Tolmicen: effetti collaterali e controindicazioni

Tolmicen (Tolciclato) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Tolmicen è efficace nel trattamento topico delle micosi sostenute da dermatofiti e lieviti in particolare:

– tinea corporis,

– tinea cruris,

– tinea pedis (piede d’atleta),

Pubblicità

– candidiasi cutanea (inguinali, interdigitali, sottomammarie, ecc.),

– pityriasis versicolor – eritrasma.

Tolmicen: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Tolmicen ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Tolmicen, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Tolmicen: controindicazioni

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.

Tolmicen: effetti collaterali

In pazienti trattati con le varie preparazioni, la tollerabilità locale e sistemica è risultata generalmente buona e non sono state riscontrate variazioni dei parametri di laboratorio imputabili al farmaco.

Eccezionalmente sono comparsi: prurito, arrossamento, bruciore, disidrosi, fugaci eruzioni eritemato-vescicolose o eritemato-papulose, oppure modesta accentuazione della preesistente sintomatologia clinica.

Queste manifestazioni sono regredite in genere spontaneamente e solo eccezionalmente hanno richiesto l’interruzione del trattamento.

Tolmicen: avvertenze per l’uso

Benché a tutt’oggi non siano state osservate manifestazioni in sicura relazione con fenomeni di sensibilizzazione alle diverse preparazioni di Tolmicen, va tenuto presente che, in generale, l’uso di preparazioni per uso topico, specie se prolungato, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Ove ciò accada occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia adeguata.

Particolari precauzioni d’impiego non sono richieste

Tenere fuori dalla portata dei bambini.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.