Pubblicità

Cromatonferro (Ferroso Gluconato): indicazioni e modo d’uso

Cromatonferro (Ferroso Gluconato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Trattamento degli stati di carenza di ferro assoluta o relativa; anemie sideropeniche latenti e conclamate dell’infanzia e dell’età adulta, dovute a deficiente apporto o assorbimento di ferro; anemie secondarie a emorragie acute o croniche oppure a malattie infettive parassitarie; gravidanza ed allattamento.

Cromatonferro: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Cromatonferro è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Cromatonferro ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Cromatonferro

Pubblicità

Adulti: 1 flaconcino, 1-3 volte al dì, per os durante i pasti. Bambini: 1 flaconcino, 1-2 volte al dì, a seconda dell’età e del peso corporeo, per os durante i pasti.

Modalità di somministrazione

Inserire la calotta sul tappo del flaconcino e premere a fondo per fare cadere la polvere nel liquido.

Agitare tenendo premuta la calotta per 30" onde fare dissolvere la polvere nel liquido, e comunque fino ad avvenuta soluzione.

Togliere la calotta, la corona di garanzia e poi il tappo ed assumere il preparato direttamente dal flaconcino o diluito con acqua, latte, succhi di frutta, etc.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Cromatonferro seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Cromatonferro per quanto riguarda la gravidanza:

Cromatonferro: si può prendere in gravidanza?

Il prodotto può essere usato in gravidanza e durante l’allattamento.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Cromatonferro?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Cromatonferro in caso di sovradosaggio.

Cromatonferro: sovradosaggio

In caso di segni e sintomi di iperdosaggio, procedere ad induzione di vomito; se questo non si presenti spontaneamente, a lavanda gastrica, eseguita preferenzialmente con una soluzione di bicarbonato di sodio all’1- 5%.

In caso di shock, disidratazione, disordini dell’equilibrio acido-base instaurare una terapia sintomatica adeguata.

Quando la concentrazione plasmatica di ferro supera 500 µg/dL è necessario somministrare desferroxamina.

Cromatonferro: istruzioni particolari

Vedere punto 4.2.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *