Tiaden: effetti collaterali e controindicazioni

Tiaden (Tiadenolo) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Dislipidemie, caratterizzate da aumento dei trigliceridi, che non rispondono al trattamento dietetico. È anche efficace nelle ipercolesterolemie che non rispondono al trattamento dietetico.

Pubblicità

Tiaden: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Tiaden ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Tiaden, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Tiaden: controindicazioni

Ipersensibilità nota al prodotto. Grave insufficienza epatica o renale. Per motivi precauzionali se ne sconsiglia l’uso in gravidanza e durante l’allattamento.

Tiaden: effetti collaterali

Raramente sono stati riferiti disturbi gastrointestinali (gastralgia,nausea, vomito), manifestazioni modiche e transitorie a carico del SNC (eretismo, insonnia), lievi e fugaci variazioni delle transaminasi. Eccezionalmente sono state segnalate eruzioni cutanee su base allergica e prurito nonché, per dosi elevate, fenomeni di vasodilatazione distrettuale con sensazione di calore al viso.

Tiaden: avvertenze per l’uso

Nessuna.

Avvertenze

Il trattamento deve essere attentamente seguito dal Medico con controllo periodico delle condizioni epatiche e di alcuni dati di laboratorio come le transaminasi, che possono aumentare nelle prime fasi del trattamento per rientrare, in genere, nella norma successivamente. L’eventuale interruzione del trattamento in questa fase deve essere valutata dal Medico. Specie per terapie prolungate è opportuno un controllo periodico dell’assetto lipidico e lipoproteico.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.