Pubblicità

REGOLO OSTETRICO

Calcola la data del parto

  (GG/MM/AAAA)
  da 22 a 45
  da 9 a 16

RISULTATI
 
 
 

Istruzioni per l’uso del regolo ostetrico

Questo regolo ostetrico, calcola la presunta data del parto, del concepimento e l’epoca gestazionale (età fetale), prendendo in considerazione la data dell’ultima mestruazione, la lunghezza media del ciclo mestruale e la lunghezza media della fase luteinica della donna.

Gli ultimi due parametri (ciclo mestruale e fase luteinica) non sono indispensabili per il calcolo e sono posti di default rispettivamente a 28 e a 14 giorni.

Se tuttavia la donna ha cicli molto irregolari, inserendo questi due valori, si ottiene una stima della data del parto molto più precisa.

La lunghezza media del ciclo mestruale da inserire nel regolo ostetrico per individuare la data del parto,  il numero dei giorni che intercorrono fra il primo giorno di una mestruazione ed il primo giorno della mestruazione successiva.

Per individuare invece la lunghezza della fase luteinica, è necessario conoscere il momento dell’ovulazione.

E’ possibile individuare il giorno dell’ovulazione monitorando la temperatura basale e le modificazioni del muco cervico-vaginale che diventa chiaro, liscio e scivoloso, con la consistenza della chiara d’uovo.

La lunghezza della fase luteinica da inserire nel regolo ostetrico per la determinazione della data del parto, sono quindi i giorni che vanno dal giorno dell’ovulazione al giorno prima della mestruazione successiva.

Disclaimer

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell’atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Il Dr. Sandro Magnanelli non è responsabile degli effetti derivanti dall’uso di queste informazioni

Ti potrebbero interessare anche: