Pubblicita'

Ginenorm

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Ginenorm: ultimo aggiornamento pagina: 07/05/2019 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Ginenorm

 

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

GINENORM 0,1% SOLUZIONE VAGINALE

GINENORM 1 g POLVERE PER SOLUZIONE VAGINALE

 

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

0,1% Soluzione vaginale

100 ml contengono:

Ibuprofen isobutanolammonio g 0,1 pari a Ibuprofen g 0,0698

1 g Polvere per soluzione vaginale

Una busta da 1 g contiene:

Ibuprofen isobutanolammonio g 1 pari a Ibuprofen g 0,698

Eccipienti: 2-fenossietanolo-p-idrossibenzoati di metile-etile-propile-butile, propilenglicole. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1

 

03.0 Forma farmaceutica

Indice

0,1% Soluzione vaginale – 5 Flaconi da ml 100 1 g Polvere per soluzione vaginale – 10 bustine

 

 

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Vulvovaginiti e cervicovaginiti di qualunque origine e natura. Trattamento pre e post-operatorio in chirurgia ginecologica.

Usare la soluzione pronta o le bustine in rapporto all’intensità della flogosi s.p.m.

 

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Pubblicita'

Indice

1 o 2 irrigazioni vaginali al giorno, secondo il parere medico utilizzando, o il flacone contenente la sostanza pronta per l’uso o sciogliendo il contenuto di 1-2 bustine in 1 litro di acqua per ogni irrigazione vaginale.

 

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

L’uso del prodotto non è previsto in età pediatrica, salvo a giudizio del medico nei casi di assoluta necessità.

Controindicato in gravidanza e allattamento (vedere Gravìdanza e allattamento).

 

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Gravi reazioni cutanee alcune delle quali fatali, includenti dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens- Johnson e necrolisi tossica epidermica, sono state riportate molto raramente in associazione con l’uso dei FANS (vedì 4.8). Nelle prime fasi della terapia i pazienti sembrano essere a più alto rischio: l’insorgenza della reazione si verifica nella maggior parte dei casi entro il primo mese di trattamento. Ginenorm deve essere interrotto alla prima comparsa di rash cutaneo, lesioni della mucosa o qualsiasi altro segno di ipersensibilità.

L’uso, specie se prolungato, di prodotti per uso topico può dar luogo a fenomeni di ipersensibilizzazione.

In tal caso è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Il preparato non deve essere usato nelle vulvovaginiti gravi specifiche o aspecifiche.

Il medicinale contiene tra gli eccipienti paraidrossibenzoati come conservanti e pertanto può causare reazioni allergiche (anche ritardate) e contiene propilenglicole e pertanto può causare irritazione cutanea.

La soluzione può essere utilizzata a temperatura ambiente oppure tiepida ponendo il flacone sotto un flusso di acqua calda.

Eliminare, spingendo lateralmente, il sigillo di garanzia e di chiusura.

Estrarre dall’involucro protettivo la cannula sterile, innestandola sul flacone, sino ad assicurare il suo stabile posizionamento.

Predisporsi in modo tale che la soluzione possa svolgere la sua azione di detersione e di terapia.

Introdurre delicatamente la cannula in vagina e comprimere il flacone fino a completo svuotamento.

Trattenere il liquido in vagina per alcuni minuti per consentire alla soluzione di svolgere la sua azione terapeutica. Attenersi inoltre alle eventuali istruzioni del Medico curante.

 

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Non sono stati effettuati studi di interazione.

 

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Controindicato durante la gravidanza e l’allattamento.

 

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Ginenorm non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

 

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Reazioni bollose includenti Sindrome di Stevens-Johnson e Necrolisi Tossica Epidermica (molto raramente).

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:

Reazione da farmaco con eosinofilia e sintomi sistemici (sindrome DRESS) Frequenza: non nota

 

04.9 Sovradosaggio

Indice

In casi di avvelenamento grave, è possibile che si verifichi acidosi metabolica.

 

 

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica:

Antiinfiammatorio non steroideo per somministrazione vaginale, codice ATC G02CC01.

 

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Gli studi di biodisponibilità hanno consentito di stabilire che l’impiego topico del farmaco non dà luogo a riscontri plasmatici di qualche importanza clinica e/o tossicologica. Comporta livelli plasmatici di farmaco molto ridotti ed al limite della sensibilità analitica.

 

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

I dati preclinici rivelano assenza di rischi per gli esseri umani sulla base di studi convenzionali di farmacologia di sicurezza, tossicità per somministrazioni ripetute, genotossicità, potenziale cancerogeno, tossicità riproduttiva.

 

 

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

0,1% Soluzione vaginale :

2-Fenossietanolo-p-idrossibenzoati di metile-etile-propile-butile, Polisorbato 20, Propilenglicole, Essenza floreale, Acqua deionizzata.

1 g Polvere per soluzione vaginale : Imidazolidinilurea, Sodio cloruro.

 

06.2 Incompatibilità

Indice

Non pertinente.

 

06.3 Periodo di validità

Indice

0,1% Soluzione vaginale:

3 anni

1 g Polvere per soluzione vaginale: 5 anni

 

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Questo medicinale non richiede alcuna particolare condizione per la conservazione

 

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

0,1% Soluzione vaginale:

Flacone di politene a bassa densità contenente una soluzione limpida, pronta per l’uso 1 g Polvere per soluzione vaginale:

Bustine termosaldate costituite da accoppiato carta-politene-alluminio-politene contenenti polvere scorrevole di colore bianco o leggermente paglierino, inodore

 

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna istruzione particolare

 

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

AESCULAPIUS FARMACEUTICI S.r.l. – Via Cefalonia, 70 – 25124 BRESCIA.

 

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

0,1% Soluzione vaginale: A.I.C. n° 029135023

1 g Polvere per soluzione vaginale: A.I.C. n° 029135011

 

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data di rinnovo: Ottobre 2012

 

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Documento messo a disposizione da A.I.FA. in data: 11/06/2016

 


 

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Informazioni aggiornate al: 01/02/2020
Torna all’indice


Ginenorm – 5 fl 100 ml 0,1% (Ibuprofene Isobutanolammonio)
Classe C: A totale carico del cittadino Nota AIFA: Nessuna   Ricetta: Ricetta non richiesta (Senza Obbligo di Prescrizione) Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: G02CC01 AIC: 029135023 Prezzo: 10,9 Ditta: Aesculapius Farmaceutici Srl


 


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Torna all’indice



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *