Tobrabact: effetti collaterali e controindicazioni

Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione (Tobramicina) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Trattamento topico antibiotico delle congiuntiviti, cheratiti ed ulcere corneali causate da ceppi sensibili alla tobramicina.

Devono essere prese in considerazione le linee guida ufficiali previste sull’uso appropriato degli antibiotici.

Pubblicità

Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione: controindicazioni

Questo prodotto non deve essere mai utilizzato in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi dei suoi componenti

Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione: effetti collaterali

Prurito

Irritazione e gonfiore della palpebra Eritema congiuntivale

Poiché il prodotto contiene benzalconio cloruro, c’è il rischio di eczema da contatto e/o irritazione

Tobrabact 3,0 mg/ml collirio, soluzione: avvertenze per l’uso

Il trattamento deve essere interrotto in caso di ipersensibilità.

La soluzione oftalmica non deve essere somministrata per iniezione perioculare o intraoculare.

Se non si notano miglioramenti in un tempo breve o in caso di un trattamento prolungato, il paziente deve essere monitorato regolarmente sottoponendolo anche a test batteriologici inclusi test di valutazione della sensibilità batterica per valutare una eventuale resistenza e, se necessario, aggiustare il trattamento.

Nell’eventualità di un trattamento concomitante con altri colliri contenenti diversi principi attivi , attendere 15 minuti tra le diverse instillazioni.

Poiché la soluzione contiene benzalconio cloruro, durante il trattamento non devono essere indossate lenti a contatto morbide.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.