Pubblicità

Gladexa (Dexlansoprazolo): indicazioni e modo d’uso

Gladexa (Dexlansoprazolo) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

GLADEXA è indicato negli adulti e negli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni per:

Il trattamento dell’esofagite da reflusso erosiva

La terapia di mantenimento dell’esofagite da reflusso erosiva cicatrizzata e mantenimento della riduzione del bruciore gastrico

Il trattamento a breve termine del bruciore gastrico e del rigurgito acido associato a malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) non erosiva sintomatica

Gladexa: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Gladexa è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Gladexa ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Gladexa

Posologia

Trattamento dell’esofagite da reflusso erosiva

Adulti e adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni – La dose raccomandata è 60 mg una volta al giorno per 4 settimane. Nei pazienti che in questo lasso di tempo non risultassero completamente guariti, il trattamento potrà essere continuato alla stessa dose per altre 4 settimane.

Terapia di mantenimento dell’esofagite da reflusso erosiva cicatrizzata e mantenimento della riduzione del bruciore gastrico

Pubblicità

Adulti – La dose raccomandata è 30 mg una volta al giorno fino a 6 mesi nei pazienti dove è necessaria una soppressione acida prolungata.

Adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni – La dose raccomandata è di 30 mg una volta al giorno. I dati disponibili non supportano uno specifico periodo di trattamento. Il medico dovrà decidere caso per caso.

Malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) non erosiva sintomatica

Adulti e adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni –

La dose raccomandata è 30 mg una volta al giorno fino a 4 settimane.

Popolazioni speciali

Anziani

In considerazione della ridotta clearance del dexlansoprazolo negli anziani, può rendersi necessario un aggiustamento della dose, su base individuale. Negli anziani non si deve superare una dose giornaliera di 60 mg, se non in presenza di indicazioni cliniche urgenti (vedere paragrafo 5.2).

Compromissione renale

Non è richiesto alcun aggiustamento della dose nei pazienti con compromissione renale (vedere paragrafo 5.2).

Compromissione epatica

In pazienti con compromissione epatica lieve non è necessario alcun aggiustamento della dose. I pazienti con moderata compromissione epatica devono essere supervisionati regolarmente e si deve valutare l’adozione di una dose giornaliera massima di 30 mg. Non sono stati condotti studi in pazienti con grave compromissione epatica (vedere paragrafì 4.4 e 5.2); l’uso del dexlansoprazolo in questi pazienti non è pertanto raccomandato.

Popolazione pediatrica

Adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni

Trattamento dell’esofagite da reflusso erosivo

La posologia di GLADEXA in adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni è la stessa degli adulti.

Terapia di mantenimento dell’esofagite da reflusso erosiva cicatrizzata e mantenimento della riduzione del bruciore gastrico

La dose di GLADEXA in adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni è la stessa degli adulti.

Malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) non erosiva sintomatica

La posologia di GLADEXA in adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni è la stessa degli adulti.

Bambini sotto i 12 anni di età

La sicurezza e l’efficacia di GLADEXA nei bambini di età inferiore ai 12 anni non sono state ancora stabilite. Non ci sono dati disponibili.

Modo di somministrazione

Uso orale.

Le capsule devono essere ingerite intere con del liquido. Possono essere assunte con o senza cibo (vedere paragrafo 5.2).

È inoltre possibile aprire le capsule e miscelare i granuli con un cucchiaio di polpa di mela per la somministrazione. Una volta preparata la miscela, il medicinale deve essere somministrato immediatamente.

I granuli non devono essere masticati.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Gladexa seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Gladexa per quanto riguarda la gravidanza:

Gladexa: si può prendere in gravidanza?

Gravidanza

I dati relativi all’uso di dexlansoprazolo in donne in gravidanza non sono disponibili o sono disponibili in quantità limitata. Gli studi sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti sulla tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). A scopo precauzionale, è preferibile evitare l’uso di GLADEXA durante la gravidanza.

Allattamento

Non è noto se dexlansoprazolo sia escreto nel latte materno umano. Studi condotti sugli animali hanno dimostrato l’escrezione di lansoprazolo nel latte.

Non può essere escluso il rischio per i neonati/lattanti.. Deve essere presa la decisione se interrompere l’allattamento o interrompere la terapia/astenersi dalla terapia con GLADEXA tenendo in considerazione il beneficio dell’allattamento per il bambino e il beneficio della terapia per la donna.

Fertilità

Negli studi condotti sugli animali non sono emerse evidenze di compromissione della fertilità dopo la somministrazione di lansoprazolo (vedere paragrafo 5.3). Risultati analoghi potrebbero prevedersi per dexlansoprazolo.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Gladexa?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Gladexa in caso di sovradosaggio.

Gladexa: sovradosaggio

Gli effetti del sovradosaggio con dexlansoprazolo nell’uomo non sono noti (sebbene sia prevedibile una bassa tossicità acuta) e di conseguenza non possono essere fornite indicazioni per il trattamento.

Non vi sono state segnalazioni di significativi sovradosaggi di GLADEXA. La somministrazione di dosi multiple di GLADEXA 120 mg e di una dose singola di GLADEXA 300 mg non ha provocato la morte, né altri eventi avversi gravi. Gravi reazioni avverse di ipertensione sono state riferite in associazione con dosi di GLADEXA 60 mg due volte al giorno. Le reazioni avverse non gravi osservate con la somministrazione di GLADEXA 60 mg due volte al giorno includono vampate di calore, contusione, dolore orofaringeo e perdita ponderale.

In caso di sospetto sovradosaggio il paziente deve essere monitorato. Dexlansoprazolo non viene eliminato in modo significativo mediante emodialisi. In caso di necessità, si raccomanda svuotamento gastrico, carbone e terapia sintomatica.

Gladexa: istruzioni particolari

Nessuna istruzione particolare.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *