Home Schede Tecniche Ibudros – Ibuproxam: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Ibudros – Ibuproxam: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Ibudros

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Ibudros: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

INDICE DELLA SCHEDA

Ibudros: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

IBUDROS pomata

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

100 g di pomata contengono

Principio attivo: ibuproxam g 5,00.

Eccipienti: sorbitolo 70% F.U. g 2,00; metile p-idrossibenzoato F.U. g 0,15; propile p-idrossibenzoato F.U. g 0,05; alcol cetilstearilico g 5,00; estere dodecilenico ramificato g 1,50; etere poliglicolico di alcoli grassi g 1,00; lanolina idrogenata g 1,00; monostearato di glicerile g 10,00; acido oleico decilestere g 1,00; glicol propilenico g 10,00; essenza di rose g 0,10; acqua depurata F.U. q.b. a g 100,00.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Pomata.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

L’ibuproxam è indicato in molte affezioni che richiedono un’attività antiinfiammatoria e/o analgesica, osteoartrosi a varia localizzazione, borsiti, tendiniti, sciatalgie, mialgie, contusioni, distorsioni, tromboflebiti superficiali e profonde.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

2-3 applicazioni al giomo per 4-5 giorni, massaggiando leggermente per facilitare la penetrazione.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità individuale già nota verso il prodotto, ovvero verso l’acido acetilsalicilico o verso altri FANS; ulcera gastroduodenale in fase attiva.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

È da evitare l’uso del prodotto in pazienti affetti da ulcere gastrointestinali in fase attiva.

Non sono mai stati descritti casi di assuefazione o di dipendenza dal farmaco.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Non sono segnalati in letteratura effetti interattivi dell’ibuproxam con altri farmaci o con sostanze di altra natura. D’altra parte, visto l’elevato legame con le proteine plasmatiche che i FANS presentano, si dovrà porre attenzione ai pazienti che contemporaneamente assumono farmaci che hanno un alto legame sieroproteico (sulfamidici, idantoinici, ecc.).

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Il prodotto non ha dimostrato alcuna attività teratogena negli animali da esperimento; tuttavia, dal momento che gli studi condotti su animali non sempre sono predittivi nei confronti delle risposte umane, la somministrazione del prodotto è sconsigliata in gravidanza o durante la fase di allattamento.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Ibudros non ha, alle dosi terapeutiche, effetti sul SNC pertanto non altera la capacità di condurre autoveicoli o di usare macchine.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Dai dati sperimentali, finora ottenuti, risulta che la tollerabilità del preparato è buona, in corso di trattamento prolungato si possono osservare disturbi a carico dell’apparato digerente come: pirosi, senso di peso epigastrico.

Rare le segnalazioni di rash cutanei e di cefalee.

Con l’impiego di Ibudros pomata non sono mai stati segnalati effetti collaterali.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non è mai stato descritto un quadro sintomatologico riferibile ad iperdosaggio di Ibudros, nel caso ciò si verificasse tuttavia, è indicata lavanda gastrica e terapia sintomatica di sostegno.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

L’ibuproxam è un farmaco antiinfiammatorio non steroideo (FANS) del gruppo dei composti arilpropionici; sia che esso venga somministrato per via sistemica che per via topica ha dimostrato di possedere spiccata attività antiflogistica, antidolorifica. Il suo meccanismo d’azione, così come per gli altri FANS, è legato alla capacità di inibire la sintesi delle prostaglandine. Il farmaco è caratterizzato da una buona tollerabilità ed ha un favorevole indice terapeutico. Scarsi o nulli sono gli effetti lesivi sulla mucosa gastrointestinale dopo assunzione orale del prodotto.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

La notevole lipofilia e l’elevato pKa della molecola garantiscono un buon assorbimento nel tratto gastrointestinale. L’ibuproxam, una volta assorbito, viene in parte metabolizzato a ibuprofen. Il picco ematico dopo somministrazione orale di 400 mg di farmaco nel volontario sano si raggiunge intomo al 45° minuto; mentre il t1/2 è uguale a 90’per l’ibuproxam, e 78’per l’ibuprofen (suo metabolita). Nelle urine delle prime 24 h dalla somministrazione del prodotto nell’uomo si ritrova il 22% della dose somministrata, il 19% sotto forma di ibuprofen ed il 3% come ibuproxam.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Tossicità acuta: la DL50 nel topo p.o. è >2000 mg/kg (topo maschio e femmina). La DL50 nel topo i.p. è 491 mg/kg (topo maschio) e 521 mg/kg (topo femmina). La DL50 nel ratto p.o. è >3000 mg/kg (ratto maschio e femmina).

La sintomatologia tossica presentata dagli animali è prevalentemente di tipo depressivo, con perdita dei riflessi di postura. All’esame microscopico non si sono notate alterazioni apprezzabili a carico dell’apparato digerente.

Tossicità per somministrazioni ripetute: prove di tossicità subacuta e cronica sono state condotte in ratti in sviluppo. Non si sono rilevate alterazioni della crasi ematica o delle costanti biologiche del sangue.

L’esame anatomopatologico macro e microscopico non ha rilevato la presenza di alterazioni attribuibili al trattamento. Studi di teratogenesi condotti su ratti femmine gravide hanno mostrato l’assenza di anomalie a carico del prodotto di concepimento.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Sorbitolo 70% F.U., metile p-idrossibenzoato F.U., propile p-idrossibenzoato F.U., alcol cetilstearilico, estere dodecilenico ramificato, etere poliglicolico di alcoli grassi, lanolina idrogenata, monostearato di glicerile, acido oleico decilestere, glicol propilenico, essenza di rose, acqua depurata F.U..

06.2 Incompatibilità

Indice

Alla luce delle attuali conoscenze non sono note incompatibilità assolute per il farmaco in oggetto.

06.3 Periodo di validità

Indice

Cinque anni a confezionamento integro, correttamente conservato.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Il prodotto deve essere conservato a temperatura non superiore a 40 °C (temperatura critica 40-45 °C).

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Tubo in alluminio, ricoperto internamente da resina epossidica contenente 50 g di prodotto

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Non vi sono particolari istruzioni da seguire per l’uso del prodotto.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Società Italo-Britannica L. MANETTI H. ROBERTS & C. per Azioni

Via Pellicceria, 8 – 50123 Firenze (FI)

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

AIC n. 023592064

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data della prima autorizzazione: 18 giugno 1981.

Data del rinnovo dell’autorizzazione: 1 giugno 2000.

10.0 Data di revisione del testo

Indice

-----

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

    Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983