Yomesan: è un farmaco sicuro? Come funziona?

Yomesan (Niclosamide) è un farmaco che serve per curare le seguenti malattie: Yomesan è indicato per il trattamento delle seguenti infestazioni da tenia negli adulti e nei bambini: infestazioni da Taenia saginata (tenia del bue) infestazioni da Taenia solium (tenia del maiale) infestazioni da Diphyllobothrium latum (tenia del pesce) infestazioni da Hymenolepis nana (tenia nana).

Yomesan: indicazioni e modo d'uso

Ma come funziona Yomesan? Qual è il suo esatto meccanismo d’azione? Su quali organi del corpo agisce? Vediamolo insieme.

Farmacodinamica di Yomesan: come funziona?

Categoria farmaco-terapeutica: antielmintici, anticestodi, derivati dell’acido salicilico; codice ATC: P02DA01

La niclosamide agisce localmente per contatto diretto con lo scolice. L’utilizzo del principio attivo in forma di cristalli micronizzati ne aumenta la superficie di contatto, migliorandone l’efficacia.

Pubblicità

La niclosamide inibisce la fosforilazione ossidativa nei mitocondri dei parassiti provocando la morte dello scolice e delle proglottidi adiacenti. La catena di proglottidi perde così la presa e viene eliminata dall’intestino con i movimenti peristaltici, per intero o in piccole parti.

 


Abbiamo visto qual è il meccanismo d’azione di Yomesan, ma è altrettanto importante conoscere in quanto tempo viene assorbito dall’organismo per capire quanto tempo il farmaco impiegherà ad agire, attraverso quali vie viene eliminato (ad esempio fegato o reni) per sapere quali organi va ad impegnare e, per ultimo, in quanto tempo viene eliminato per avere idea di quando non avremo più il farmaco nell’organismo.

Tutte queste informazioni sono indicate nel paragrafo “Farmacocinetica” che segue.

Farmacocinetica di Yomesan

La niclosamide non viene assorbita dal tratto gastro-intestinale in quantità apprezzabili.

 


Abbiamo visto come Yomesan agisce e come si assorbe e si elimina; ma come facciamo a sapere se Yomesan è un farmaco sicuro?

Prima di tutto è necessario leggere quali sono i dati sulla sicurezza che vengono riportati nella scheda tecnica del farmaco.

Si tratta di dati forniti dalla casa produttrice e basati su un certo numero di lavori scientifici eseguiti prima della commercializzazione: si tratta dei cosiddetti “Dati preclinici di sicurezza”, che riportiamo nel prossimo paragrafo.

Yomesan: dati sulla sicurezza

I dati non-clinici non rivelano rischi particolari per l’uomo alle dosi terapeutiche sulla base di studi di tossicità sistemica, genotossicità e tossicità della riproduzione e dello sviluppo (embriotossicità).

Con la niclosamide non sono stati condotti studi di cancerogenicità, ma gli studi con il sale etanolaminico condotti nel ratto e nel topo non hanno rivelato un potenziale cancerogeno.

 


Dopo la commercializzazione di un farmaco, vengono tuttavia attuate delle misure di controllo dagli organi preposti, per monitorare comunque tutti gli effetti indesiderati che dovessero manifestarsi nell’impiego clinico.

Tutti gli effetti indesiderati segnalati nella fase di commercializzazione del farmaco, vengono poi riportati nella scheda tecnica nei paragrafi “effetti indesiderati” e “controindicazioni”.

Consultate gli effetti collaterali e le controindicazioni di Yomesan nella nostra scheda apposita.

Un altro importante capitolo da non dimenticare per valutare se un farmaco è sicuro o no, è quello delle interazioni con altri farmaci.

Può infatti capitare che un farmaco, di per sé innocuo, diventi pericoloso se associato ad alcuni altri farmaci.

Questo è vero anche per i prodotti erboristici: classico è l’esempio dell’ “Erba di San Giovanni” (Iperico) che interagisce con alcuni farmaci anticoagulanti aumentandone l’efficacia e mettendo quindi il paziente a rischio di emorragie.

Esaminiamo allora quali sono le interazioni possibili di Yomesan

Yomesan: interazioni

La niclosamide è solubile in alcol e questo ne può aumentare l’assorbimento. Per questo motivo, durante la terapia è opportuno evitare l’assunzione di bevande alcoliche.

 


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

6 Comments

  1. Ti potrebbero interessare anche:

  2. Buongiorno, vorrei sapere se è sicuro ripetere un ciclo di Yomesan dopo un mese, per la certezza della riuscita della terapia, visto che nel controllo delle feci della prima terapia non è stato rinvenuto nulla della tenia.
    Grazie

    Gianna
    1. L’assenza di scolici nelle feci non indica un insuccesso terapeutico. Dopo il contatto con il farmaco, infatti, i parassiti vengono danneggiati e possono essere parzialmente digeriti, divenendo irriconoscibili. Tuttavia, ripetere il ciclo terapeutico non comporta alcun rischio visto che la Niclosamide (Yomesan) non viene assorbita dall’organismo, ma rimane nel lume intestinale ed agisce per contatto sulla tenia.

      1. Buongiorno e grazie per la risposta. La informo che preventivamente avevo effettuato anche il ciclo di Vermox, 100mg mattina e 100 mg la sera, per tre giorni. Poi ho ripetuto lo stesso ciclo di vermox dopo una settimana e subito dopo lo Yomesan. Non ho mai rinvenuto residui come le anticipavo, ma dopo 4 giorni dal trattamento (ultimato con purga a base di solfato di Magnesio) ho rinvenuto nelle feci ancora uova di Tenia. La mia preoccupazione è che, nonostante la cura effettuata, non sia stata adeguatamente debellata.
        La ringrazio se vorrà ancora rispondermi.
        Cordiali saluti

        Gianna
        1. La niclosamide ha un’azione letale solo sul parassita adulto ma non sulle uova, nei casi di infestazione da Taenia solium l’assunzione di un purgante drastico è indispensabile. Questo per evitare il rischio di cisticercosi, che si può sviluppare per ingestione da parte del paziente delle uova, qualora non vengano osservate adeguate norme igieniche. È peró possibile che le uova che ancora riscontra non siano più vitali. La cosa migliore da fare è effettuare il secondo ciclo ed attendere una settimana per poi ripetere l’esame delle feci.

  3. La ringrazio molto per la risposta. Solo un ultimo chiarimento sull’uso corretto di yomesan: bisogna prendere una purga anche prima dell’uso del farmaco? Vanno assunti succhi acidi la sera prima? Grazie infinite.

    Gianna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.