Pubblicità

Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc (Eparina Calcica): indicazioni e modo d’uso

Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc (Eparina Calcica) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Profilassi e terapia della malattia tromboembolica venosa e arteriosa.

Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc

Pubblicità

Secondo prescrizione medica.

Quando si somministra eparina calcica a dose anticoagulante, il dosaggio dovrebbe essere determinato con frequenti test di coagulazione. Se i test di coagulazione sono al di sopra dell’intervallo terapeutico o se si verificano emorragie, la dose dovrebbe essere ridotta o, se del caso, l’eparina dovrebbe essere sospesa (vedi paragrafo 4.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso).

Azione antagonista della protamina

La protamina serve per la rapida neutralizzazione dell’attività dell’eparina, in caso di sanguinamento significativo. La quantità richiesta dipende dal tasso ematico di eparina somministrata e dal tempo intercorso dall’iniezione. La somministrazione di protamina deve essere fatta in infusione lenta endovena; 50 mg di protamina neutralizzano 5.000 UI di eparina.

La dose di protamina che si deve somministrare per neutralizzare un bolo eparinico cala in proporzione al tempo trascorso dalla somministrazione del bolo (subito dopo il bolo il l00% della dose, dopo l ora il 50%, dopo 2 ore il 25%).

La dose di protamina da somministrare in caso di infusione continua di eparina è quella utile per neutralizzare le UI di eparina infuse nelle ultime 4 ore.

In caso di trattamento con eparina calcica sottocute a dose anticoagulante si deve somministrare una dose di protamina per neutralizzare circa il 25% dell’ultima dose eparinica, ripetendo tale somministrazione ogni 3 ore fino a 4 volte.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc per quanto riguarda la gravidanza:

Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc: si può prendere in gravidanza?

Durante la gravidanza e subito dopo il parto l’eparina va usata con particolare sorveglianza; il suo uso è controindicato nella minaccia d’aborto.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc in caso di sovradosaggio.

Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc: sovradosaggio

Vedi paragrafo 4.2 “Posologia e modo di somministrazione – Azione antagonista della protamina”.

Croneparina 5.000 ui/0,2 ml soluzione iniettabile per uso sottoc: istruzioni particolari

L’iniezione deve essere praticata nel tessuto sottocutaneo all’altezza della cresta iliaca sinistra o destra. L’ago deve essere introdotto interamente, perpendicolarmente e non tangenzialmente nello spessore della plica cutanea che si forma tra pollice ed indice. La plica deve essere mantenuta per tutta la durata della iniezione. È bene sospendere l’iniezione se l’introduzione dell’ago ha provocato un dolore vivo; ciò significa che si è prodotta la lesione di un vaso. In questo caso ritirare l’ago e praticare l’iniezione dalla parte opposta.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *