Pubblicita'

Corallina

(Corallina officinalis L. – Fam. Rodoficee/Floridee/Corallinacee)

(Sin. – Corallina officinalis mediterranea rubens)

N.B. La vera Corallina officinalis L. non è frequente in commercio. La droga è generalmente costituita da una mescolanza di varie specie di piccole alghe (dei generi Fania, Gelidium, Grateloupia, ecc.) (se ne sono contate più di 40 specie) che formano piccoli cespugli bianchi. La Corallina officinalis L. ha i rami formati da tanti piccoli articoli (2 mm), mentre le altre specie non li hanno articolati. Questa mescolanza costituisce la Corallina grigia o Muschio di Corsica.

Corallina- Ultimo aggiornamento pagina: 27/02/2018

Indice dei contenuti

  1. Generalità
  2. Componenti principali
  3. Proprietà farmacologiche
  4. Estratti e preparati vari
  5. Preparazioni usuali e Formule
  6. Bibliografia

Generalità

Torna ad inizio pagina

corallina

Etimologia – Corallina, perchè nasce sugli scogli e ricorda per l'aspetto un piccolo polipaio di Corallo.

officinalis – delle officine (farmaceutiche).

Pubblicita'

La Corallina vera o Corallina bianca (il colore è bianco leggermente rosato) non deve essere confusa con l’Alsidium helminthochortos (Lamk.) Kutzing (sin. – Sphaerococcus helminthochorton Agardh., detto anche Fucus helminthochorton) della famiglia delle Ceramiacee/Rhodomelacee, che va sotto il nome di Corallina di Corsica, e si trova particolarmente sulle coste della Normandia e della Bretagna ed anche in Corsica (a Cargèse, presso Ajaccio) e che entra a far parte della Corallina grigia o Muschio di Corsica (Mousse de Corse). –

Tutte queste alghe hanno azione simile, antelmintica.

Parti usate I talli, cespugli filamentosi, che contengono detriti di rocce, granuli di sabbia, piccole conchiglie, spoglie di larve di crostacei, che si devono accuratamente togliere.

Componenti principali

Torna ad inizio pagina

Piccole quantità di bromo, jodio e tracce di arsenico, sostanze resinose e pentosano ( 1 ).

Proprietà farmacologiche ed impiego terapeutico

Torna ad inizio pagina

La Corallina di Corsica ebbe fama in passato, di droga ad azione antielmintica, specialmente attiva nelle infestazioni da ascaridi e da ossiuri e come tale è tuttora usata nella medicina popolare, specialmente in Corsica ed in altre località della costa tirrenica e delle isole. In realtà la somministrazione di preparati di Corallina provoca, nei soggetti affetti da ossiuriasi e da ascaridiosi, sebbene non costantemente, l'espulsione di un notevole numero di elminti. L'Izar (2) avendo impiegato la Corallina di Corsica nel trattamento dell'ossiuriasi infantile, afferma di aver ottenuto sempre risultati positivi. Il Corbo (3) al contrario ottenne, negli stessi casi di infestazione, risultati del tutto opposti. Molto verosimilmente ciò può esser dovuto al fatto che la droga nota in commercio col nome di Corallina di Corsica è costituita non da una sola alga ma da un miscuglio di diverse specie (come già detto, se ne sono contate più di 40), nel quale queste vi entrano in proporzioni varie ed incostanti. Specie officinali sono considerate la Corallina officinalis e l’Alsidium helminthochorton Kutzing e non è noto se le altre alghe da cui è costituita la droga, siano dotate di attività antielmintica e in quale misura.

Comunque sia, il Pampiglione (4) ha dimostrato che anche nei casi di ossiuriasi, in cui la somministrazione di preparati di Corallina di Corsica provoca l’espulsione di abbondanti quantità di elminti, il controllo con lo “Scottch-cellulose Test” dà ancora un reperto nettamente positivo.

Secondo l'A. pertanto, l'effetto terapeutico della Corallina di Corsica sarebbe insufficiente, almeno nei casi da lui studiati, a determinare una disinfestazione totale.

Non è improbabile che nell'ascaridiosi sia possibile ottenere risultati migliori, ma manca in proposito la conferma di dati sperimentali e clinici attendibili. Ci sembra tuttavia logico ritenere che l'azione antielmintica della Corallina di Corsica sia direttamente proporzionale al contenuto, nella droga impiegata, delle specie officinali e quindi sicuramente attive e che da tale contenuto dipenda l’azione più o meno completa della droga, nonché i risultati negativi riferiti da alcuni AA.

Estratti e preparati vari

Torna ad inizio pagina

Estratto fluido (g 1 = XXXVI gtt).

Dosi: g 2-15 pro dose.

Preparazioni usuali e formule galeniche

Torna ad inizio pagina

Tintura

Estratto fluido corallina…………………………………………… g.. 20

Alcool di 25°……………………………………………….. g 80

(a cucchiai)

Sciroppo

Estratto fluido corallina…………………………………………… g.. 15

Sciroppo semplice F.U. . . …………………………………………… g 85

(g 30-40 pro dose).

Pozioni antielmintiche (ossiuri, ascaridi)

a) Estratto fluido corallina…………………………………….. g 7-10

Estratto fluido arancio dolce alcool-idrosolubile ……. g 10

Sciroppo altea……………………………………………………………… g.. 30

Glicerina…………………………………………………………………….. g.. 10

Acqua q. b. a………………………………………………………………. g . 100

(in una volta la mattina a digiuno ai bambini da 3 a 6 anni)

b) Estratto fluido corallina………………………………….. g 6-10

Estratto fluido arancio dolce alcool-idrosolubile ………….. g.. 10

Manna in lagrime…………………………………………………………. g.. 20

Acqua q. b. a. '……………………………………… . . g 150

(in una volta la mattina a digiuno ai bambini da 2 a 10 anni)

BIBLIOGRAFIA

Torna ad inizio pagina

(1) THOMS H., Handbuch der Praktischen u. Wlssenschaftllchen Pharmazìe, voi. ,V, 1929, p. 336 –

(2) IZAR G„ Rtlaz. Clln. Seleni., 41, 6, 19'SS, cit. da PAMPIGLIONE (4) – (3) CORBO S., RIv. di

Rarasellol., 18, 207-9. 1937, cIt. da PAMPIGLIONE, Ibid. – (4) PAMPIGLIONE S„ Nuovi Ann. di

Igiene e Microbiol., 9, 3, 1938.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: