Cetrifarm: a cosa serve e come si usa

Cetrifarm (Clorexidina Gluconato + Cetrimide): indicazioni e modo d’uso

Cetrifarm (Clorexidina Gluconato + Cetrimide) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Pulizia e disinfezione della cute lesa (ferite, ustioni,…); pulizia ed antisepsi esterna in ostetricia, ginecologia ed urologia; disinfezione della cute integra.

Cetrifarm: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Cetrifarm è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Cetrifarm ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Cetrifarm

Il prodotto è da utilizzare solo diluito in acqua secondo il seguente schema:

Pulizia ed antisepsi della cute lesa (ferite, ustioni…) 2,0% una busta o 20 ml di soluzione in 1 litro d’acqua
Pulizia ed antisepsi esterna in ginecologia, ostetricia ed urologia 1,0% una busta o 20 ml di soluzione in 2 litri d’acqua
Antisepsi della cute integra 4% una busta o 20 ml di soluzione in 500 ml d’acqua

Tamponare la cute con tampone di cotone abbondantemente imbevuto di CETRIFARM 1,5% + 15% concentrato per soluzione cutanea opportunamente diluito.

Ripetere, se necessario, l’operazione per un massimo di 4 – 5 volte al giorno.

Non superare le dosi consigliate.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Cetrifarm seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Cetrifarm per quanto riguarda la gravidanza:

Cetrifarm: si può prendere in gravidanza?

Non risultano limitazioni d’uso durante la gravidanza o l’allattamento.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Cetrifarm?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Cetrifarm in caso di sovradosaggio.

Cetrifarm: sovradosaggio

Non sono state riscontrate sindromi da sovradosaggio alle normali con- dizioni d’uso. I sintomi di intossicazione conseguenti all’ingestione acciden- tale di quantità rilevanti di composti ammonici quaternari comprendono nausea, vomito, dispnea, cianosi, asfissia conseguente alla paralisi dei mus- coli respiratori, ipotensione e coma. La clorexidina è scarsamente assorbita nel tratto gastro-intestinale e dalla pelle.

Cetrifarm: istruzioni particolari

——


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco