Cromantal: effetti collaterali e controindicazioni

Cromantal collirio (Acido Cromoglicico Sale Disodico) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Collirio: oculoriniti, congiuntivite allergica e primaverile ad andamento subacuto e cronico.

Spray nasale: riniti allergiche.

Pubblicità

Cromantal collirio: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Cromantal collirio ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Cromantal collirio, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Cromantal collirio: controindicazioni

Ipersensibilità verso i componenti del prodotto o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico.

Cromantal collirio: effetti collaterali

Collirio: occasionalmente, sensazione transitoria di bruciore.

Spray nasale: In alcuni soggetti, sono possibili manifestazioni irritative locali a carico della mucosa delle prime vie aeree; più raramente, transitori episodi broncospastici che, solitamente, recedono spontaneamente, o a seguito di somministrazione di broncodilatatori.

Benché con il prodotto per via nasale non si siano ancora verificati, si tenga presente, tuttavia, che, assai raramente, sono stati descritti, ed in alcuni casi attribuiti al farmaco in polvere, somministrato per via inalatoria, effetti collaterali rappresentati da: nausea, cefalea, orticaria, angioedema, mialgie ed artralgie, infiltrati eosinofili polmonari ed intensi episodi brocospastici che possono verificarsi all’inizio o durante la terapia. Tali manifestazioni richiedono la sospensione del trattamento.

Cromantal collirio: avvertenze per l’uso

Se è necessario sospendere la terapia, questo dovrà essere fatto progressivamente, nell’arco di una settimana. In caso di sospensione, possono riapparire i sintomi della rinite e/o congiuntivite. Dato che alcuni effetti collaterali possono comparire dopo terapia di lunga durata, questa deve essere sempre valutata, specie nei soggetti di età pediatrica.

Cromantal collirio: fare attenzione a non toccare con il contagocce le zone trattate e a non riaspirare l’eventuale eccesso di collirio lasciato cadere; evitare l’uso di lenti a contatto morbide durante il trattamento con Cromantal per la presenza del benzalconio cloruro.

Dato che il Disodio Cromoglicato ha una azione preventiva, è importante continuare il trattamento nei pazienti che ne traggono beneficio.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Uso esterno.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.