua per preparazioni iniettabili.

Categoria farmacoterapeutica: Antibiotico.

Titolare A.I.C.

Pubblicità

FARMIGEA SpA, Via G. B. Oliva 6/8, 56121 – Pisa

Produttore

Alfa Wassermann S.p.A., Via Enrico Fermi 1, 65020 – Alanno (Pescara): Flacone polvere: produzione, ripartizione e confezionamento primario

Farmigea S.p.A., Via G. B. Oliva 8, 56121 – Pisa:

Flacone solvente: produzione, ripartizione, confezionamento primario. Confezionamento secondario e rilascio lotto del prodotto finito.

Indicazioni:

Flogosi batteriche acute del tratto anteriore del globo oculare.

Controindicazioni

Ipersensibilità verso qualsiasi componente della preparazione.

Precauzioni d'uso

Come con altri antibiotici, l'uso prolungato può causare proliferazione di microorganismi non sensibili.

Se si verificasse una superinfezione o non si notasse un miglioramento clinico in un ragionevole periodo di tempo, interrompere la somministrazione e instaurare appropriata terapia.

Il prodotto se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo periodo di tempo a dosi eccessive, può determinare fenomeni tossici.

Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico.

Interazioni con altri medicinali

Non note.

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini

Posologia

1-2 gocce per occhio 3-4 volte al giorno, oppure secondo il consiglio del medico.

Effetti collaterali

Questa specialità medicinale contiene mertiolato come conservante e, quindi, è possibile che si verifichino reazioni allergiche.

In alcuni pazienti si possono occasionalmente avere reazioni di sensibilizzazione, come bruciore, edema angioneurotico, orticaria, dermatite vescicolare e maculopapulare. E' stato segnalato un caso di ipoplasia del midollo osseo dopo l'uso prolungato (23 mesi) di una soluzione oftalmica.

Modalità d'impiego

<.. image removed ..>

Aprire il flacone contenente il solvente premendo la capsula di chiusura e contemporaneamente svitando (fig.1)

Asportare la chiusura in plastica dal flacone di vetro esercitando una pressione dal basso verso l'alto con il pollice (fig. 2).

Inserire nel foro presente sul tappo del flacone in vetro il beccuccio contagocce del flacone in plastica (fig. 3).

Esercitare ripetutamente una pressione sul corpo del flacone in plastica finché tutto il liquido viene travasato nel flacone di vetro. Agitare fino a completa dissoluzione del contenuto, senza separare i due flaconi (fig.4)

Rovesciando i due flaconi accoppiati, aspirare totalmente la soluzione nel flacone di plastica, premendo a fondo e rilasciando più volte il corpo del flacone stesso (fig.5)

Separare i due flaconi. Il collirio nel flacone di plastica è così pronto per l'uso. Dopo il suo utilizzo, chiudere il flacone in plastica avvitando a fondo (fig. 6).

Non disperdere nell'ambiente il flacone in vetro che ha esaurito la sua funzione.

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Validità dopo ricostituzione : 15 giorni conservando il collirio a temperatura ambiente.

Si invita il paziente a comunicare al medico o al farmacista qualsiasi effetto indesiderato non descritto in questo foglietto illustrativo.

Ultima revisione del testo da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco: Novembre 2009.

Confezione

Flacone polvere e relativo flacone solvente da ml 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *